Tag selezionato

#disciplina

Società

La scuola è sempre più nel caos

Il PISA (acronimo per Programme for International Student Assessment) ha lo scopo di valutare gli allievi dei principali paesi industrializzati e ricade negli ambiti di interesse dell’OCSE. Lo studio è condotto ogni tre anni. I risultati degli alunni finlandesi sono sempre buoni, ma meno di quelli che ci si potrebbe attendere, vista la fama che li circonda. Soprattutto, dal 2000 al 2015, è evidente un certo calo in matematica, scienze e lettura. All’epoca dell’ultimo rapporto, quello del 2015, il Washington Post intervistò un esperto di scuola finlandese, Pasi Sahlberg, ed egli individuò le motivazioni di questo calo sia nella digitalizzazione contemporanea, sempre più invasiva e con effetti deleteri sulla concentrazione degli adolescenti (non è solo un problema italico, a quanto pare), sia nella crisi economica che ha tolto risorse alla scuola anche in Finlandia. C’è quindi ancora una Finlandia mitica – a cui guardiamo come faro nell’istruzione – e una Finlandia più reale, che scolasticamente parlando è sempre più avanti di noi, ma indietro rispetto ai suoi standard di un tempo. Questo ci potrebbe suggerire che è opportuno guardare a certe notizie con una relativa calma. Valutandole senza separarle da altre informazioni in nostro possesso

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2019 La Croce Quotidiano