Politica

di Mario Adinolfi

FINO ALLA VITTORIA

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Comunque vedo il boom del libro di Vannacci, lo spot della pesca, il presidente comunista e il boss mafioso seppelliti senza funerale religioso, Arisa che dice alla Fagnani che se ne frega di non essere più considerata una icona gay, i trentamila nati in più in sei mesi negli Stati degli USA che hanno limitato l’aborto, la chiusura nel marzo prossimo della clinica londinese per “bambini transgender” Tavistock sommersa dalle denunce di medici e pazienti, i quasi quattrocentomila che anche nel 2022 della crisi totale del matrimonio si sono comunque sposati e i quasi quattrocentomila bambini che sono nati. E penso che ci sia dunque un futuro a cui lavorare anche con discreto entusiasmo perché il vento sta lentamente cambiando. Questo accade perché quando tutto sembrava perduto, quando ci volevano far passare per criminali e mettere in galera con il ddl Zan, qualcuno ha con tenacia resistito. E se alla Camera tutti ma proprio tutti votavano per l’aborto come diritto e “nessuno toccherà la legge 194”, qualcuno prendeva la botte per dichiararsi contro l’aborto e la legge 194; quando tutti ma proprio tutti nel comitato nazionale di bioetica e nel governo gialloverde accettavano l’uso della triptorelina gratuita per bloccare la pubertà di bambini da preparare al cambio del sesso, qualcuno gridava anche in tv che era una follia; quando in Parlamento stava vincendo la morsa liberticida di chi voleva il carcere per chi dice che è famiglia solo la società naturale indicata dall’articolo 29 della Costituzione, c’è chi ha continuato a ripeterlo. Non abbiamo vinto, non abbiamo però neanche solo sperato, abbiamo operato. E continueremo a operare fino alla vittoria che consiste nel liberare il mondo dalla cecità che uccide i più deboli, nega la natura, offende la famiglia, insulta la libertà credendo che sia la licenza di fare qualsiasi cosa e non l’opzione che cresce nella verità di saper individuare e perseguire il proprio bene.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/09/2023
2202/2024
Cattedra di S. Pietro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Cosa succede il 5 Dicembre

Il 5 dicembre ed il referendum spiegati da Mario Adinolfi

Leggi tutto

Politica

Un caso per riflettere sulla dignità

Neanche una domanda puntuta all’aspirante paladina dei diritti femminili fuori tempo massimo. Il caso Bianca Berlinguer, Asia Argento

Leggi tutto

Società

Come cambia il volantone di Comunione e Liberazione

Non è ancora stato pubblicato sui siti ufficiali di Comunione e Liberazione, ma poiché pare che il nuovo “volantone” sia stato presentato all’ultima scuola di comunità da don Julián Carrón non ci si aspettano (ulteriori sorprese): l’immagine scelta non poteva che sollevare un polverone, in quanto rappresenta una famiglia di migranti in atteggiamento e contesto che ricordano quelli della Sacra Famiglia. E insorgono ex ciellini. Difficile mantenere l’equilibrio.

Leggi tutto

Politica

Il ruolo del PDF tra Chiesa e politica, tra rivoluzione antropologica e restaurazione

4 MARZO, AMMINISTRATIVE E NUOVO GOVERNO. IL RUOLO DEL POPOLO DELLA FAMIGLIA TRA CHIESA E POLITICA, RIVOLUZIONE ANTROPOLOGICA E RESTAURAZIONE DELLE CASTE
Relazione Incontro con monsignor D’Ercole.

Leggi tutto

Società

Una capitale uccisa

Tra gli ultimi arrestati per spaccio di droga e usura a Roma c’era anche una dipendente del Comune. Immagine tragica di una città non più decadente ma decaduta, a partire dalle sue istituzioni. E la Raggi pensa a togliere i manifesti di ProVita contro l’utero in affitto…

Leggi tutto

Storie

Intervista alla mia maestra

Intervista alla mastra Angelamaria Vaccaro che ha esercitato la sua professione per 40 anni alle scuole elementari

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano