Società

di Tommaso Ciccotti

Gita scolastica troppo cara, gli studenti del liceo rinunciano

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Alcune classi del liceo Leonardo da Vinci di Genova rinunciano alla gita scolastica. Il motivo? Il costo troppo alto: 700 euro a persona per un viaggio d’istruzione a Berlino. La gravità della situazione ha attirato l’attenzione dei movimenti studenteschi Rete degli Studenti Medi e Rete Ligure, che da anni contestano l’esoso prezzo delle gite scolastiche.

«Non vogliamo restare a guardare – spiega Francesco Devoti, segretario della Rete degli Studenti Medi della Liguria – mentre davanti ai nostri occhi continua l’ingiusto fenomeno delle gite d’oro». Per il segretario della Rete è infatti inaccettabile che «si chieda alle famiglie di sborsare cifre così esose, specialmente se ciò accade nonostante esista, seppur non violata in senso formale, una delibera del Consiglio d’Istituto che fissa il tetto per le gite a seicento euro». Si tratta, quindi, di «un’ulteriore prova della visione intrinsecamente classista che si ha della scuola di oggi – afferma Devoti -, disattenta alle classi meno abbienti e verso le esigenze di tutti e tutte».

Per la Rete degli Studenti Medi ligure ciò che viene messo in discussione è lo stesso concetto di scuola pubblica. «Non possiamo continuare a chiamarla così – tuona Devoti -: anziché farsi promotrice della rimozione degli ostacoli che impediscono la piena uguaglianza sostanziale, acconsente al perorarsi dell’iniquità». I sindacati studenteschi precisano inoltre come le stesse gite scolastiche rappresentano un «momento formativo» che non può in alcuno modo «essere subordinato al reddito di ciascuno e ciascuna», gli fa eco Cesare Barbano, responsabile organizzativo della Rete ligure. Le istituzioni, infine, «debbono farsi carico di questa situazione, prevedendo strumenti che permettano di rendere le gite scolastiche realmente inclusive e nelle disponibilità di tutti gli studenti e tutte le studentesse», conclude.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/02/2024
2802/2024
San Romano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Intervista alla mia maestra

Intervista alla mastra Angelamaria Vaccaro che ha esercitato la sua professione per 40 anni alle scuole elementari

Leggi tutto

Società

Prezzo del grano, nuovo record

Il valore del 30% delle esportazioni di grano è dovuto a un fattore determinante, ovvero che Russia e Ucraina siano rispettivamente il terzo e il nono produttori mondiali.

Leggi tutto

Società

Crescono dispersione scolastica e povertà in Italia

Save the Children: più dispersione scolastica e povertà in Italia

Leggi tutto

Società

Unicef in Afghanistan: più di 1 milione di bambine e ragazze senza scuola

Allarme Unicef in Afghanistan: più di 1 milione di studentesse senza scuola da 3 anni

Leggi tutto

Società

Pakistan - Vedova cristiana vittima delle leggi sulla blasfemia

Mussarat Bibi, 46 anni, addetta alle pulizie in una scuola, è stata accusata di aver intenzionalmente bruciato delle pagine del Corano, nonostante sia analfabeta. Insieme a lei è stato accusato un giardiniere musulmano, mentre nei giorni scorsi un leader religioso è stato linciato da una folla. Gli attivisti per i diritti umani: “Evidenti gli abusi”.

Leggi tutto

Storie

India - Puja nella scuola cattolica

Nello Stato del Tripura un gruppo vuole imporre alla Don Bosco School una celebrazione indù. Nell’Assam prendono a pretesto gli abiti dei religiosi cristiani per gridare alle conversioni. Mons. Moolachira: “Il governo ci protegga”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano