Politica

di Mario Adinolfi

L’UNICA STRADA

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Notavo la forza della politica emanata da questi tredici nomi (due sono ancora in vita, ultranovantenni, omaggiateli finché siete in tempo). Pensavo a che tragedie immani hanno dovuto affrontare (galera fascista, infamie, pallottole comuniste, tristi vicende private, la vergogna collettiva di Tangentopoli che spazzò via tutto), alla fatica di ricostruire un paese dalle macerie, alla paura da cui non si fecero prendere quando fu chiaro che erano tutti obiettivi della follia terrorista, al no fermo che opposero al commissariamento della politica e della democrazia. Ne avevano la statura per poterselo permettere, con loro Ciampi e Monti e Draghi erano grand commis di Stato, non erano lo Stato. Ma se la politica è Di Maio (ma anche Salvini e Meloni, non cambia) inevitabilmente la politica viene cannibalizzata da chi ha strumenti tecnici, culturali e anche di potere (o autorevolezza per chi preferisce) immensamente superiori ai loro. L’unica strada per uscire dalla crisi italiana è la rilegittimazione della politica e la riconsegna dei tecnici al ruolo di tecnici. Ma per far questo i politici devono tornare ad essere del livello di questi tredici uomini la cui impressionante biografia dovreste studiare.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

24/10/2021
0712/2021
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Tutti in difesa del ministro Fedeli

Loro mentono sistematicamente agli italiani, ma se ne tocchi uno scattano uniti nell’autodifesa: Valeria Fedeli è stata fatta oggetto di un manifesto non violento né volgare, ma che semplicemente ricordava i suoi demeriti. Come un sol uomo scattano a difesa del ministro che ha millantato titoli di studio inesistenti Pd, Forza Italia e sindacati. Citazione a parte per il giuda Renato Schifani che veniva ai Family Day. Ricordarselo quando vi chiederanno di votare Forza Italia, sì, Schifani dopo il viaggetto con Ncd è tornato lì. Controvento, come sempre, solo il Popolo della Famiglia.

Leggi tutto

Politica

Scuola, Appendino ideologica e autoritaria

L’assessore alla Scuola Federica Patti, per cercare di limitare il clamore suscitato dalla decisione della giunta – quella di spezzare le reni agli istituti paritari – ha rilasciato un’intervista a Paola Pintus che appare la classica toppa peggiore dello strappo. Patti si esibisce allora in una serie di omissioni e di manipolazioni della legge Berlinguer 62/2000 che solo alla disonestà o all’impreparazione può attribuirsi

Leggi tutto

Politica

Strage di Bologna: Mambro, Fioravanti e l’Italia che non sa

Non sono un giustizialista, non proverei libidine nel vederli ai ceppi. Ma un po’ il mondo l’ho girato e mi rendo conto che una storia come questa possiamo raccontarla solo noi in Italia. Mettono una bomba nella sala d’aspetto di una stazione, uccidono nella maniera più vigliacca possibile una valanga di bambini, donne, anziani. Non in un grado di giudizio, non un solo giudice, ma una marea di giudici fino alla Cassazione indicano in Francesca Mambro e Giusva Fioravanti gli esecutori materiali della strage. Il 23 novembre 1995 la Repubblica italiana certifica con il terzo grado di giudizio la sentenza definitiva di colpevolezza, nel 1998 la Mambro è già in semilibertà, Fioravanti poverino deve aspettare il 1999. Lo sapevate? Ve l’hanno mai detto? Ve lo immaginate che possa accadere negli Stati Uniti d’America o in qualsiasi paese civile che i condannati per la strage più grave della storia di quel paese, a tre anni dalla sentenza definitiva possano camminare liberi per il centro della capitale? Il tutto, attenzione, senza mai aver collaborato con la giustizia, avendo mantenuto sempre orgogliosamente le bocche cucite e forse il premio è arrivato proprio per questo.

Leggi tutto

Politica

La politica che lucra sulle dipendenze

Se il centrodestra ha Salvini che promuove la prostituzione, a sinistra Civati vanta i soldi che si farebbero con la droga. Sui nostri figli!

Leggi tutto

Politica

Se il voto diviene la prospettiva

Un governo comunque serve per evitare l’aumento dell’Iva e presentarsi al Consiglio d’Europa di fine giugno senza essere canna al vento, perché le decisioni che saranno prese incideranno molto sull’Italia e non si può mandare a trattare il governo Gentiloni scaduto da mesi. Dunque avremo un nuovo premier, probabilmente donna, se Lega e M5S non dovessero improvvisamente scoprire di amarsi alla follia e proporre al Quirinale nelle prossimo ore una propria ipotesi di esecutivo politico. Francamente mi auguro che questo non accada.

Leggi tutto

Storie

101 VERBI - COSE FATTE E SUGGERIMENTI (2)

101-verbi-cose-fatte-e-suggerimenti continua con la sua seconda parte tutta da leggere e sulla quale riflettere…..

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2021 La Croce Quotidiano