Politica

di Mario Adinolfi

Preparatevi si vota a Giugno

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI http://www.lacrocequotidiano.it/abbonarsi-ora

La direzione nazionale del Partito democratico ha messo in scena una dinamica piuttosto evidente: Matteo Renzi accelera sulla fase congressuale, per farsi incoronare leader entro aprile e andare al voto a giugno potendo scegliere chi mettere in lista, cancellando chiunque non lo appoggerà nella conta interna. Con le nuove normative proporzionali per Camera e Senato alla minoranza converrà tra qualche settimana fare la scissione, per prendersi i suoi seggi altrimenti Renzi non gliene fa eleggere manco uno. Il premier Paolo Gentiloni doveva intervenire alla direzione, ha capito che non era aria e se ne è andato dopo aver ascoltato il suo amico mandargli il noto hashtag #paolostaisereno. La cosa non gli è piaciuta e non è piaciuta neanche a Sergio Mattarella che dal Quirinale faceva filtrare un “no alle forzature” sussurrato nel corso della visita al Palazzo di un gruppo di allievi di una scuola elementare. La partita insomma è ancora complessa, ma se non sarà giugno sarà settembre: si vota per le elezioni politiche entro quattro-sette mesi. L’avviso è per il Popolo della Famiglia, i tempi sono questi, sono già in corso le procedure per presentare il movimento alle amministrative, in realtà sarà un “riscaldamento” in vista delle elezioni politiche. La direzione nazionale del Partito democratico ha dettato i tempi, al di là delle chiacchiere, l’accelerazione è nelle cose. La rissa tra Salvini e Berlusconi fa capire che ognuno andrà a prendersi i propri voti. Anche per il popolo del family day è giunto il tempo di farlo.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

14/02/2017
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

PDF: delegazione campana ha partecipato alla manifestazione di Roma

Una delegazione Campana” – annuncia Massimiliano Esposito, Coordinatore regionale del Popolo della Famiglia – “diversi mezzi a Roma ha partecipato, sabato 5 marzo, dalle ore 15 a piazzale Ugo La Malfa, per manifestare contro il governo Draghi che viola la Costituzione”.

Leggi tutto

Politica

A Palermo il PDF sostiene Lomonte

Tra i candidati al Consiglio comunale ci sono diversi esponenti dei tre movimenti che mettono i propri simboli nel logo della lista e il capolista è lo stesso Lomonte.

Leggi tutto

Chiesa

Adinolfi, la madre chiesa ed il divorzio

Mario Adinolfi parla del divorzio e della posizione della Chiesa

Leggi tutto

Politica

Adinolfi e la scristianizzazione del centro-destra

Meloni e Salvini umiliano la storia dei cristiani impegnati nei family day rendendo evidente l’interesse proclamato ad intestarsi personalmente una rappresentanza che però non sono credibili nel poter sostenere. Il PdF da anni spiega che senza soggetto autonomo non si va da nessuna parte e anche per questo l’unico voto coerente per chi va a Messa domenica 25 settembre è quello a Alternativa per l’Italia.

Leggi tutto

Politica

LA SVOLTA EPOCALE

Siamo alla svolta epocale. In curiosa coincidenza con l’ottobre del 1922 che segnò l’unica volta dell’ascesa della destra dura e pura al governo nella storia italiana, nell’ottobre del 2022 un partito di destra votato da una moltitudine di italiani

Leggi tutto

Chiesa

Se il PDF trova la sponda della Chiesa

Questo è semplicemente avere chiara una verità che abbiamo ricevuto e che a nostra volta dobbiamo trasmettere, una verità che non possiamo tacere, una verità che sola basta a salvarci e che ci fa autenticamente liberi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano