Politica

di la redazione

Il Mattarella bis ed il Popolo della Famiglia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia (PdF), commenta così l’ormai più che probabile rielezione di Sergio Mattarella alla presidenza della Repubblica: “Mattarella non può vivere serenamente questa sua rielezione al Quirinale, perché lo costringe a mancare alla parola data e a violare le considerazioni che da costituzionalista lui stesso ha ripetutamente compiuto sull’inopportunità della rielezione del presidente della Repubblica. Se poi la soluzione fosse Mattarella giusto il tempo di far concludere il mandato a Palazzo Chigi a Draghi, per poi premiarlo con la presidenza della Repubblica che a quel punto Mattarella lascerebbe libera, allora si sarà fatto ulteriormente scempio della nostra Costituzione e tutti ne saranno complici. Il Popolo della Famiglia, a fronte del fallimento plateale di un’intera classe dirigente e al palese dato politico di un centrodestra ormai finito, offrirà il suo contributo alla costruzione di un’area vasta che vari una proposta politica e di governo alternativa a quella proposta dal governo Draghi. Chiamiamo tutte le forze che si oppongono a un governo che ha calpestato la Costituzione, leso i diritti fondamentali dei cittadini, mostrato l’inadeguatezza della sua classe dirigente, ad unirsi per battere alle prossime elezioni una maggioranza che è tale solo nel Palazzo ma i cui leader ormai faticano a poter camminare tranquilli per strada. L’area vasta dell’opposizione a Draghi è maggioranza nel Paese e deve avere un luogo unitario e federativo di rappresentanza politica che il Popolo della Famiglia si dice fin d’ora disponibile a costruire insieme ad altri soggetti che trovino inaccettabile quanto accaduto in questi giorni”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

31/01/2022
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

La Chiesa che si immischia

Nel 1982 il papa diceva ai confratelli convenuti da tutti i paesi europei, parlando del rapporto tra le Chiese locali e l’Europa: Il cristianesimo può scoprire nell’avventura dello spirito europeo le tentazioni, le infedeltà ed i rischi che sono propri dell’uomo nel suo rapporto essenziale con Dio in Cristo. Ancor più profondamente, possiamo affermare che queste prove, queste tentazioni e questo esito del dramma europeo non solo interpellano il Cristianesimo e la Chiesa dal di fuori come una difficoltà o un ostacolo esterno da superare nell’opera di evangelizzazione, ma in un senso vero sono interiori al Cristianesimo e alla Chiesa.

Leggi tutto

Politica

Senza manco capir perchè

Ecco perchè la sinistra continua a perdere consensi in Italia e nel mondo…...

Leggi tutto

Chiesa

Il miracolo di ogni vocazione

A volte si sente dire che il matrimonio ha una base naturale sulla quale si innesta la fede cristiana. Si può trattare talora di visioni variamente distorte e anche poco specificate. L’unione di coppia terrena può essere più facilmente soggetta alla precarietà dei rapporti umani. Certo si spera che nessuna legge sia mai a danno, per esempio, dei bambini.

Leggi tutto

Politica

Di Matteo (PdF):  “A Padova. Spaccio e degrado infiniti”

Di Matteo (PdF): “C’è voluta l’indagine del Sole24 per far aprire (forse) gli occhi a Giordani”. Furlan (PdF Padova): “Inascoltata la voce di chi grida contro le colonia del male”

Leggi tutto

Società

De Lieto(LI.SI.PO.): ” Compromessa la liberta’ dei cittadini”

Il sindacato di polizia interviene sulle ultime idee del Governo Draghi per arrestare il covid.

Leggi tutto

Media

Lancet: “La Lombardia fu travolta dal virus per l’impreparazione delle autorità

L’analisi della rivista afferma che, di fronte a quella che l’Istituto Nazionale di Statistica definì “terza guerra mondiale”, “la società civile di Bergamo si organizzò in un movimento per avere giustizia, verità, risarcimento, dignità e per offrire un supporto emotivo in risposta al dolore, alla confusione e alla rabbia delle famiglie”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano