Società

di Giuseppe Udinov

Siria: oltre 3.700 vittime nel 2021

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nel 2021 sono morte 3.746 persone in Siria, il numero più basso dall’inizio del conflitto nel marzo 2011. In base ai dati forniti dall’Osservatorio siriano per i diritti umani (Sohr), ong con base nel Regno Unito e una fitta rete di corrispondenti sul territorio, sul totale delle vittime almeno 1.505 sono civili, fra i quali 360 bambini. Il resto è composto da militari dell’esercito siriano, jihadisti e membri delle fazioni ribelli tuttora in contrapposizione al governo di Damasco.

Nell’elenco vi sono comprese anche 297 persone rimaste uccise da mine anti-uomo e ordigni inesplosi rimasti nel sottosuolo. Un problema annoso retaggio della guerra e dell’ascesa dello Stato islamico (Si, ex Isis), che rappresenta una emergenza ancora attuale tanto in Siria quanto in Iraq.

Dai conteggi contenuti nel rapporto rilasciato dall’Osservatorio, nell’anno che si sta per concludere si è registrato il dato più basso in merito alle vittime. Lo scorso anno erano 6.800 e nel 2019 il bilancio superava le 10mila. La diminuzione, spiegano gli esperti, è dovuta a una serie di fattori fra i quali la fine dello scontro armato in diverse parti del Paese dopo la riconquista del territorio da parte dell’esercito regolare siriano, con l’aiuto dell’Iran e della Russia.

Nella provincia nord-occidentale di Idlib, sotto il controllo dei ribelli, è in vigore un fragile cessate il fuoco mediato da Russia e Turchia che ha permesso, nonostante ripetuti focolai di tensione, di contenere il numero dei morti in battaglia. La fragile tregua, sottoscritta nel marzo 2020, è stata rinnovata ed estesa per l’anno in corso.

I numeri in costante calo delle vittime vengono interpretati in modo positivo da alcuni governi, che considerano il Paese pacificato e sicuro, tanto da permettere il rientro dei milioni di profughi e rifugiati che lo hanno abbandonato negli anni più bui del conflitto.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/12/2021
0708/2022
San Gaetano da Thiene

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Putin lancia l’operazione militare in Ucraina

La tanto temuta guerra in Ucraina è scoppiata. La Russia è entrata con le sue armate alle prime luci del giorno ed ha iniziato quella che Putin definisce un’operazione di difesa dei confini russi ed una reazione alla terribile strage di Odessa.

Leggi tutto

Storie

Cascia: monache agostiniane accolgono 10 ucraini

Le famiglie ospitate a Cascia, grazie alla comunità monastica agostiniana, “sono vittime in fuga dall’orrore della guerra, che gli ha portato via tutto”, che “hanno bisogno di ritrovare serenità e speranza”, ha spiegato suor Maria Rosa Bernardinis, badessa del Monastero Santa Rita

Leggi tutto

Chiesa

Il Papa invita la comunità internazionale ad aiutare il popolo birmano

Nel post Angelus, Francesco invita la comunità internazionale a non dimenticare la popolazione birmana, a fornire l’assistenza umanitaria di base e chiede che il conflitto non tocchi i luoghi di culto, ospedali, scuole

Leggi tutto

Chiesa

Papa: “Le armi nucleari? Immorali!”

In occasione dell’inizio della Conferenza Onu sulla revisione del Trattato di non proliferazione Nucleare, che durerà sino al 26 agosto, il Papa, in un tweet pubblicato sul suo account in dieci lingue @Pontifex, ribadisce la posizione della Chiesa contraria alle armi atomiche.

Leggi tutto

Società

I drammatici effetti del Covid sui bambini

In un rapporto, in occasione del 75.mo anniversario del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, si segnalano gli effetti drammatici della pandemia sui più piccoli

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: Dio doni la pace

“Signore, ascolta la preghiera di coloro che soffrono e fuggono sotto il frastuono delle armi”: è l’invocazione del Papa, nel giorno della preghiera e del digiuno per l’Ucraina, a conclusione dell’omelia della Messa delle Ceneri, letta dal cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin nella Basilica Vaticana.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano