Politica

di la redazione

Ferrario (Popolo Famiglia): “A Busto pochi figli, servono incentivi”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

BUSTO ARSIZIO – Bilancio demografico negativo per il secondo anno consecutivo, il Popolo della Famiglia lancia l’allarme denatalità: «Servono incentivi, come il Bonus Natalità, sgravi fiscali e quoziente familiare, ma anche agevolazioni all’acquisto della prima casa per le giovani coppie». Sono le proposte che mette sul tavolo Giuseppe Ferrario, consigliere comunale di Popolo Riforme e Libertà e segretario cittadino del partito fondato da Mario Adinolfi, dopo che i dati dell’anagrafe 2021 hanno mostrato una preoccupante situazione di “inverno demografico” a Busto Arsizio, per dirla con le parole di Papa Francesco.

Il problema denatalità

Per Ferrario è un ritorno in campo dopo i problemi di salute che lo hanno afflitto nel recente passato. «Anche quest’anno a Busto Arsizio si è registrato un calo demografico che solo in parte è stato mitigato dall’arrivo di immigrati. Ma il dato più preoccupante è il bilancio tra nascite e decessi che è di 842 cittadini. Di fronte a 1481 decessi, sono nati solo 639 neonati. E questo per il secondo anno consecutivo – l’analisi del consigliere comunale – sul tema della denatalità si parla ormai da anni, perfino di recente sia il Santo Padre Francesco che il Presidente Mattarella hanno rivelato come la denatalità sia grave e urge introdurre risposte concrete. Come a livello nazionale, Busto non fa eccezione come dimostrano i dati rivelati degli ultimi anni. Per affrontare e superare questa emergenza, vanno introdotte politiche economiche e culturali a livello nazionale e a livello locale. Nello specifico nel nostro territorio di Busto, si possono introdurre incentivi come Bonus Natalità, sgravi fiscali sulle famiglie e introduzione del quoziente familiare sulla tassazione locale, come anche agevolazioni per giovani coppie che desiderano acquistare la prima casa».

La battaglia del PdF Alla luce di questi ultimi dati, ritengo che l’amministrazione di Busto Arsizio debba rispondere a questo problema e noi come Popolo Riforma e Libertà avanzeremo le nostre proposte augurandoci un confronto costruttivo e ampiamente condiviso per invertire questa tendenza negativa. Come esponente del Popolo della Famiglia, ricordo la proposta di legge “Reddito di Maternità” depositata in parlamento nel 2019 che mira incentivare le nascite riconoscendo alle mamme che desiderano occuparsi esclusivamente dei propri figli, un reddito mensile per i primi 8 anni di vita del nascituro».

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

11/01/2022
2805/2022
Sant'Emilio martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Preoccupazioni prive di azioni

Le conclusioni dell’assemblea generale della Cei indicano una serie di problemi, osservano l’avanzata di un’offensiva legislativa contro la famiglia, ma non offrono risposte operative

Leggi tutto

Politica

PDF alle elezioni, le date fondamentali

In appena 90 giorni potremmo trovarci davanti ad un’Italia trasformata dalla grande sorpresa di un’affermazione del Popolo della Famiglia al voto, che si tiene a 65 giorni esatti da adesso. Vale la pena di essere protagonisti di questa lotta per il cambiamento, per la famiglia, per la vita.

Leggi tutto

Politica

Cambiamento

Il popolo della famiglia vuole dare una possibilità agli italiani che vogliono cambiare le cose, in quanto molti uomini di principio sono stati coinvolti. Non possiamo più permettere che a “vincere” siano sempre: l’incomprensione, la corruzione, l’odio e l’indifferenza. Oggi, è possibile guardare al bene comune con il cuore aperto senza se e senza ma.

Leggi tutto

Politica

Ursula, non sei il mio presidente

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco in Iraq: le tappe del viaggio

Inizierà il 5 marzo con un volo da Roma Fiumicino a Baghdad, il tanto desiderato viaggio del Papa in Iraq all’insegna del motto “Siete tutti Fratelli”. L’accoglienza ufficiale sarà presso l’aeroporto della capitale irachena, dove Papa Francesco avrà il suo primo incontro, nella sala vip dello scalo, con il primo ministro, per poi proseguire presso il Palazzo presidenziale dove avrà luogo la cerimonia ufficiale di benvenuto.

Leggi tutto

Società

Assicurare per vaccinare in libertà

Lottare contro i luoghi comuni. Continuare a ragionare, farsi domande, cercare risposte. Bisogna fregarsene di essere additati come antivax o che so io e se il governo prende decisioni che secondo noi sono fortemente restrittive della libertà individuale, garantita dalla Costituzione, bisogna avere il coraggio o semplicemente l’onestà di dirlo. Licenziare i docenti che non si sottopongono entro cinque giorni dalla nomina al vaccino, appare una decisione eccessiva e anticostituzionale.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano