Storie

di Nathan Algren

India - Il Bjp recluta un sacerdote del Kerala, la diocesi lo sospende

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Un sacerdote cattolico siro-malabarese del Kerala è stato sollevato dalle sue funzioni dalla sua diocesi di Idukki dopo aver aderito al BJP, il partito nazionalista indù. P. Kuriakose Mattam, 74 anni, era in servizio nella chiesa di San Tommaso a Mankuva. È stato accolto lunedì nel partito dal presidente del distretto di Idukki, K S Aji. “Dopo aver saputo che era interessato a unirsi al nostro partito, siamo andati a incontrarlo e ha accettato di aderire”, ha scritto Aji in un post su Facebook, condividendo le immagini del sacerdote con indosso uno scialle color zafferano.

“Non sono d’accordo con la convinzione comune che il BJP non sia un partito per i cristiani - ha commentato p. Mattam -. Leggo i giornali e ho una comprensione della situazione nel Paese. È essenziale per i nostri tempi che le persone di ogni fede si uniscano. Spero di avere altre occasioni per lavorare insieme”.

P. Antony Vadakkekara, portavoce della diocesi idi Idukki, ha riferito ad AsiaNews: “P. Kuriakose Mattam sembra aver aderito a un partito politico, secondo quanto riportato dai media. È stato temporaneamente sospeso dal suo incarico di vicario con effetto immediato. È un sacerdote anziano che sta per andare in pensione tra qualche mese. L’azione tempestiva è stata presa perché i parrocchiani sono inquieti per questa sua mossa. Secondo il diritto canonico l’adesione dei sacerdoti a qualsiasi partito politico è una grave violazione della loro promessa e del loro impegno come sacerdoti. Tuttavia, il vescovo e le autorità competenti ascolteranno p. Mattam prima di avviare ulteriori procedimenti”.

Intanto il leader politico locale Aji sta sbandieranno l’ingresso del sacerdote nel Bjp come una risposta a coloro che criticano il partito accusandolo di connivenze con le violenze etniche in corso da mesi nel Manipur e che stanno provocando gravi sofferenze alla comunità cristiana locale.

Probabilmente non è un caso che la vicenda di p. Mattam avvenga proprio in Kerala, uno stato dove i cristiani costituiscono il 18% della popolazione e dove il Bjp, attualmente all’opposizione a livello locale, sta conducendo da tempo un’attiva campagna di avvicinamento nei loro confronti.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

04/10/2023
2202/2024
Cattedra di S. Pietro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

NIGERIA - Sacerdote ucciso la vigilia di Natale

Don Luke Adeleke, 38 anni, sacerdote della diocesi di Abeokuta è stato ucciso mentre tornava a casa dopo aver celebrato la Messa della vigilia di Nata

Leggi tutto

Storie

India: esplosione in una scuola cattolica

Nello Stato nordorientale sono aumentati di recente gli attentati dinamitardi, l’ultimo a un istituto religioso.

Leggi tutto

Società

India: ricchezza nelle mani di pochi

l rapporto di Oxfam presentato in occasione del World Economic Forum di Davos sottolinea l’aumento della disuguaglianza economica nel tempo della pandemia

Leggi tutto

Alla Pontificia Accademia delle scienze sociali lo sguardo di Cina e India

Il 27 e 28 giugno filosofi, giuristi ed economisti di Pechino, Shanghai e Mumbai in Vaticano per un confronto sugli Obiettivi di sviluppo fissati dall’Onu

Leggi tutto

Storie

INDIA - L’eredità di madre Eliswa

E’ stata una donna che si è impegnata per le altre donne in India, per l’emancipazione sociale e per risollevare la loro condizione e lo status culturale.

Leggi tutto

Chiesa

Don Giussani ed il suo messaggio cristiano

Celebrata nella capitale, in San Giovanni in Laterano, la Messa nel centenario della nascita del fondatore del Movimento di Comunione e Liberazione.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano