Chiesa

di Roberto Signori

Colombia: appello della Chiesa contro le violenze

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nel 2021 in Colombia sono stati “145 gli omicidi di leader sociali o difensori dei diritti umani”. È quanto ricorda, in un comunicato, l’ufficio del Difensore del popolo, l’ente pubblico che vigila sul rispetto dei diritti umani nel Paese. Dalla firma dell’accordo di pace con i guerriglieri delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) nel 2016, gli omicidi contro i leader sociali sono stati ricorrenti. Le organizzazioni sociali accusano dissidenti delle Farc, combattenti dell’Esercito di liberazione nazionale (Eln), trafficanti di droga e gruppi paramilitari di essere dietro le uccisioni. La Colombia, secondo diverse Ong, è uno dei Paesi più pericolosi al mondo per gli attivisti.

Particolarmente colpita dalla violenza la regione di Arauca, al confine con il Venezuela. In questa zona due fazioni della guerriglia continuano a combattere nonostante la presenza della popolazione civile. Monsignor Jaime Cristóbal Abril González, vescovo di Arauca, esprime in un comunicato la sua vicinanza e la sua solidarietà ai civili. Il presule sottolinea che la recrudescenza della violenza ha portato all’aggravarsi della crisi sociale. Si registrano anche omicidi mirati, minacce ai leader delle comunità, attacchi esplosivi. Il vescovo ribadisce inoltre che “la vita è sacra ed è un dono prezioso ricevuto da Dio”. Il vescovo esorta a porre fine ad ogni violenza, a mettere al primo posto il bene della popolazione civile. Monsignor Jaime Cristóbal Abril González lancia infine un appello affinché vengano forniti urgentemente aiuti umanitari alla popolazione.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

19/01/2022
3009/2022
S. Girolamo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa Francesco e la libertà cristiana

Papa Francesco all’udienza generale sottolinea come una predicazione che ostacola la libertà in Cristo non è evangelica, sottolinea il Papa, che indica nel dono da parte del Signore e nella verità i due pilastri fondamentali della libertà cristiana

Leggi tutto

Chiesa

Oggi non avvengono tanti miracoli come al tempo di Gesù?

Qualcuno rileva che Gesù nella sua vita terrena compì miracoli per manifestare la sua presenza. Mentre ora non avviene altrettanto. Talora si giunge addirittura ad affermare che la vita segue il corso naturale delle cose e che il punto è viverla bene. Si può finire così per ridurre la fede cristiana ad un’etica. La religione nei limiti della sola ragione, opera di Immanuel Kant, costituisce una cospicua avvisaglia delle distorsioni della cultura razionalista nella quale siamo immersi.

Leggi tutto

Chiesa

Una intepretazione del katechon

Nella seconda lettera ai Tessalonicesi san Paolo offre spunti per leggere in profondità i problemi di un’epoca.

Leggi tutto

Chiesa

Papa all’Angelus: “Portate la gioia di Gesù”

Il Papa all’Angelus nella quarta domenica d’Avvento esorta a percorrere l’ultimo tratto del cammino verso il Natale sull’esempio di Maria

Leggi tutto

Chiesa

Gli 80 anni del cardinale Ezzati

Arcivescovo emerito di Santiago del Cile, salesiano, è stato creato Cardinale da Papa Francesco nel 2014

Leggi tutto

Chiesa

Il cardinale Koch: l’ecumenismo, “monastero invisibile”

Nel saluto rivolto al Papa dal cardinale presidente del Pontificio Consiglio per l’Unità dei Cristiani, al termine dei Vespri a San Paolo fuori le Mura, il cardinale Koch ribadisce che solo una teologia “capace di inginocchiarsi davanti al mistero” avvicinerà alla piena comunione

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano