Storie

di Roberto Signori

Nonna di 83 anni si separa dal toyboy egiziano

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La storia di Iris Jones, nonna di 83 anni e dell’ormai ex marito toyboy di 37 anni, Mohamed Ibrahim, aveva fatto il giro dei social perché la loro relazione aveva suscitato grande sorpresa nei lettori di tutto il mondo che non riuscivano a capacitarsi di come il rapporto potesse funzionare, vista la grande differenza di età. Inoltre, Iris aveva raccontato di avere speso migliaia di sterline per sanare tutti i debiti dell’ex compagno che, sui social, ha definito come un “narcisista”. L’anziana ha voluto raccontare ai suoi follower, con un post su Facebook, tutta la storia.

Dopo la rottura con il marito Mohamed Ibrahim, Iris Jones ha deciso di raccontare tutto a chi ha sempre seguito la vicenda. Sul proprio profilo Facebook ha scritto: «Desidero dirvi tutta la verità sul rapporto tra me e Mohamed, dal giorno in cui mi ha mandato il primo messaggio fino ad oggi. Il 25 giugno 2019 ho ricevuto un messaggio da Mohamed e siamo diventati amici su Messenger. Sembrava un bravo ragazzo e stava attraversando un periodo difficile della sua vita perché si stava separando. Sentiva che io ero la persona che poteva capire ciò che diceva e che, per questo, gli piaceva confidarsi con me. Io mi sono innamorata immediatamente e, dopo moltissimi messaggi, il 10 luglio 2019 mi ha proposto di sposarlo! Ma il love bombing è continuato e nel novembre del 2019 sono volata al Cairo e l’ho incontrato. Avevo portato con me diverse migliaia di sterline perché mi aveva detto che, a causa del divorzio, aveva molti debiti. Li ho pagati tutti io. Ci siamo divertiti moltissimo in Egitto e ci siamo rimasti un mese, abbiamo provato a sposarci ma non avevamo i documenti giusti. La seconda volta che sono andata, ho preso 15.000 sterline e gliele ho consegnate. La terza volta che sono andato in Egitto finalmente ci siamo sposati. Avevo 40.000 sterline sul mio conto in banca e consegnavo la mia carta di credito a Mohamed ogni giorno: prelevava mille sterline egiziane ogni mattina. Ma, ormai, io mi ero stancata».

Iris Jones ha, poi, scritto che era davvero stanca di essere presa in giro perché il marito continuava a chiederle denaro. L’anziana ha, quindi, concluso: «Il 13 giugno di quest’anno, dopo un altro litigio al vetriolo, gli ho detto che avremmo dovuto chiudere la storia. È stata una delle decisioni più difficili che abbia mai dovuto prendere, perché il mio amore per Mohamed era genuino, ma era inutile fingere che le cose sarebbero migliorate. Era la decisione giusta da prendere».

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

08/09/2023
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

L’InaugurationDay visto da laggiù

Girato l’angolo, ci si para davanti una testuggine della polizia in assetto anti-sommossa, alzo lo sguardo e vedo salire in lontananza una colonna di fumo nero. “Hanno dato fuoco a una limousine”, ci dice una ragazza. Mentre passo accanto allo schieramento, incrocio lo sguardo inquieto di un poliziotto di colore, non avrà più di venti anni. Già nelle ore precedenti erano circolate notizie di vetrate spaccate, quelle di un McDonald e di una filiale di Bank of America. Anche io, nel 2012, la prima volta in cui ho votato in un’elezione presidenziale, ho provato la cocente delusione di non vedere il mio candidato eletto, ma mi sono limitata a sfogare la mia frustrazione con un post su Facebook. Quella devastazione, quegli occhi impauriti, quegli americani che attaccano altri americani per affermare la propria idea sono la conferma che Trump è stata la scelta giusta.

Leggi tutto

Società

Una visione del mondo dal Patriarca Kirill

“La trasformazione sia del capitalismo che del marxismo in una parvenza di quasi-religione è ugualmente inaccettabile”, ha specificato il patriarca Kirill in un’intervista pubblicata martedì 26 ottobre 2021 sulla rivista Forbes (Francia).

Leggi tutto

Politica

Intervista a Mirko De Carli su guerra Ucraina quarta parte

Continua l’intervista a Mirko De Carli sulla situazione Ucraina

Leggi tutto

Politica

LUPO TANTI AGNELLI NIENTE DENTI. CHE PECCATO

La percentuale dei cattolici che non si reca agli scranni elettorali è spaventosamente alta, con un trend in ascesa ad ogni consultazione. La contaminazione dei partiti pronosticata dal Cardinal Ruini è stata un fallimento clamoroso e persino quei pochi eletti nelle file del centro destra contano praticamente nulla. La divisione però è il male maggiore da tempo. A mio modo di vedere è necessario ora più che mai avere un partito valoriale non catalogato in categorie storiche superate da tempo (destra, sinistra, centro), ma arroccato ad un sano popolarismo di sturziana memoria, con radici che succhiano alla linfa essenziale dei valori non negoziabili. Avremmo davvero tutte le forze per contare davvero qualcosa nell’agone politico ed essere l’ago della bilancia.

Leggi tutto

Storie

Bahrein: resti di un ‘monastero’ cristiano sotto le rovine di una moschea

La scoperta è frutto di tre anni di lavoro di un team congiunto di archeologi locali e del Regno Unito.

Leggi tutto

Media

La docuserie su Cleopatra nera di Netflix è un flop

Ancor prima del suo arrivo su Netflix, la docu-fiction sulla vita della leggendaria Cleopatra ha catalizzato su di sé un mucchio di critiche sia dagli esperti di storia che dallo spettatore medio. Ancora una volta la Storia è finita nel mirino di che vuole cercare di scrivere e raccontare, a proprio uso e consumo, i grandi personaggi che hanno lasciato un segno nell’immaginario comune

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano