Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Müller: stanno sfruttando la pandemia per diffondere il pensiero totalitario

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I politici, i media e le aziende tecnologiche hanno “sfruttato spietatamente” la pandemia di Covid 19 per diffondere un pensiero totalitario che divide anche le famiglie. Lo ha affermato il cardinale Gerhard Ludwig Müller in un’intervista a Edward Pentin per il National Catholic Register, intervista in cui critica anche le azioni di molti vescovi che hanno chiuso i templi e l’accesso ai sacramenti. Per il cardinale tedesco, infatti, la reazione di alcuni vescovi e sacerdoti alla pandemia, chiudendo le chiese e negando alle persone l’accesso ai sacramenti, è stata un “peccato grave” che ha violato l’autorità che Dio aveva dato loro.

Secondo il Prefetto emerito della Congregazione per la Dottrina della Fede occorre distinguere tra l’osservanza di norme sensate per evitare la trasmissione della malattia e norme non sensate. Ma questo non può giustificare il rifiuto dei sacramenti perché “la vita eterna deve avere la precedenza sui beni temporali”.

In alcune diocesi della Germania possono partecipare alla Santa Messa solo le persone vaccinate o recentemente guarite dal Covid. Provvedimenti di questo tipo, così come la chiusura delle chiese, sono “una prova sconvolgente della misura in cui la secolarizzazione e scristianizzazione del pensiero è già arrivata ai pastori del gregge di Cristo”, ha detto Müller.

Compito della Chiesa cattolica e dei governi è promuovere la coesione sociale ed evitare misure che possano provocare divisioni radicali nella società. Il licenziamento di persone con opinioni diverse come “teorici della cospirazione” o “peccatori contro la carità” deve essere respinto, ha affermato il porporato che era stato scelto da Benedetto XVI alla guida dell’ex Sant’Uffizio.

Vescovi e sacerdoti non devono “offrirsi come cortigiani ai governanti di questo mondo e diventare i loro propagandisti”, ha sottolineato Müller. Il loro compito è servire “la riconciliazione tra Dio e l’uomo e la riconciliazione dell’uomo con gli altri uomini. La loro missione e autorità vengono da Gesù Cristo. In tempi di crisi i luoghi di culto, e il cuore delle persone, devono essere aperti perché le persone possano trovare rifugio in Dio, dal quale viene ogni aiuto. Nessuna medicina o innovazione tecnica potrà salvarci dalla morte. Il pane che Gesù dona è la guarigione della morte eterna e il cibo per la vita eterna”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

09/12/2021
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

L’AIFA invita a segnalare le reazioni avverse da vaccino

L’Agenzia italiana del farmaco rinnova su Twitter un invito ai medici a segnalare un paziente che abbia abbia avuto una reazione avversa in seguito alla vaccinazione

Leggi tutto

Chiesa

Ostia e la cultura cristiana

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato—-SEGRETERIA—- COMMISSIONE CULTURA PREFETTURA DI OSTIA DIOCESI DI ROMA
SALA RIARIO, EPISCOPIO OSTIENSE – BASILICA CATTEDRALE DI SANT’AUREA

Leggi tutto

Storie

Cina e tratta di matrimoni

Gli intermediari guadagnano tra i 20mila e i 40mila dollari a matrimonio. Le denunce di ragazze allettate con una promessa di lavoro e ritrovatesi spose in ambienti violenti o pericolosi.

Leggi tutto

Storie

Anziana disabile (97 anni) multata di 100 euro perché senza dose di vaccino Covid

Ricoverata in una Rsa all’età di 97 anni, si è vista recapitare una multa di 100 euro perché non ha ricevuto la seconda dose di vaccino.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: aborto e eutanasia e l’abitudine a uccidere

Il Papa: l’aborto è omicidio, la Chiesa sia vicina e compassionevole non politica A questo grido, il Papa aggiunge quello delle tante “vittime della cultura dello scarto”: “C’è lo scarto dei bambini che non vogliamo ricevere, con quella legge dell’aborto che li manda al mittente e li uccide direttamente. E oggi questo è diventato un modo ‘normale’, una abitudine che è bruttissima, è proprio un omicidio”,

Leggi tutto

Società

La terza dose di vaccini anti Covid non convince gli italiani

Guendalina Graffigna, psicologa dell’Università Cattolica di Cremona ha parlato della sfiducia degli italiani verso la terza dose di vaccino, ritenuta ora necessaria dagli esperti: “Troppe volte siamo stati disillusi”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano