Chiesa

di Tommaso Ciccotti

San Giovanni in Laterano, 1700 anni di storia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

È il punto di riferimento per i fedeli della Diocesi di Roma e non solo. San Giovanni in Laterano si avvia a celebrare i suoi 1700 anni di storia, con una Messa, giovedì 9 novembre, alle 17.30, in occasione della Dedicazione della Basilica del SS. Salvatore e dei SS. Giovanni Battista ed Evangelista. Le celebrazioni si concluderanno il 9 novembre 2024. Consacrata da Papa Silvestro I nel 324, alla presenza di Costantino, e dedicata al SS. Salvatore, la Basilica è stata sede di cinque Concili Ecumenici. In una lettera al popolo di Dio con la quale annuncia l’anno di eventi, il cardinale vicario Angelo De Donatis, spiega come “in questo luogo noi cristiani di Roma riconosciamo ancora una volta l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo, indicato dal Battista. Qui sentiamo, come il discepolo amato, il cuore di Cristo Salvatore che batte, consumandosi d’amore per tutta l’umanità. Alla scuola dei due Giovanni troviamo la vocazione particolare della nostra Chiesa chiamata a presiedere nella carità”. Un invito, quello di. De Donatis, rivolto a ogni sacerdote, diacono, religioso e religiosa, laico e laica a essere Chiesa riunita attorno al pastore per celebrare la dedicazione della Cattedrale e gli anniversari particolari come il 25°, 50°, 60° di ordinazione di sacerdoti e religiosi.

“La Basilica è considerata così nella tradizione, come Mater et caput omnium ecclesiarum”, spiega monsignor Marco Frisina, direttore del Coro della Diocesi di Roma. “Proprio questo titolo antico di Madre e Capo di tutte le Chiese fa capire come la Cattedrale del Papa, per la sua origine, è la prima e la prima delle chiese cattedrali del mondo. Nel 324, subito dopo le persecuzioni, Costantino volle questa Chiesa cattedrale e per questo acquista veramente un’importanza straordinaria”. Si tratta dell’unica festa di dedicazione che è festa nel calendario liturgico per tutte le chiese, aggiunge Frisina, con il Battistero che “ha dato vita cristiana a tutta la Chiesa, perché è il primo della cristianità”. Una memoria, quindi, per ricordare le radici della Chiesa soprattutto in questo momento sinodale, aggiunge il direttore del Coro, per vedere come la Chiesa cattedrale è un simbolo di unità, simbolo di comunione non solo della Diocesi di Roma, ma della Chiesa intera, essendo la cattedrale del Papa.

Sarà proprio monsignor Frisina, con il coro della Diocesi di Roma, ad animare il solenne pontificale con dei canti appositamente composti: “Ho voluto scrivere una Messa per la festa della Dedicazione di San Giovanni con dentro il Kyrie, il Gloria, il Santo e l’Agnello di Dio. Ma ho scritto anche un inno alla Chiesa, perché la Cattedrale è un simbolo, un segno della Chiesa fatta di pietre vive. Prendendo lo spunto dalle immagini che ci dà la Lumen Gentium, ho fatto un inno al tempio di Dio proprio pensando a questo”. Frisina ha poi composto un inno alla Chiesa di Roma, “che - spiega - vive dentro l’eredità meravigliosa di tanti testimoni della fede e oltre che gli apostoli Pietro e Paolo, anche di tutti i martiri, ma anche di tanti santi, pastori, laici, di tante famiglie che ancora adesso vivono nella fede e, secondo me, sono i gioielli più belli della nostra Chiesa di Roma”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

06/11/2023
2502/2024
San Tarasio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Il Papa ai giovani dell’Asia meridionale

Alla vigilia del Sinodo Francesco in dialogo on line per un’ora e mezzo con dodici studenti universitari di India, Pakistan, Nepal e della diaspora indiana nel Golfo Persico. “Lottate per le vostre idee, ma sempre tendendo la mano. L’istruzione gratuita è un diritto da garantire a tutti”.

Leggi tutto

Chiesa

Papa - La passione per l’evangelizzazione

La passione per l’evangelizzazione: lo zelo apostolico del credente. Santa Giuseppina Bakhita: testimone della forza trasformatrice del perdono di Cristo

Leggi tutto

Chiesa

L’arcivescovo Cordileone sull’”antidoto alla malattia spirituale

Mons. Salvatore J. Cordileone è arcivescovo di San Francisco dal 2012, dopo essere stato vescovo della diocesi di Oakland dal 2009 al 2012.

Leggi tutto

Chiesa

Le persone che amano i più fragili sono i “benedetti” di Dio

A causa di un leggero stato influenzale, il Papa ha presieduto l’Angelus di questa domenica da Casa Santa Marta, lasciando la lettura del commento al Vangelo a monsignor Paolo Braida della Segreteria di Stato

Leggi tutto

Chiesa

Il Papa ai bambini del Dispensario: prepariamo il cuore al Natale!

Come ogni anno i piccoli assistiti della struttura pediatrica vaticana hanno festeggiato il compleanno del Pontefice. In Aula Paolo VI, tra canti e spettacoli circensi, hanno fatto gli auguri al Papa, che li ha ringraziati chiedendo loro di pensare a Gesù in vista dell’imminente nascita del Figlio di Dio.

Leggi tutto

Storie

La Chiesa e l’Epifania

La Chiesa celebra tre Epifanie

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano