Chiesa

di Giuseppe Udinov

SOMALIA - Annalena Tonelli: la Chiesa somala ricorda la martire

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Scelsi di essere per gli altri: i poveri, i sofferenti, gli abbandonati, i non amati, che ero bambina e così sono stata e confido di continuare fino alla fine della mia vita. Volevo seguire solo Gesù Cristo. Null’altro mi interessava così fortemente: Lui e i poveri in Lui. Per Lui feci una scelta di povertà radicale”. Così Annalena Tonelli, nata a Forlì nel 1943, raccontò la sua scelta di missionaria laica tra i poveri dell’Africa, dov’era approdata nel 1969.

Nel ventennale della morte della volontaria laica rimasta uccisa da due uomini armati il 5 ottobre 2003 nella struttura sanitaria da lei diretta e fondata a Boroma, Somaliland, nel nord della Somalia, sono tante le iniziative commemorative. “La Chiesa in Somalia la ricorda oggi, 5 ottobre, e con una celebrazione speciale che si terrà domenica 8 ottobre” – scrive all’Agenzia Fides padre Giorgio Bertin, Amministratore Apostolico di Mogadiscio e Vescovo di Gibuti. “Sarò a Mogadiscio domenica per ricordare Annalena su invito del generale Fulvio Poli, romagnolo come lei, a capo dell’European Union Training Mission in Somalia (EUTM Somalia), la missione militare lanciata il 10 aprile 2010 a causa dell’instabile situazione del Paese.”
Testimonianze e incontri di preghiera si stanno susseguendo da mesi per ricordare la volontaria italiana che aveva dedicato la sua vita all’assistenza sanitaria e alla promozione umana delle popolazioni somale, nello specifico per 33 anni aveva assistito i malati colpiti dalla tubercolosi.
“Lo scorso anno ero anche io a Forlì, città natia di Annalena, – ricorda Bertin – dove questa sera nel Duomo si terrà la veglia missionaria ‘Cuori ardenti, piedi in cammino’ presieduta dal cardinale Zuppi, arcivescovo di Bologna e presidente della Conferenza episcopale italiana, assieme al vescovo Livio Corazza, delegato della Conferenza episcopale dell’Emilia-Romagna per la cooperazione missionaria tra le Chiese.”
Ricordiamo che la Tonelli venne uccisa con un colpo di pistola alla nuca per mano di alcuni fondamentalisti islamici mossi da ostilità nei confronti della sua opera.
Dopo essersi laureata in giurisprudenza, nel 1969 parte volontaria per Wajir, in Kenya, dove attiva il “Rehabilitation Centre for the Disabled”, un centro di riabilitazione e cura per malati terminali, disabili e tubercolotici. A causa della sua denuncia delle violente repressioni da parte dell’esercito keniano verso le popolazioni somale presenti nell’area, Annalena è costretta a lasciare il paese e nel 1987 arriva in Somalia, dove avvia importanti programmi a favore delle donne, contro l’infibulazione, la cura della cecità e della tubercolosi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

06/10/2023
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Suor Serena: “nulla di quello che avevo chiesto è accaduto, eppure sono pienamente felice”

Ho deciso d’intervistare Suor Serena perché il suo sorriso è contagioso. No, non è uno scherzo. Lei ride. Ride alla vita. I suoi occhi scintillanti guardano il viso dei suoi giovani e raggiungono il loro cuore. Fu la mia bambina che, quando la vide, disse proprio: “Quella suora mi fa ridere il cuore!”, era fuor di dubbio che io avrei voluto sapere tutto, di lei. Questo è il racconto della sua vita, “impastata e stesa” da Dio.

Leggi tutto

Chiesa

Nigeria: proteste per il rapimento dei sacerdoti

Il capitolo nello Stato di Kaduna dell’Associazione cristiana della Nigeria è triste e in lutto per i continui episodi di assassini, rapimenti, banditismo, commessi nel nostro Stato senza che vi sia alcuna azione sostanziale da parte del governo e delle forze di sicurezza” denuncia il presidente della CAN di Kaduna,

Leggi tutto

Media

Mother Teresa: no greater love

In occasione dell’imminente anniversario della morte della santa fondatrice delle Missionarie della Carità, il 5 settembre di 25 anni fa, è stato presentato un documentario prodotto dai Cavalieri di Colombo in collaborazione con le suore di Madre Teresa

Leggi tutto

Politica

Zakharova a Borrell: “Si inizia a vietare libri e si finisce a bruciare gente”

‘‘Si inizia vietando, bruciando libri e si finisce bruciando le persone’‘. Così la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha risposto alle parole dell’Alto rappresentante della politica estera dell’Unione europea Josep Borrell, secondo il quale ‘‘il bando sui media russi equivale a una difesa della libertà di parole’‘. Come si legge nel comunicato diffuso su Twitter dal ministero degli Esteri russo, Zakharova ha detto: ‘‘Lasciatemi ricordare che l’Europa ha già adottato questa logica una volta’‘.

Leggi tutto

Chiesa

Thailandia - La devozione a Teresa di Lisieux

La santa patrona delle missioni è punto di riferimento anche per le comunità cattoliche dell’Asia che l’hanno fatta conoscere a tanti non cristiani.

Leggi tutto

Società

Una visione del mondo dal Patriarca Kirill

“La trasformazione sia del capitalismo che del marxismo in una parvenza di quasi-religione è ugualmente inaccettabile”, ha specificato il patriarca Kirill in un’intervista pubblicata martedì 26 ottobre 2021 sulla rivista Forbes (Francia).

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano