Politica

di Giuseppe Udinov

In Finlandia una proposta di legge pro transgender

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I deputati finlandesi hanno presentato, alla Commissione parlamentare per gli affari sociali e la salute, una legge di iniziativa popolare in cui si chiede una riforma della legislazione sui transgender.

L’iniziativa, intitolata “Il diritto di essere”, ha ricevuto le 50.000 firme necessarie per procedere in Parlamento all’inizio di quest’anno. Secondo l’attuale legislazione finlandese, un individuo trans deve fornire la prova di essere stato sterilizzato prima di poter acquisire il riconoscimento legale del genere. Il governo finlandese ha affrontato una crescente pressione per riformare la legge, in particolare da parte delle lobby LGBTI e dall’UE, che hanno dichiarato che le norme in vigore violerebbero la Convenzione europea dei diritti umani.

Un gruppo di lavoro intergovernativo ha già iniziato il processo di elaborazione di modifiche alla legislazione transgender esistente e pare che il governo socialista in carica presenterà la sua proposta al Parlamento la prossima primavera. Ci sono differenze chiave tra le due proposte. Il contenuto della nuova proposta di legge del governo non è ancora stato reso pubblico, ma le anticipazioni indicano che gli emendamenti si applicheranno solo agli adulti, cioè a coloro che hanno più di 18 anni. “Sappiamo che il disegno di legge del governo escluderà le persone sotto i 18 anni ed è questa una ragione fondamentale per approvare invece il testo di legge dell’iniziativa “Il diritto di essere”, ha detto Kasper Kivistö, presidente del consiglio di amministrazione di Trasek, un’associazione che promuove i diritti dei transgender e degli intersessuali.

L’iniziativa popolare, infatti, vorrebbe permettere il riconoscimento legale del genere in base al principio dell’autodeterminazione, per cui sia gli adulti che i minori possono definire il proprio genere. Già in passato, nel 2017, una proposta di legge simile, per emendare la legge finlandese sulle persone trans, non aveva ricevuto abbastanza sostegno dal Parlamento ed era naufragata.

Poi, guarda caso, in Scandinavia escono “strani” spot su Babbo Natale che chiariscono ancor più come nulla sia lasciato al caso nel tentativo di minare la salute mentale dei bambini sin dall’infanzia.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/11/2021
2502/2024
San Tarasio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

No della Cassazione ai matrimoni gay

Sentenza fondamentale che dice con nettezza: “La Costituzione e l’Europa non impongono al legislatore norme sul matrimonio omosex”

Leggi tutto

Società

Che cos’è l’ideologia gender?

Secondo alcuni “non esiste” ed è una “invenzione del Vaticano”. L’ideologia gender invece non solo esiste, ma è pervasiva e fondata su cinque “comandamenti”. Ecco quali sono

Leggi tutto

Politica

Gender e utero in affitto: il “sistema Val d’Enza”

Leggi tutto

Società

Cuba e il nuovo codice delle famiglie

Il Parlamento è ora chiamato a fissare la data in cui questo Codice della Famiglia sarà votato in un referendum, che si terrà nell’arco dei prossimi dodici mesi

Leggi tutto

Storie

Disney presenta la nuova linea di abbigliamento LGBTQ per bambini

La Disney e la propaganda senza fini per i gender. Difendere i nostri figli è un dovere.

Leggi tutto

Politica

Gender, ius soli, droghe: le priorità della sinistra

Ecce PD…. non cambiano mai!

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano