Società

di Mario Adinolfi

Dignità e sorriso

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Ieri pomeriggio a Liverpool si è giocata Liverpool-Brentford e a Roma Roma-Cagliari. Allo stadio di Anfield Road sono stati staccati 52.352 biglietti perché non vigono limitazioni, allo stadio Olimpico 5.000 biglietti perché il governo dirigista di Draghi vuole così. A Roma si sono fatti incassi pari a meno di un decimo di quelli inglesi anche nei bar, nel merchandising, nei parcheggi, nei trasporti, tra i venditori ambulanti di panini e birra. L’Italia paga, unico Paese al mondo con obbligo vaccinale e supergreenpass che toglie diritto allo stipendio e a salire su un bus o un treno, una libbra della propria carne come tributo alla follia di una politica commissariata da un mercante. L’economia altrove viaggia a pieni motori, da noi è ingolfata da lacci senza senso, perché non è che altrove il morbo faccia strage e da noi no, anzi. Paghiamo con la nostra libertà, coi nostri figli che piangono perché non possono fare sport e i genitori a casa perché non possono lavorare, senza alcun vantaggio per la collettività. Questo significa essere no vax? No, signori. Questo significa saper leggere i numeri, significa essere razionali, significa chiedere libertà e giustizia, significa pretendere il ripristinino pieno dei diritti costituzionali di ciascuno e la fine dello stato d’emergenza, per salvare l’Italia dal naufragio. Il Popolo della Famiglia lavora per risollevarla e per restituire dignità e sorriso alle famiglie italiane. Come accade in tutti gli altri Paesi del mondo. E rispondete alla domanda: perché solo in Italia? Perché ad Anfield 52.352 biglietti e all’Olimpico 5.000?

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/01/2022
0712/2022
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Dieci obiezioni confutate sul Popolo della Famiglia

Gianfranco Amato ribatte alle obiezioni giunte da più parti sulla decisione del Popolo della Famiglia di competere alle prossime elezioni amministrative

Leggi tutto

Società

Riguardo a donne e discriminazione

Molto più fecondamente che appellandosi all’incomprensibile nozione di “omofobia”, si contrasterebbe il bullismo stigmatizzando e perseguendo legalmente l’ipotetico reato di “androfobia” e “ginecofobia”: è nel rifiuto della realtà umana così come si dà che si annida il germe dell’odio che poi esplode negli atti di violenza verbale, psichica e/o fisica

Leggi tutto

Politica

Da Maroni e Lega via libera al DDL Scalfarotto

La prova provata (se qualcuno ne avvertisse il bisogno) della totale irrilevanza dei cattolici per le valutazioni della politica nazionale

Leggi tutto

Storie

Oggi parla il piccolo San Giovanni Bosco

In molti si sono cimentati nel parlare dei “santi giovani”, cioè di quei candidati agli Altari morti nella fascia d’età tra i 18 e i 25-30 anni. Quasi nessuno, però, si è posto a indagare sul passato fanciullesco dei santi – dato che tutti gli adulti sono stati bambini. Visto che ricorre l’anno del sinodo sui giovani, proviamo a esplorare questo sentiero quasi vergine.

Leggi tutto

Società

Conosciamo i nostri figli?

Le statistiche sulle dipendenze (nuove e vecchie) dei giovani e giovanissimi mostrano una morsa di fragilità che si fa sempre più impenetrabile, oltre la cortina di sostanze psicotrope e di una pornografia dilagante. L’anno del Sinodo sui Giovani può essere per la Chiesa e per la società il momento in cui si chiuda una buona volta la stagione della complicità (dis)educativa e si volti pagina

Leggi tutto

Chiesa

Un disperato bisogno di padri

La figura paterna è un pilastro educativo che va sempre accompagnato al suo naturale complemento – quella materna. Dalla rivoluzione industriale in qua si è verificata una inedita scollatura tra le due – da allora le madri hanno esortato i figli a essere “meglio” e “più” dei padri – nella quale le mogli “castravano” (simbolicamente) i mariti e questi si vendicavano nell’apatia e/o nella violenza. Ecco un equilibrio che deve essere ristabilito quanto prima

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano