Politica

di Mario Adinolfi

Se questa è giustizia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I dirigenti di Forza Nuova, brutti e “fascisti”, senza aver ucciso né ferito nessuno e senza essere stati processati si stanno facendo la galera vera, in carcere. Il figlio del regista di sinistra di Roma Nord che ammazza due ragazzine travolgendole da strafatto con il suo Suv, condannato per duplice omicidio stradale a otto anni in primo grado, a cinque anni e quattro mesi definitivi dopo il patteggiamento, non ha fatto un minuto di carcere. A 1 anno e 10 mesi dal giorno in cui ha ucciso Gaia e Camilla è totalmente libero. Si è fatto un po’ di domiciliari e un po’ di obbligo di dimora, che vuol dire stare a casa dalle 22 alle 7. Una volta i carabinieri non l’hanno trovato (“stava dormendo”), un’altra volta i vicini hanno protestato per il volume della musica, nella dimora obbligata si faceva festa. Il figlio del regista di sinistra di Roma Nord ha avuto come avvocato pagato dal ricco papà il principe numero uno, l’arcinoto avvocato dei potenti, che ha fatto il suo dovere. Deve essere per questo che il suo prossimo film, cinepanettone natalizio, si intitola Supereroi. Sa come funzionano i superpoteri: basta avere i soldi e essere dalla parte giusta. Così quando dai una paginata di intervista per presentare il film i giornalisti, che della tua cricca fanno parte, di tuo figlio manco ti chiedono conto, non una domanda, neanche un accenno. Coi superpoteri non solo non gli hai fatto fare un giorno di galera, ma farai dimenticare che abbia mai ucciso Gaia e Camilla. Pamela, 39enne lavoratrice e madre di famiglia che avete visto con la testa spaccata da una manganellata, non ha ucciso nessuno, non ha ferito nessuno, non è stata processata e da due settimane si sta facendo il carcere. Quello che il figlio di papà con l’avvocato dei Supereroi condannato per duplice omicidio non ha visto neanche da lontano. E ora ditemi se questa è giustizia.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/10/2021
0808/2022
San Domenico

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Dati, non chiacchiere, sui pornoquartieri

Tutti gli studi concordano: zoning e strade a luci rosse non risolvono il problema prostituzione, anzi lo rendono più grave e pesante per le donne-schiave

Leggi tutto

Politica

Preparatevi si vota a Giugno

Il voto a Giugno sembra essere sempre più vicino

Leggi tutto

Chiesa

È Angelo De Donatis il nuovo vicario di Roma

Per qualche ora era circolato con insistenza il rumore che voleva monsignor Paolo Lojudice successore di Agostino Vallini al Palazzo patriarcale del Laterano; Papa Francesco ha invece spiazzato tutti nominando l’ex parroco di San Marco in Aracoeli, fino a questo momento ausiliare di Roma col titolo di Mottola. Il Papa gli raccomanda: «Abbi cura delle famiglie, difendi la famiglia»

Leggi tutto

Media

L’ Europa contesa fra transumanisti e bioconservatori

Cosa è avvenuto alla seconda festa nazionale de La Croce: cosa resta dei diritti umani nel Vecchio Continente?

Leggi tutto

Società

Partito il processo a Cappato: perderà comunque il diritto

L’esponente radicale gioca una carta win-win: o dentro o fuori sarà lui il vincitore morale del gioco

Leggi tutto

Politica

Un uomo in cammino riflette

Con tempismo che ben denota l’insipienza politica (proprio quella mattina da Forza Italia si levavano auspici per un futuro esecutivo a conduzione Bonino), Massimo Gandolfini ha diramato
una surreale lettera ai neocatecumenali di Emilia-Romagna per chiedere espressamente di non votare Popolo della Famiglia. Alla clamorosa ingerenza risponde uno dei destinatari della lettera.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano