Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Karnataka: pronta la legge anti-conversioni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il governo dello Stato indiano del Karnataka ha annunciato che la legge anti-conversioni è pronta per essere discussa dalla prossima sessione dell’Assemblea legislativa, che inizierà il 13 dicembre. La notizia ha suscitato la reazione preoccupata delle comunità cristiane locali che sabato 4 dicembre, su iniziativa dell’All Karnataka United Christian Forum for Human Rights, hanno promosso una protesta silenziosa davanti alla cattedrale di San Francesco Saverio.

La proposta di legge - ha dichiarato l’arcivescovo di Bangalore, mons. Peter Machado, che è anche presidente della Conferenza episcopale del Karnataka – “è un oltraggio ai principi laici promossi dalla Costituzione Indiana”. L’arcivescovo ha chiesto a tutte le componenti della società civile di alzare la voca contro questa legge pericolosa. “È meglio prevenire la violenza settaria prima che avvenga”, ha aggiunto invitando il governo a non presentare il disegno di legge. “L’intera comunità Cristiana del Karnataka si chiede che bisogno vi sia di questo provvedimento quando vi sono già leggi e direttive dei tribunal in grado di monitorare ogni violazione delle norme esistenti”.

Facendo riferimento poi alle dichiarazioni di alcuni parlamentari del Bjp, il partito nazionalista indù del premier Narendra Modi, secondo cui in alcuni distretti del Karnataka vi sarebbero state tra le 15mila e le 20mila conversioni, l’arcivescovo ha parlato di numeri esagerati. “Se le cose stessero così - ha commentato - vi sarebbe stata una crescita dei cristiani. Invece i dati del censimento parlano parlano di una riduzione: erano l’1,91% della popolazione nel 2001, erano scesi al 1,87% nel 2011. Chi si è convertito lo ha fatto di sua spontanea volontà, esercitando un diritto garantito dalla Costituzione indiana. Le leggi anti-conversione sono solo una minaccia nei confronti delle minoranze”.

Approvate per la prima volta in Orissa nel 1967, le leggi anti-conversione sono oggi in vigore anche in altri 6 Stati indiani. Mons. Machado contesta anche il carattere d’urgenza che il governo locale del Karnataka vuole dare alla discussione. “Il testo del provvedimento deve ancora essere depositato e la discussione è prevista nella prossima sessione parlamentare. Dove sono i tempi e i luoghi per una discussione pubblica?”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

09/12/2021
2809/2022
S. Venceslao

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Via Ostiense, il vescovo cattolico e quello ortodosso in preghiera uniti nel “Tempo del Creato”

Il Vescovo del settore di Roma Sud e Ostia S.E.R. Dario Gervasi e Padre Gheorghe Militaru vicario per l’Italia della chiesa ortodossa rumena si incontreranno oggi presso la Chiesa sulla Via Ostiense 1551 ‘Ingresso del Signore a Gerusalemme’ a Casalbernocchi per pregare insieme. L’appuntamento alle ore 18.

Leggi tutto

PoliticaChiesa

Haiti: timori dei vescovi dopo i nuovi rapimenti

La Commissione Episcopale Nazionale per la Giustizia e la Pace, in una nota, fa luce sull’atteggiamento della polizia dopo il sequestro dei missionari lo scorso sabato. L’ennesimo rapimento a scopo di riscatto avviene in una guerra tra poveri e in un contesto di degrado, insicurezza e pandemia.

Leggi tutto

Chiesa

Papa udienza generale: Giuseppe, uomo giusto e sposo di Maria

L’esperienza di San Giuseppe “promesso sposo” insegna a guardare alle circostanze della vita alla luce della Provvidenza. Il suo percorso con Maria, indica il Papa nella catechesi dell’udienza generale, sia esempio per i fidanzati cristiani

Leggi tutto

Storie

SUDAN - “Il Paese è al sicuro solo se ogni singolo cittadino lo è”

“Libertà, pace, giustizia e un Paese che accolga tutti e che guardi al cambiamento e alla costruzione di un nuovo Sudan in cui tutti siano uguali, come un popolo e una nazione” è lo slogan della rivoluzione popolare conclusa con il rovesciamento del settimo Capo di Stato, Omar al-Bashir, dopo tre decenni al potere, che il Vescovo della diocesi di El Obeid, Mons. Yunan Tombe Trille Kuku, ha evidenziato in occasione del suo messaggio di Natale e Capodanno 2022.

Leggi tutto

Chiesa

Colombia: appello della Chiesa contro le violenze

Nel Paese latino americano si registra, dall’accordo di pace del 2016, una recrudescenza della violenza, con vittime in particolare tra gli attivisti per i diritti umani.

Leggi tutto

Chiesa

Papa all’Angelus: la gioia di liberarsi dall’ egocentrismo

Nella Domenica delle Beatitudini, Francesco invita a scoprire i doni della vita oltre i beni materiali, ma anche ad essere liberi dalla certezza di sapere già tutto. L’obiettivo è essere “una persona umile, aperta, aliena da pregiudizi e rigidità”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano