Società

di la redazione

Dottrina sociale: riflessione sull’evoluzione dei sistemi sanitari

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Scrive Gilberto Turati: “un sistema sanitario è un insieme di relazioni che si sviluppano tra tre diversi soggetti: le persone che hanno bisogno di essere curate, le istituzioni che producono i servizi di cura (ad esempio, gli ospedali) e le istituzioni che mettono a disposizione le risorse per finanziare i costi di produzione dei servizi di cura (ad esempio, le assicurazioni pubbliche e private). Da sempre la Chiesa è stata parte attiva nel prendersi cura delle persone, in particolare delle persone più deboli e più povere. Questa attività di cura si estende anche alle società e ai cambiamenti sociali che più impattano sulla vita delle persone e ne influenzano la salute. Tra i cambiamenti sociali che hanno impatto sulla salute rientrano alcuni fenomeni tipici della modernizzazione delle economie, a partire dalla prima industrializzazione, passando per il consumismo di massa per arrivare fino ai cambiamenti climatici indotti dall’azione umana, in particolare a causa dell’inquinamento atmosferico.

Anche i sistemi sanitari hanno seguito l’evoluzione delle economie, trasformandosi da privati a pubblici e diventando più inclusivi con la crescita, impetuosa, talvolta disordinata, del Prodotto Interno Lordo. L’aumento del Pil si è associato sia ad una crescita ancora più rapida della spesa sanitaria sia ad un chiaro miglioramento della salute, soprattutto nei paesi più ricchi. Anche in molti di questi paesi, tuttavia, pur in presenza di sistemi a copertura universale, lo svantaggio dei più poveri continua ad essere evidente. Lo svantaggio dei più poveri si vede in una salute peggiore e in peggiori condizioni di accesso ai servizi a parità di bisogno.

Questo processo di esclusione dei più poveri chiama in causa i determinanti sociali della salute. Per fare un esempio, per la salute conta anche l’ambiente sociale nel quale i poveri si trovano a vivere rispetto ai ricchi, così come la qualità dell’ambiente fisico. Ce lo ricorda chiaramente anche Papa Francesco nella sua Enciclica Laudato si’, quando afferma che “l’esposizione agli inquinanti atmosferici produce un ampio spettro di effetti sulla salute, in particolare dei più poveri, e provoca milioni di morti premature”. Spendere di più per la salute senza provare a risolvere i determinanti sociali della salute rischia così di non portare alcun reale beneficio ai poveri”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

01/02/2022
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Viganò diffida dall’esegesi del Papa eretico

Quando Francesco disse – affacciandosi sulla piazza quella prima sera del suo pontificato – di venire dalla fine del mondo, certo non avrebbe immaginato, né lo immaginavano i fedeli, quale difficoltà avrebbe comportato la traduzione quotidiana di questa provenienza da un luogo e da una mentalità differente da quella europea. Ma è accaduto e, pian piano, anche gli addetti alla comunicazione in Vaticano ne stanno prendendo atto. Papa Francesco va compreso in quelle che sono le specificità del proprio modo di comunicare e poi va opportunamente raccontato: questo è il messaggio che arriva da mons. Viganò. C’è dunque un altro passo avanti: nelle parole del Monsignore si riscontra sì la necessità di dire che devono essere evitare “letture eretiche”, ma – al tempo stesso – c’è l’ammissione indiretta che gli equivoci non nascono soltanto dalla malafede, ma da un realistico ostacolo, per la mentalità europea/occidentale, di raccontare il pontificato di Papa Francesco. Perché il Papa non viene da un altro pianeta, ma per il nostro modo di pensare, ragionare, anche catalogare, a volte è stato come se fosse stato così.

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: aborto e eutanasia e l’abitudine a uccidere

Il Papa: l’aborto è omicidio, la Chiesa sia vicina e compassionevole non politica A questo grido, il Papa aggiunge quello delle tante “vittime della cultura dello scarto”: “C’è lo scarto dei bambini che non vogliamo ricevere, con quella legge dell’aborto che li manda al mittente e li uccide direttamente. E oggi questo è diventato un modo ‘normale’, una abitudine che è bruttissima, è proprio un omicidio”,

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco benedice le campane “La voce dei non nati”

Sulla campana dei pro life polacchi sono incise le parole del beato Jerzy Popiełuszko, “La vita di un bambino inizia sotto il cuore della madre”, assieme al messaggio esplicito del Quinto Comandamento dato da Dio a Mosè “Non uccidere”.

Leggi tutto

Chiesa

Tutela abusi, O’ Malley: indagini chiare

Come trasformare il sistema? Serve “un’indagine onesta, un’indagine indipendente e un’azione informata” perchè, afferma il cardinale O’Malley, “non possiamo riparare ciò che non riconosciamo. Non possiamo ripristinare una fiducia infranta se non entriamo nel cuore della questione”.

Leggi tutto

Società

Passi avanti nella comprensione delle malattie del neurosviluppo

Uno studio, svolto da Humanitas University in collaborazione con l’Istituto di neuroscienze del Cnr, Università di Montreal e Politecnico Federale di Zurigo, ha evidenziato un collegamento tra disturbi del neurosviluppo e infezioni in gravidanza. La ricerca è stata pubblicata su Immunity, Cell Press

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano