Chiesa

di Stefano Di Tomassi

Quanta Ostia “sugli altari della “mensa” di Dio

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Sempre più presente vicino al Santo Padre, il legame tra Ostia e Papa Francesco cresce. Da quel Corpus Domini del 2018 la città lidense è maggiormente attiva a preparare – come ci ricordava Papa Bergoglio – la ‘mensa del Signore’. Lo fa nella carità, ma anche nella cultura, con i giovanissimi anche intorno alla mensa della liturgia della celebrazione eucaristica.

La Chiesa evangelizza anche con la bellezza della Liturgia.

E’ bello vedere il diacono Generoso Simeone sempre molto prossimo alla cattedra di Pietro, aiutare il Papa sotto il colonnato del Bernini; ugualmente bello è seguirlo con don Giovanni Carpentieri tra i parchetti della periferia lidense a ‘caccia’ di quei ragazzi tra lontani dalle loro famiglie. E’ bello vedere presso la Chiesa di Regina Pacis, bambini e adolescenti terminare, in questi giorni, la loro preparazione come ‘ministranti’, e ricevere l’abito e anche un piccolo ‘tesserino di riconoscimento’ con una preghiera ad hoc per loro, affinché inizi il loro Servizio vicino alla mensa/altare di Dio.

Chi scrive l’articolo su questa ‘dimensione circolare della chiesa’ lo fa perché questo tesserino, caduto a scuola al suo bambino possessore, lo ha raccolto e riconsegnato. Spesso il Signore fa ‘cadere’ il suo ‘seme’.

E’ bello che questo Venerdì 26 p.v. presso la Chiesa di Santa Monica inizi una vera e propria preparazione, aperta alla cittadinanza di Ostia, che spieghi la Liturgia della Chiesa universale; è un vero e proprio ‘libro’ millenario che si apre di fronte agli occhi di chi segue e allora il rito e il rituale si comprende collegato alla Sacra Scrittura e arricchito dalla storia di una relazione tra l’uomo e il Signore Dio.

I passi di una storia millenaria hanno lasciato le loro impronte e da ognuna di esse, nel bene e nel male, Gesù ha insegnato il cammino della chiesa nella chiesa. Quelli che da fuori possono sembrare solo riti e rituali, rappresentano invece un bagaglio di memorie, di vita comunitaria densa e intensa. In questi il Signore e gli uomini si riconoscono e si compiacciono, comunicano e per questo la celebrazione della liturgia è anche un dialogo e un linguaggio.

Non avrebbe molto senso vivere nel passato, nei gesti, nei simboli e segni se non si mettesse il dito nei segni del dolore di Gesù, nelle piaghe della crocifissione, nell’aiuto verso il fragile, il povero, il solo, lo smarrito, il recluso; nello stesso tempo andare sempre fuori, senza girarsi a guardare lo splendore della storia fatta insieme con Gesù attraverso la celebrazione dei suoi passaggi, nei secoli e nei millenni, forse avrebbe poco spessore, certo si perderebbe una grande occasione di conoscenza e coscienza.

Allora guarda Signore alle mani giunte nella preghiera che si alza verso di te e fai che siano la mensa che viene edificata, una la carità l’altra la storia della nostra relazione lungo gli anni, i secoli e i millenni. Non far separare questa unione in modo che le mani giunte come gli atri del cuore permettano una pulsazione dell’Amore che di Vita Verità e Vita..

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

24/11/2021
2402/2024
San Sergio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa Francesco: “Ciò che conta è non buttare via la vita”

“La Chiesa fin dalle origini ha conosciuto, insieme alle gioie, tante persecuzioni. Sembra paradossale: l’annuncio del Regno di Dio è un messaggio di pace e di giustizia, fondato sulla carità...

Leggi tutto

Chiesa

Pakistan: il calvario dei rifugiati hazara cristiani

I rifugiati afghani in Pakistan speravano in una vita migliore, ma vivono nascondendosi e celando la loro identità temendo di essere espulsi o, peggio, linciati in strada per la loro fede

Leggi tutto

Chiesa

Il Papa affida a Maria i giovani della GMG

Dopo l’Angelus, a pochissimi giorni dalla Giornata Mondiale della Gioventù di Lisbona, Francesco pensa ai tantissimi giovani che da tutti i continenti giungeranno in Portogallo e invoca per loro la protezione della Vergine che dopo l’Annunciazione “si alzò e andò in fretta”

Leggi tutto

Media

Papa Francesco: la vocazione dei cristiani è la fratellanza

Il quotidiano Avvenire ha anticipato la lettera firmata dal Papa che chiude il libro dello scrittore francese Éric-Emmanuel Schmitt “La sfida di Gerusalemme - Un viaggio in Terra Santa”, edito dalla Libreria Editrice Vaticana e dalle Edizioni e/o. Di seguito il testo integrale della lettera

Leggi tutto

Chiesa

Papa all’apertura del Sinodo: ‘Sia luogo di grazia, oltre le paure’

Sul sagrato della basilica di San Pietro la Messa che ha dato inizio ai lavori dell’Assemblea insieme ai nuovi cardinali.

Leggi tutto

Chiesa

In Vaticano l’incontro sui Santuari e la preghiera

Il secondo incontro internazionale per i rettori e gli operatori dei Santuari si terrà sino a sabato prossimo in Aula Paolo VI. Sarà occasione per proseguire un percorso di formazione

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano