Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Ungheria: Chiese cristiane e comunità ebraiche a difesa dei valori

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Impegno comune a difendere il matrimonio “tra un uomo e una donna” e “i valori giudeo-cristiani del matrimonio, della famiglia e della dignità umana”. È quanto ribadiscono all’unisono in una Dichiarazione comune i rappresentanti delle Chiese cattolica, protestanti e ortodosse e delle comunità ebraiche di Ungheria, prendendo posizione in merito al dibattito “sempre più intenso” negli ultimi tempo nel Paese sul matrimonio tra persone dello stesso sesso. “Anche durante la sua visita a Budapest, Papa Francesco ha sottolineato la posizione biblica secondo cui il sacramento del matrimonio si realizza tra un uomo e una donna”, si legge nella Dichiarazione. “Anche nella tradizione ebraica, l’approvazione del rapporto donna-uomo mediante il matrimonio è il fondamento della dignità umana. Noi, rappresentanti delle Chiese sottoscritte, cattolici, protestanti e ortodossi, nonché le comunità ebraiche, mentre ci prepariamo alle feste di Natale ed alla luce delle candele di Hanukkah, inoltre rispondendo alle questioni oggetto di dibattito, sempre più intenso negli ultimi tempi, riconfermiamo il nostro impegno per i valori giudeo-cristiani del matrimonio, della famiglia e della dignità umana”.

La Dichiarazione è firmata dalla Conferenza episcopale ungherese, dalle Chiese riformata, evangelica, battista, pentecostale, metodista, dalla diocesi ortodossa serba, bulgara, rumena, russa, dal Patriarcato ecumenico di Costantinopoli – Esarcato ortodosso d’Ungheria, dalla Associazione delle Comunità ebraiche d’Ungheria e dalle Comunità israeliane unite d’Ungheria.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

10/12/2021
0210/2022
Ss. Angeli Custodi

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Mar Awa Royel è il 122esimo Patriarca della Chiesa assira d’Oriente

Nato 46 anni fa a Chicago, e quindi figlio della diaspora assira negli USA, David Royel è stato ordinato diacono già a 17 anni, e in seguito ha conseguito titoli di laurea in sacra teologia presso la Loyola University di Chicago (fondata nel 1870 dai Gesuiti) e presso l’University of Saint Mary of the Lake, nota anche come “Mundelein Seminary”, storico istituto incaricato della formazione teologica e spirituale dei sacerdoti cattolici dell’Arcidiocesi di Chicago

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: aborto e eutanasia e l’abitudine a uccidere

Il Papa: l’aborto è omicidio, la Chiesa sia vicina e compassionevole non politica A questo grido, il Papa aggiunge quello delle tante “vittime della cultura dello scarto”: “C’è lo scarto dei bambini che non vogliamo ricevere, con quella legge dell’aborto che li manda al mittente e li uccide direttamente. E oggi questo è diventato un modo ‘normale’, una abitudine che è bruttissima, è proprio un omicidio”,

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia presente alla Falchera

Si volantina tra la gente a sostegno di Damilano, un sindaco anche per le famiglie delle periferie.

Leggi tutto

Chiesa

Vi lascio la pace

Un gran dono di Gesù è quello della pace. Un seme che può maturare gradualmente, delicatamente, in noi. La fiducia che Dio ha fatto bene ogni cosa, e dunque stranezze, forzature, complicazioni, timori eccessivi, scoraggiamenti senza speranza, ogni cosa che pare toglierci la pace e la fiducia di fondo è un pensiero ingannevole

Leggi tutto

Società

Confesercenti: italiani più poveri

L’assemblea annuale di Confesercenti si concentra sui temi economici di attualità, inflazione, consumi, taglio delle tasse e lavoro

Leggi tutto

Storie

La storia del “prete pistolero”

Fucili, pistole e anche un arco: è tutto nelle mani di un prete per difendere la canonica

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano