Chiesa

di Roberto Signori

Karnataka: preghiera e digiuno contro la legge anti-conversione

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La Costituzione della Repubblica dell’India, Stato federale, prevede la libertà di “professare, praticare e propagare” la religione, ma gli stati di Odisha, Uttar Pradesh, Arunachal Pradesh, Chhattisgarh, Gujarat, Jharkhand, Himachal Pradesh, Madhya Pradesh e Uttrakhand hanno promulgato leggi o regolamenti per scoraggiare o vietare le conversioni religiose. Il Karnataka è governato dal partito conservatore Bharatiya Janata, al cui interno membri e politici si dimostrano ostili alle comunità religiose minoritarie. Seguendo una ideologia diffusa nel BJP (la cosiddetta “Hindutva”), c’è chi vorrebbe trasformare l’India da Paese laico a Stato teocratico indù.

Per questo motivo ecco le giornate di digiuno e preghiera per i cristiani del Karnataka, nel sud dell’India, che guardano con profonda preoccupazione alla proposta di legge che intende vietare le conversioni religiose e che porta con sè false accuse di conversioni forzate. L’ha indetta monsignor Peter Machado, arcivescovo di Bangalore, che invita ancora la prossima settimana, sempre il venerdì, ad una protesta silenziosa. Le due iniziative sono state pensate, riferisce Indian Catholic Matters, insieme all’All Karnataka United Christian Forum for Human Right che riunisce Assemblee di Dio, Chiesa battista, Chiesa orientale dei credenti, Chiesa cattolica romana, Chiesa dell’India meridionale, Federation of Christian Churches and Organisations, Chiesa ortodossa siro-giacobita, Chiesa luterana, Chiesa siro-malankarese Marthoma, Chiesa metodista e avventisti del settimo giorno. L’arcivescovo di Bangalore ha esortato le chiese ad esporre il Santissimo Sacramento e ha invitato fedeli e associazioni ad alternarsi in preghiera. “Crediamo fermamente che Dio risponderà alle nostre preghiere e ci darà la forza per sopportare con coraggio le difficoltà che incontriamo nella nostra vita - ha detto il presule suggerendo per la giornata di oggi anche una celebrazione comune serale”. E citando il poeta Alfred Tennyson ha proseguito: “La preghiera produce più cose di quante questo mondo ne sogni”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

13/11/2021
1708/2022
San Giacinto confessore

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Omosessuale e sentinella, non eroe

Giorgio Ponte è il primo omosessuale, che ha partecipato anche all’esperienza delle Sentinelle in Piedi, a esporsi a sostegno di un’idea chiara: la Chiesa non è contro i gay. Dice: “Non siamo contro le persone, ma per la loro salvezza. E non chiamatemi eroe”

Leggi tutto

Storie

Le donne africane non hanno bisogno di aborto

Una giovane nigeriana crea un’organizzazione prolife per opporsi alla “Bill & Melinda Gates Foundation” nei suoi intenti “filantropici” (ossia di controllo delle nascite – dei poveri del mondo). Lo scopo di Culture of Life Africa è dissuadere i “filantropi” dai loro propositi. La lettera di Obianuju a Melinda Gates è un testo di magistero della vita e di resistenza al pensiero unico.

Leggi tutto

Chiesa

Il santo dell’apologetica francese dell’800

Uomo di pensiero e di azione, Federico Ozanam è per gli universitari del nostro tempo, professori e studenti, un modello di impegno coraggioso capace di far udire una parola libera ed esigente nella ricerca della verità e nella difesa della dignità di ogni persona umana». Così Giovanni Paolo II, beatificandolo a Notre Dame, nel 1997, definiva il santo cui è stato assegnato uno dei posti più in ombra del calendario cattolico, la casella odierna, riempita dalla Vergine.

Leggi tutto

Storie

E’ un diritto di ogni uomo essere anche donna seppur non lo sia

«C’è del metodo in questa follia», disse Polonio di Amleto: e in effetti a ben vedere non c’è troppo da stupirsi dell’assurdità di farsi dichiarare per legge appartenenti a un sesso che non è il proprio, giacché la stessa “riassegnazione sessuale” è poco più di una sofisticata mascherata. Solo che ci crediamo…

Leggi tutto

Chiesa

Giornata in memoria dei missionari martiri

Una giornata dunque per chi offre il proprio aiuto gratuitamente agli altri ed in alcuni casi viene ripagato con disprezzo e violenza tanto da arrivare a mettere a repentaglio la propria vita.

Leggi tutto

Politica

Ministro Bonetti: 30 milioni per i campi estivi

Non si coglie come sia possibile immaginare l’apertura di centri estivi – e chi dovrebbe educare i bambini ai giusti comportamenti all’interno dei medesimi? – se non si riconoscono le condizioni adeguate per riaprire le scuole. Si tratterebbe comunque di luoghi di “assembramento sociale”, in che spazi? Gestiti da chi? Insomma, le risposte del ministro contengono sempre una parte di giudizio interessante, a tratti anche condivisibile («i nostri figli hanno diritto di giocare», «la priorità è sostenere le famiglie e investire nel valore sociale che continuano a mettere in campo»), purtroppo innestate – quasi innaturalmente – in una concezione talmente ideologica e statalista per cui gli “aiuti” vanno promessi – si spera prima o poi anche erogati – al fine di un «cambio di paradigma» della società, che deve diventare come il ministro desidera.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano