Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Il Papa riceve Moon

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il presidente sudcoreano cattolico, a Roma per il G20, è giunto intorno alle 10.15 in Vaticano. Il corteo delle macchine presidenziali ha attraversato piazza San Pietro per arrivare al Cortile di San Damaso, dove Moon - sceso dall’auto insieme alla moglie, in abito nero con un velo di pizzo a coprire il capo - è stato accolto da monsignor Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura della Casa Pontificia.

l capo di Stato è stato accompagnato poi nella Sala del Tronetto, dove è avvenuto il primo saluto con Papa Francesco. I due si sono quindi spostati nella Biblioteca apostolica per il colloquio privato, iniziato alle 10.25 e concluso alle 10.50.

“Cordiali” i colloqui, come riporta una nota diffusa dalla Sala Stampa vaticana, informando che “è stato espresso compiacimento per le buone realzioni bilaterali e per il positivo contributo che la Chiesa cattolica offre alla società, rilevando una particolare assiduità nella promozione del dialogo e della riconciliazione tra i Coreani”. A tal riguardo, sottolinea il comunicato, è stata condivisa “la speranza che il comune impegno e la buona volontà favoriscano la pace e lo sviluppo nella Penisola coreana, sostenuti dalla solidarietà e dalla fraternità”.

Terminato il dialogo, si è svolto il saluto alla delegazione, composta da quindici membri. Poi Moon ha incontrato il segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin, e il sottosegretario per i Rapporti con gli Stati, monsignor Paul Richard Gallagher.

Al momento dello scambio dei doni, Francesco ha consegnato al presidente una medaglia in bronzo raffigurante il progetto originario del Bernini per Piazza San Pietro, oltre a una copia del Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace 2021, il Documento sulla Fratellanza Umana firmato ad Abu Dhabi, il libro edito dalla Lev sulla Statio Orbis del 27 marzo 2020. Il presidente ha ricambiato con una croce realizzata con il filo spinato proveniente dalla zona demilitarizzata al confine con la Corea del Nord. Un “simbolo di pace”, recita la descrizione, dove si legge che sono state realizzate 136 croci uguali, “tenendo conto che sono 68 anni di divisione territoriale di ogni parte”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

30/10/2021
1408/2022
S.Massimiliano M. Kolbe

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa e libri gender: l’imbroglio del Corsera

E’ vergognoso che i media più autorevoli del paese si prestino a questo gioco infame di burattinai avidi che propagandano il falso spacciandolo per vero

Leggi tutto

Chiesa

I #Vescovi italiani guardano al Paese reale

Scuola ed educazione, lavoro e povertà, sicurezza e migranti: sono solo alcuni dei temi (secolari) toccati dal documento finale prodotto dalla Conferenza Episcopale Italiana al termine della riunione autunnale del Consiglio Permanente. Per il resto si è toccata, fra le altre, la questione squisitamente liturgica della diffusione dell’ultima edizione del Messale Romano.

Leggi tutto

Società

Giuseppe Noia ginecologo contro l’aborto

Giuseppe Noia nasce a Terranova da Sibari il 14 Gennaio 1951.
Nel 1975 si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Nel 1980 consegue la specializzazione in Ginecologia e Ostetricia e nel 1988 quella in Urologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.
E’ docente di Medicina dell’Età Prenatale presso la facoltà di Medicina e Chirurgia, Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia, Scuola di Specializzazione in Genetica e diploma di laurea di Ostetricia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E’ docente dei corsi di Perfezionamento e dei Master in Bioetica presso il Pontificio Consiglio per gli studi sulla famiglia Istituto Giovanni Paolo II.
E’ Presidente dell’Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici (AIGOC).

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco all’Angelus: “Il cuore guarisce ascoltando”

All’appuntamento con l’Angelus della prima domenica di settembre il Papa si sofferma sulla guarigione del sordomuto narrata nel Vangelo di Marco. Al termine della preghiera mariana ricorda il popolo afgano, le popolazioni Usa colpite dall’Uragano e il viaggio in Ungheria e Slovacchia ormai in arrivo.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: aborto e eutanasia e l’abitudine a uccidere

Il Papa: l’aborto è omicidio, la Chiesa sia vicina e compassionevole non politica A questo grido, il Papa aggiunge quello delle tante “vittime della cultura dello scarto”: “C’è lo scarto dei bambini che non vogliamo ricevere, con quella legge dell’aborto che li manda al mittente e li uccide direttamente. E oggi questo è diventato un modo ‘normale’, una abitudine che è bruttissima, è proprio un omicidio”,

Leggi tutto

Chiesa

Congo, il dono del Papa ad un orfanotrofio

Al Foyer Nazareth, alla periferia della capitale Brazzaville, giunti tramite l’Elemosineria apostolica e la Nunziatura i medicinali offerti da Francesco per curare la drepanocitosi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano