Politica

di Mario Adinolfi

Non si vessano le famiglie

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Rendere più gravoso il Natale di milioni di famiglie, rendere più difficoltoso il lavoro delle strutture ricettive e di ristorazione (abbattendone il fatturato nel mese più redditizio, ricordando che nella stragrande maggioranza dei casi sono piccole imprese familiari), mi sembra un pesante errore del governo Draghi, pur comprendendo la difficoltà del momento e non avendo voluto mai alimentare in questi mesi inutili violente contrapposizioni. La Gran Bretagna da agosto ha rimosso ogni limitazione e ha la stessa percentuale di letti di terapia intensiva occupati per Covid, gli stessi morti, meno vaccinati di noi e fa molto più freddo da tempo. Il ministro della Salute britannico ha appena ribadito che sarà un Natale senza limitazioni per tutti. Draghi ha detto che sarà “un Natale normale solo per i vaccinati”. Non è una bella frase, è molto divisiva e anche un pizzico provocatoria. Il Popolo della Famiglia chiede con fermezza che almeno per i lavoratori i tamponi siano gratuiti. Non si vessano le famiglie.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

24/11/2021
0712/2022
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Dieci obiezioni confutate sul Popolo della Famiglia

Gianfranco Amato ribatte alle obiezioni giunte da più parti sulla decisione del Popolo della Famiglia di competere alle prossime elezioni amministrative

Leggi tutto

Politica

Preparatevi si vota a Giugno

Il voto a Giugno sembra essere sempre più vicino

Leggi tutto

Storie

Il centenario di Fatima ed il PDF

Suor Lucia, la più longeva dei tre pastorelli che cent’anni fa videro la Vergine, scrisse al cardinale Carlo Caffarra che «lo scontro finale tra il Signore e il regno di Satana sarà sulla famiglia e sul matrimonio». Questo è il punto decisivo, spiegava la venerabile. Il Popolo della Famiglia no

Leggi tutto

Storie

Charlie muoia almeno a casa sua

Se la “resa” dei genitori di Charlie Gard è piovuta sul mondo prolife come una doccia gelata, la reazione sconcertante di certe frange di quest’ultimo – che si sono volte ad attaccare i due, rei di non
corrispondere al gonfalone che se n’erano fatto – lascia non meno da riflettere. Anche perché la bella dichiarazione del Bambino Gesù è stata a sua volta travisata come un documento compromissorio

Leggi tutto

Politica

Da Parigi un’Europa vera grida all’impostura della falsa

E sulla “Dichiarazione di Parigi”, firmata da immortali e altri accademici di fama, cala il silenzio

Leggi tutto

Politica

Da Maroni e Lega via libera al DDL Scalfarotto

La prova provata (se qualcuno ne avvertisse il bisogno) della totale irrilevanza dei cattolici per le valutazioni della politica nazionale

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano