Società

di Giampaolo Centofanti

La questione fontale del pendolo

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il razionalismo mostra sempre più le conseguenze delle sue astrazioni, del suo tecnicismo che svuota le persone, le omologa, le manipola, finendo per spogliarle di tutto e schiavizzarle nei meccanismi delle sue logiche di apparato. In questa situazione sempre più precaria e a pericolo da più parti di crollo definitivo prendono a germogliare qua e là i semi di un superamento di tali impostazioni di fondo. Non si può calcolare a tavolino la vita è necessario entrare in contatto con la realtà viva, specifica. Ma come un eterno pendolo si rischia di passare ora da Platone ad Aristotele. Dal mondo delle idee a quello della mera pratica. Dall’autorità del padre all’assenza totale di riferimenti. Se non si metabolizza il rapporto col padre e la madre culturale e anche quello con i genitori concreti non si troverà mai il bandolo della matassa della propria vita e neanche di quella della società. Solo Gesù, Dio e uomo, sul quale lo Spirito scende come una colomba ci mostra la via dell’adeguato rivelarsi e incarnarsi del vero nelle persone, nelle situazioni, specifiche.

Solo venendo portati secondo il nostro personalissimo, ben al di là degli schemi, cammino nel mistero di Dio, dell’uomo, del mondo, vediamo ogni cosa, persino la logica, la matematica, la scienza, in modo sempre nuovo e vivo. La nostra esistenza si anima, si colora, di vissuta ricerca personale e di incontro, di scambio, con le altre.

Solo l’amore tra il Padre e il Figlio nello Spirito è la chiave che scioglie tutti i nodi e apre tutte le vie. Solo Gesù, Dio e uomo, ce la rivela e ci conduce nella vita trinitaria. Solo Lui è la via per non continuare ad oscillare in eterno nella storia tra verità astratte e mera vita pratica. Potremmo dire che solo in Cristo, nel suo Spirito, troviamo con equilibrio, come nel famoso Figliol prodigo di Rembrandt, gli aspetti materni del Padre. Anche dunque la giusta valorizzazione del femminile.

Solo la Luce serena di Gesù ci fa maturare. Ma anche ci aiuta tendenzialmente a superare in modo adeguato quei passaggi dove la nostra umanità ferita non subito avverte pace nel crescere. Ci portiamo strutturazioni, ferite, dalle quali non sempre possiamo facilmente uscire senza avvertire confusione, senza sperimentare magari inconsapevoli resistenze, senza scoraggiamenti, senza pur superabili rilassamenti eccessivi, senza timori per certi versi anche giusti di tornare a restare incastrati nelle astrazioni, in vie fasulle.

Questo è un punto fondamentale. Il pendolo non si supera con una mera comprensione teorica o con una mera esperienza pratica. Solo Gesù, nel suo Spirito, ci porta gradualmente, con tutti i suoi aiuti*, in questo progressivo aggiustare il tiro tra tali estremi. Il cuore non devozionistico, non intellettualizzato, non pragmatizzato, ma concreto, divino e umano, di Gesù è la chiave di ogni cosa, l’apertura di sempre nuove vie.

È qui che tendenzialmente si apre dunque un cammino di libera e serena, ben al di là degli schemi, maturazione di ciascuno e di autentica crescita di ciascuno insieme agli altri, in uno scambio reciproco. È nel profondo qui che si aprono le vie per una rinascita di ciascuno, per una rinascita civile e sociale.

* Chiesa, Parola, Sacramenti, comunità di crescita, padre spirituale, preghiera, ricerca della volontà di Dio, famiglia, lavoro, amicizia, mondo…

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

01/06/2020
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

A Roma quel telo che inquieta e dà speranza

Non nel senso che la Sindone sarebbe in questo momento nella capitale (l’ultima) d’Italia – sta sempre nella prima – però l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, in collaborazione con il Centro internazionale di Sindonologia e con il Centro diocesano di Sindonologia “Giulio Ricci” di Roma, ha organizzato e ospitato il Convegno internazionale “Vide e credette”. Non solo la questione dell’autenticità del telo, ma un’occasione divulgativa e persino didattica

Leggi tutto

Politica

Renzi perde, il PDF vince

I recenti riscontri elettorali hanno sancito la crisi del renzismo e la crescita del PDF. Ora è necessario andare avanti per conquistare i giusti traguardi ed esautorare chi dimostra di interessarsi soltanto a pochi a danno di molti

Leggi tutto

Media

Educatori si nasce o si diventa?

«Tutti sanno come si fanno i bambini / ma nessuno sanno come si fanno i papà», e lo stesso vale per quelle figure speciali chiamate a esercitare una paternità specialissima. Lorenzo Ferraioli si pone seriamente la domanda nel suo ultimo libro, destinato a «genitori, docenti, educatori, catechisti, allenatori».

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia è la sola alternativa

Il Popolo della famiglia, oggi sta continuando a seminare. Oggi mette sempre al centro la buona politica: il fare per l’altro. Oggi continua sempre di più il suo operato. Ci siamo e stiamo continuando a radicarci in tutto il territorio italiano e nelle politiche del 4 Marzo, nonostante tutto e tutti ci siamo presentati in autonomia, 220mila persone hanno sbarrato il nostro simbolo. 220 mila per molti una sconfitta ma per noi, per me rappresentano un INIZIO. Alle amministrative abbiamo superato in molti comuni l’1% e non è scontato.

Leggi tutto

Storie

La questione Rocco Siffredi

Siffredi è uno degli attori e produttori più forti del settore e il suo patrimonio è calcolato in decine di milioni di euro, da alcune fonti addirittura in centinaia. In più è italiano e l’Italia ha avuto sempre nei confronti della pornografia una sorta di licenziosa simpatia, forse per emanciparsi dall’immagine di paese bacchettone per via della presenza della Chiesa. Così siamo l’unica nazione al mondo ad aver eletto in Parlamento una pornostar nel pieno della sua attività così come siamo l’unico sistema culturale al mondo ad aver idealizzato una serie di pornoattori facendone una sorta di icone e persino di intellettuali, come appunto capita a Siffredi, ormai protagonista di interviste su settimanali patinati in cui l’intervistatore è addirittura un prete intimidito, oltre che di programmi radiofonici e televisivi di varia natura.

Leggi tutto

Politica

Lo spazio politico al centro

I flussi elettorali hanno provocato un’intensa polarizzazione tra centrodestra verso destra e centrosinistra verso sinistra, ma evidenziano l’esistenza e la resistenza del bacino centrista, riversatosi nel voto alla Lega e nell’astensione. Il centro vale ancora 7 milioni e mezzo di voti, un buon 15%.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano