Chiesa

di Nathan Algren

La Santa Sede dà il “nihil obstat” per la beatificazione dei 35 martiri

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La Chiesa cattolica in India registra un “significativo passo avanti” nel processo di beatificazione del Kanteshwar Digal e compagni, i cosiddetti “35 martiri di Kandhamal”, uccisi “in odium fidei” nello stato di Odisha (ex Orissa, ndr), nell’India orientale, nel corso dei massacri anticristiani avvenuti nel 2008. “Dopo attenta considerazione e devoto discernimento, la Congregazione per le Cause dei Santi ha concesso il ‘Nihil Obstat’, il che significa che non vi è alcuna obiezione all’inizio della causa di beatificazione di Kanteshwar Digal e Compagni”, ha scritto in una lettera John Barwa, SVD, Arcivescovo di Cuttack–Bhubaneswar, dando il formale annuncio alla comunità diocesana e a tutti i fedeli indiani che, d’ora in poi, potranno riferirsi a quei cristiani come “Servi di Dio”.

“Non esistono impedimenti dottrinali o morali all’indagine sulla vita, le virtù e la santità del Servo di Dio Kanteshwar Digal e dei compagni. Questa è una testimonianza dell’autenticità della causa proposta e del loro essere coerente con gli insegnamenti e i valori della nostra fede”, recita il testo della missiva.
Il fatto rappresenta, secondo l’Arcivescovo “un’occasione importante nella vita della nostra arcidiocesi di Cuttack-Bhubaneswar, della Chiesa di Odisha e della Chiesa indiana tutta”. Infatti “la vita del Servo di Dio Kanteshwar Digal e dei compagni è stata fonte di ispirazione. Attraverso la loro fede incrollabile durante la violenza comunitaria di Kandhamal nel 2008, ha lasciato un segno indelebile nel nostro cammino spirituale”.
“Mentre ci avviamo ad intraprendere questa santa impresa - prosegue mons. Barwa - invito tutti i fedeli a unirsi a noi nella preghiera e nella riflessione. Offriamo le nostre preghiere e suppliche al Signore, chiedendo la sua guida e la sua grazia durante questo processo”, auspicando “possa condurre una vita di sempre più profonda fede e devozione a Dio”.
L’Arcidiocesi di Cuttack-Bhubaneswar si prepara ad avviare la fase diocesana del processo canonico, raccogliendo e registrando le testimonianze sulla vita e sulle circostanze della morte dei 35 cristiani Servi di Dio dell’Odisha. Se l’indagine diocesana avrà esito positivo, la causa verrà inviata al Dicastero delle Cause dei Santi, in Vaticano, per la seconda fase, al cui termine potrebbe esserci la promulgazione del decreto sul martirio, da parte del Papa.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/10/2023
2102/2024
Sant'Eleuterio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Faustina e Bartolo una casella per due

Il doveroso ricordo di due personaggio di gran rilievo religioso santa Maria Faustina Kowalska, di cui oggi cade l’ottantesimo anniversario della nascita al Cielo, e del Beato Bartolo Longo, che morì novantadue anni fa esatti.

Leggi tutto

Società

Non è un paese per bambini. Né per madri.

Alle madri è chiaramente impedito portare la propria visione della vita nei luoghi pubblici: di fatto la figura della madre è resa invisibile da mode (quella ecologista che vede l’avere figli come una violenza contro il pianeta, ad esempio), opinioni sbagliate (se hai più di due figli sei una povera idiota costretta al focolare, sei una che non conosce l’azione degli anticoncezionali, sei un’egoista) e proposte economiche imbarazzanti (i figli che dopo i 14 anni non valgono nulla, per il Ministero della Famiglia del paese).

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco all’udienza generale parla di San Giuseppe

All’udienza generale, il Papa ha iniziato un nuovo ciclo di catechesi dedicato allo sposo di Maria e padre terreno di Gesù

Leggi tutto

Chiesa

Cardinale Bo: “Il Myanmar può rinascere solo attraverso la riconciliazione”

Il cardinale Bo: “ricostruire la fiducia e ricostruire le nostre istituzioni sarà un compito lungo e arduo. Il conflitto sta diventando sempre più brutale, le atrocità sono ogni giorno più scioccanti”

Leggi tutto

Storie

Pakistan - Libertà su cauzione al rapitore di una bambina cristiana

A febbraio Muhammad Sharif aveva tentato di sequestrare Jessica Pervaiz, di 7 anni. Il processo non è ancora concluso.

Leggi tutto

Storie

India - Cattolici contro la profanazione della collina del Calvario

Solo 3 delle 14 statue che compongono le stazione della via Crucis sono state risparmiate. I fedeli locali hanno tenuto una protesta silenziosa per denunciare il mancato progresso nelle indagini.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano