Storie

di Raffaele Dicembrino

Il saluto a Luigi Amicone

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Luigino Amicone ha lasciato improvvisamente familiari, amici, colleghi ed anche i suoi appassionati lettori. Oggi l’ultimo saluto. Il ricordo di Massimo Camisasca vescovo di Reggio Emilia sul Corriere.

Luigi Amicone fu uno di quei giovani che nel tempo del liceo erano stati affascinati dalle proposte della sinistra extraparlamentare. Un incontro cambiò la sua vita.

Nella realtà dei primi gruppi di Comunione e Liberazione, che stava allora rinascendo dalle ceneri del ’68, trovò la risposta che cercava la sua inguaribile sete di vita. Luigino era un animo semplice e profondo assieme. Appassionato fino a diventare intransigente, e limpido, di quella limpidezza che appariva nei suoi occhi, che rimasero quelli di un bambino anche nella maturità e nella vecchiaia incipiente.

Nel 1976 si trovò a far parte di quel piccolo gruppo di giovani intorno a don Giussani che fece di loro la punta avanzata di un rinnovamento di Comunione e Liberazione. La scoperta della fede aprì per Luigi una responsabilità sociale. Chiuso Il Sabato, fondò Tempi. Ha parlato in questi venticinque anni di temi trascurati da tutti e con un’ottica assolutamente originale e misconosciuta: educazione, libertà religiosa, cristiani perseguitati, un’Europa burocratica e radicale, lontana dai popoli che la costituiscono.

Ha colpito con durezza e verità le correnti che sono ritenute ovvie in questo tempo di postmodernità: la relativizzazione della sessualità, il minimalismo nella letteratura, il nichilismo nella vita quotidiana.

Ha parlato di Chiesa sempre con grande rispetto e con laica libertà.

Da un certo punto di vista Amicone è stato un sognatore, ma di questi sogni abbiamo bisogno per allargare gli orizzonti talvolta ristretti della nostra vita quotidiana.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

21/10/2021
0312/2022
San Francesco Saverio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Mai più un soldo pubblico a questi blasfemi (e fuori dalle scuole)

Decine di migliaia di euro in meno di tre mesi quest’anno al circolo gay Cassero di Bologna. Che svolge iniziative volgari e blasfeme. Ora basta

Leggi tutto

Società

Scuola e chiesa ora tocchiamo veramente i fondi

Gabriele Toccafondi è un fiorentino del ‘72, laureato in scienze politiche, ha fatto il consigliere all’università di Firenze, è stato membro di un sacco di commissioni e promotore di iniziative culturali e dal ‘99 ha messo i piedi in politica per poi non toglierli più. Ha militato tra le file di una lista civica, poi è passato a Forza Italia, poi è stato deputato PdL e nel 2013 ha indossato la casacca NCD, grazie alla quale ora siede sulla poltrona di Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Leggi tutto

Società

Impiccherano Charlie con una corda d’oro

Abbiamo promesso a Charlie ogni giorno che lo avremmo portato a casa. Sembra veramente sconvolgente, dopo tutto quello che abbiamo passato, vederci negato anche questo». Così Connie Yates ha implorato dal mondo il soccorso che possa frapporsi tra loro e l’ultimo sfregio dello spietato nosocomio cui va imputata la morte del bambino. Francis ha stabilito data e ora di morte di Charlie

Leggi tutto

Chiesa

Il profilo del politico che vuole il Vaticano

Due interventi ravvicinati, nei giorni immediatamente successivi al varo del “Biotestamento” danno un sensibile segnale dalla Chiesa

Leggi tutto

Chiesa

Dialogo oltre i populismi

Il discorso di Papa Francesco è andato a toccare motivi di forte contrasto politico tra le nazioni:  le parole del Pontefice hanno messo l’accento soprattutto sull’importanza della collaborazione fra le nazioni e della diplomazia multilaterale, che appare sempre più indebolita dal riemergere di tendenze nazionalistiche.

Leggi tutto

Storie

A tu per tu con Rosaria Radaelli

L’ostetrica Rosaria Radaelli ci parla della sua professione.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano