Storie

di Tommaso Ciccotti

La musica avvicini i popoli

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Gli appassionati romani possono davvero gioire di quattro giorni di musica che inaugurano sotto i migliori auspici le stagioni concertistiche. L’Accademia di Santa Cecilia è la prima ad aprire con il mini Festival “Bridging Europe”. Un ponte tra città e Paesi del Vecchio continente ideato e fortemente voluto da Iván Fischer. Il 12 ottobre, con repliche il 13 e il 14, il direttore ungherese dirigerà la compagine ceciliana nella trilogia romana di Ottorino Respighi (Pini di Roma, Fontane di Roma, Feste romane) e in due brani di Ferenc Liszt dedicati alla Città eterna. Domenica 15 - sempre al Parco della Musica di Roma - Fischer salirà sul podio della Budapest Festival Orchestra per dirigere brani di Liszt e di Béla Bartók. La vera novità di questo mini Festival saranno le parti multimediali che si aggiungeranno e interagiranno con l’esecuzione tradizionale. Nel primo caso avremo un vero e proprio film che ci mostrerà una Roma diversa e favolosa: autore è il videoartista Yuri Ancarani. Nel secondo la Eva Duda Dance Company sarà sul palco a interagire con l’orchestra.

Il Teatro dell’Opera di Roma, dal canto suo, propone, a partire da venerdì 13 e con repliche fino al 21, il Giulio Cesare in Egitto di Georg Friedrich Händel. Il nuovo allestimento ha un cast di grandi nomi della cosiddetta musica antica. Sul podio sarà Rinaldo Alessandrini, clavicembalista e direttore dalla lunga carriera nel settore, almeno a partire dal 1984, anno in cui fondò l’ensemble Concerto Italiano. Le voci saranno tutte assai famose. Raffaele Pe, controtenore, canterà nel ruolo del titolo attorno al quale ha costruito tra l’altro un apprezzato cd. Cleopatra sarà il soprano inglese Mary Bevan. Nei ruoli di Cornelia e Tolomeo saranno altri due “eroi del barocco”: la mitica contralto Sara Mingardo e il controtenore Carlo Vistoli, cantante haendeliano per eccellenza, che ha interpretato il ruolo a Parigi nel maggio dello scorso anno sotto la direzione di Philippe Jaroussky e la regia di Damiano Michieletto. Proprio al regista veneziano, ormai una celebrità internazionale, è affidato il nuovo allestimento romano. Tornando al cast vocale, una parola merita Patrizio La Placa, il baritono conosciuto dagli ascoltatori di Radio Vaticana per aver interpretato 7 di Marcello Filotei in prima assoluta radiofonica la Domenica delle palme di quest’anno.

Venerdì 13, con replica il giorno successivo, inaugura la stagione la IUC-Istituzione Universitaria dei Concerti, di cui Radio Vaticana è orgogliosamente media partner e che è assai apprezzata per la freschezza e lungimiranza delle scelte artistiche. Sul palco dell’Aula Magna dell’Università La Sapienza salirà l’Orchestra Canova diretta da Enrico Saverio Pagano. Una bacchetta e una compagine giovani, non a caso scelti per essere “in residence” alla IUC, “una residenza di crescita artistica e musicale, attraverso il confronto con i capolavori del repertorio e il lavoro con i più importanti solisti del panorama internazionale” ha detto Pagano in una recente intervista. E infatti la serata si aprirà con il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in fa minore op. 21 di Frederic Chopin e il ruolo solista sarà di Leonora Armellini, una delle pianiste più interessanti della sua generazione. Ci sarà poi la Sinfonia n. 5 in do minore op. 67 di Ludwig van Beethoven. La sinfonia per antonomasia, quella con l’inciso iniziale più famoso. Un vero banco di prova per i musicisti.

Un lungo fine settimana dedicato alla musica è un piccolo mattoncino di speranza in un momento drammatico per tutti. Come ha detto il direttore Iván Fischer in conferenza stampa, la musica dovrebbe avvicinare i popoli, creare ponti tra le nazioni, riavvicinare le città attraverso la cultura. Che sia un impegno di tutti noi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

13/10/2023
2202/2024
Cattedra di S. Pietro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Eutanasia, in Vaticano la Nuova Carta: giro di vite

Hanno scritto che “Francesco apre al fine-vita”, mentre tutta la notizia consiste nell’annuncio (!) di una revisione della Carta degli Operatori Sanitari, la quale sarà resa pubblica nella giornata mondiale del malato (11 febbraio, a Lourdes). Si tratta di un aggiornamento che chiarisce punti controversi

Leggi tutto

Chiesa

Benedetta Bianchi Porro verso la beatificazione

Ricevendo il cardinal Becciu, quindi, il Papa ha autorizzato per primo il Decreto sulle virtù eroiche e sulla conferma del culto da tempo immemorabile, ottenendo quindi la beatificazione equipollente, di Michał Gjedrojć, noto anche come Mykolas Giedraitis. Nato a Giedrojcie, oggi in Lituania, intorno al 1420, fu di salute gracile fin dall’infanzia. Dato che i genitori quasi lo trascuravano, passava il suo tempo in solitudine. Questo lo condusse a domandare di entrare tra i Canonici Regolari della Penitenza dei Beati Martiri, un ordine ormai estinto ma improntato alla Regola di sant’Agostino. Si trasferì quindi a Cracovia e studiò presso l’Università Jagellonica. La chiesa del monastero del suo ordine divenne quasi la sua seconda casa, tante erano le ore che vi trascorreva in preghiera con le braccia spalancate in forma di croce. Moltissimi venivano da lui a chiedere consigli e a raccomandargli le proprie intenzioni.

Leggi tutto

Società

La bioetica per tutti, parla Giorgia Brambilla

Moglie, mamma, madre di bimbi piccoli e prima ancora ostetrica. Poi la passione per la bioetica che diventa ricerca e insegnamento, e infine il manuale con Rubbettino

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco incontra la diocesi di Roma

Papa - Parlando questa mattina in Aula Paolo VI alla diocesi di Roma, Papa Francesco ha rivolto un forte incoraggiamento a seguire la voce dello Spirito Santo che non conosce confini, ad ascoltare ciascun appartenente all’unico popolo di Dio e anche quanti vivono ai margini della comunità.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco alle salesiane: attente alla mondanità

Papa Francesco in visita nella Curia generalizia delle Figlie di Maria Ausiliatrice, riunite per il Capitolo generale. A loro l’incoraggiamento ad essere “comunità generative” e “donne di speranza” in questo “tempo fragile e incerto.

Leggi tutto

Società

DOPO IL MURO, PRIMA DI INTERNET: IL TEMPO DELLA FELICITÀ

Trent’anni fa, il 18 novembre 1991, usciva Achtung Baby degli U2. Era appena crollato il muro di Berlino e non c’era ancora internet: è un periodo storico durato pochissimi anni che io considero il tempo più felice e creativo della storia contemporanea, dalla Rivoluzione Francese ad oggi

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano