Storie

di Nathan Algren

Madre surrogata da record “distratta”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Carole Horlock è probabilmente la madre surrogata più prolifica della Gran Bretagna. Ha portato in grembo e dato via 13 bambini prima di ritirarsi nel 2012 all’età di 49 anni. Ma ha rivelato di aver inavvertitamente dato via uno dei suoi stessi figli.

La Horlock ha detto al programma televisivo Good Morning Britain che nel giugno 2004 ha dato alla luce un bambino di 9 libbre e 4 once che credeva fosse stato concepito con il suo uovo e lo sperma del suo cliente. Tuttavia, dopo 6 settimane, la coppia committente ha fatto un test del DNA e ha scoperto che il bambino era in realtà il figlio di Horlock e suo marito Paul.

Carole e Paul hanno comunque deciso di dare in adozione il bambino. Per loro è stata una decisione dolorosa. Per ognuno di loro si trattava di un secondo matrimonio e avevano deciso di non avere figli.

Ma è stato comunque uno strazio: «Questo ragazzino è stato creato accidentalmente con un atto d’amore tra me e il mio partner. Non lo sapevamo quando lo abbiamo consegnato. “Ci siamo angosciati sul cosa fare, ma alla fine abbiamo deciso di lasciarlo tenere».

«La gente mi ha chiesto: “Come hai potuto dare via questo bambino visto che questo è tuo?”, ma molti dei bambini surrogati che ho dato via sono stati miei biologicamente. La differenza era che era anche di Paul. Non abbiamo mai smesso di pensare a lui. Viviamo nella speranza che sia consapevole di noi e, quando compirà 18 anni, vorrebbe vederci».

Sono rimasti in contatto con l’altra coppia per alcuni anni, ma alla fine si persero i contatti.

Carole ha dichiarato a The Mirror : «Sono in contatto con quasi tutti i miei bambini surrogati, ma non con lui. Con il passare degli anni pensiamo a lui tutto il tempo. Paul ha sviluppato un problema cardiaco e mi si spezzerebbe il cuore se non lo incontrasse mai».

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

19/01/2022
0610/2022
S. Bruno

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

È l’aborto e non il COVID la principale causa di morte nel 2021

Riprendiamo la notizia che vi abbiano fato ieri sulla strage di bambini mediante l’aborto avvenuta anche nel 2021 ben superiore alle vittime per covid.

Leggi tutto

Società

Sentenze, appello ai magistrati

Nichi Vendola ha un bel definire “storica” la sentenza di Trento sui “due papà”: in spregio alle leggi italiane (che i giudici dovrebbero osservare e far osservare), i magistrati hanno dichiarato che «i figli non sono di chi li fa ma di chi se li compra». Tutto per una incredibile flessibilità delle parole “genitore” e “figlio”, sulle quali la magistratura esibisce una disinvolta distorsione: urge univocità

Leggi tutto

Società

Thailandia - un freno alla maternità surrogata illegale

Su ventimila richieste il governo ha registrato 584 bambini nati da fecondazione assistita in maniera legale. Decine i neonati venuti alla luce nel periodo pandemico e ancora tenuti in custodia.

Leggi tutto

Politica

CON UN ATTO DI ARROGANTE IMPERIO

Ora sta ai cristiani, in Italia in particolare ai cattolici, decidere come reagire davanti a questa furibonda offensiva che nega il diritto stesso di agire come cristiani in ambito politico proclamando alcune banalissime idee che sono alla base della nostra fede. Per ognuno di noi la vita umana va difesa fin dal suo concepimento, Papa Francesco è arrivato ad affermare che “abortire è come affittare un sicario” ed è una frase che se fosse stata pronunciata da un candidato del principale partito di governo ne avrebbe comportato l’immediata espulsione con la relativa cancellazione del diritto all’elettorato passivo.

Leggi tutto

Società

No al trans al Festival di San Remo

Pro-Vita e de Bertoldi, dunque, chiedono che ‘‘l’esibizione di “Drusilla Foer” si mantenga nei limiti della performance artistica e non si trasformi in un ‘Cavallo di Troia’ Gender e LGBT per influenzare milioni di famiglie e i loro figli’‘.

Leggi tutto

Società

Aiutare la donna contro l’aborto

Esiste una battaglia interna alla galassia dei gruppi antiabortisti: l’aborto si sconfigge abrogando le leggi che lo permettono oppure no? Certamente ogni legge fa cultura, ma se Ippocrate giurò di non praticare aborti lo si deve al fatto che se ne sono sempre praticati, coi metodi più fantasiosi (e pericolosi). Forse una sana Realpolitik chiede di cominciare a far osservare integralmente la legge.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano