Storie

di Nathan Algren

La vita dei consacrati in America

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Monaci e monache, contemplative e contemplativi, religiosi e religiose dediti all’apostolato, membri di istituti secolari e di società di vita apostolica, vergini consacrate ed eremiti, con la nostra esistenza diamo testimonianza dell’amore di Cristo in tutti i campi della vita ecclesiale e sociale. Il nostro stile di vita e la ricerca dell’Assoluto rappresentano una terapia spirituale per i mali del nostro tempo.” Sono le parole del messaggio che la Confederazione dei Religiosi dell’America Latina e dei Caraibi (CLAR) ha inviato ai religiosi e alle religiose per la Giornata mondiale della Vita Consacrata che si celebra il 2 febbraio.

Nel testo, inviato a Fides, si rileva: “ci troviamo a vivere con intensità il tempo presente, avvolti dall’incertezza e cercando di dare risposte alle tante domande che ci circondano. Stiamo inaugurando e apprendendo un nuovo modo di essere Chiesa, dal tratto sinodale, che ci spinge a recuperare la profezia, avendo il Vangelo come unica regola di vita”.

I religiosi e le religiose, dalle loro comunità, in questa circostanza rinnovano la consacrazione a Dio, e escono con la luce del Vangelo per incontrare il Signore e i fratelli e le sorelle. “E’ l’ora di metterci al servizio dell’umanità, di abbandonare ogni abuso – prosegue la CLAR -, di allacciare relazioni sinodali…E’ l’ora di camminare in minorità con il popolo, di motivare la dinamica della collaborazione e della corresponsabilità, di articolare la partecipazione di tutti, di imparare a vivere nella prossimità”.

La Vita Consacrata negli ultimi anni ha percorso cammini di “approfondimento, purificazione, comunione e missione” sottolinea il testo. “Il processo sinodale ci unisce nell’ascolto, nella comunione, nella partecipazione e nella missione, per arricchire la Chiesa con le nostre virtù e carismi, e per dare al mondo la nostra testimonianza gioiosa di donazione totale al Signore”.

La Prima Assemblea ecclesiale dell’America Latina e dei Caraibi ha riconosciuto che la CLAR da lungo tempo sta contribuendo a generare una crescente mentalità e pratica della sinodalità nella nostra Chiesa. Tale riconoscimento conferma l’impegno della Vita Consacrata a promuovere il dialogo tra i vescovi, sacerdoti, diaconi, religiosi e laici, “per condividere, creare fiducia e sviluppare impegni comuni di fronte ai problemi della vita, avendo un cuore solo e un’anima sola orientati verso Dio”.

“In questa festa della Presentazione del Signore – conclude il messaggio della CLAR - rinnoviamo il nostro ringraziamento a Dio per il dono della Vita Consacrata, che lo Spirito ha suscitato nella Chiesa, e l’invito a rinnovare il nostro impegno di seguire Cristo, obbediente, povero e casto. Attraverso la nostra testimonianza evangelica, la presenza di Cristo, luce delle genti, risplenda nella Chiesa e illumini il mondo”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/02/2022
0204/2023
San Francesco da Paola

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Sui “veggenti” stiamo con il Papa, ma l’attacco è alla fede e alla Chiesa

Siamo stati chiamati a rispondere anche in tv da fisici, scienziati, psicologi su fenomeni come quello di Medjugorie. Ecco la risposta del nostro giornale

Leggi tutto

Chiesa

Il vostro nemico il diavolo

Fra Benigno raccoglie un’eredità pesante, ora che padre Amorth non c’è più. Al frate siciliano, come volto e nome noto, forse il più conosciuto tra gli esorcisti italiani viventi, tocca adesso continuare a tenere desta l’attenzione sul nemico. Come è risaputo, quest’ultimo non va certo in vacanza: informare, evangelizzare, invitare alla preghiera e ad una vita sacramentale rimangono attività fondamentali per contrastarne l’azione. Fra Benigno non si stanca mai di farlo. L’ultima fatica del frate si intitola «Il vostro nemico il diavolo. Misericordiosi come Gesù verso i tormentati e coloro che credono di esserlo» (Paoline, 280 pp., 22, 00 euro). Un libro importante, per molti versi.

Leggi tutto

Società

Se un pediatra vendoliano un giorno

In un’importante sede istituzionale del capoluogo toscano avrà luogo, sabato 7 ottobre p.v., un convegno a senso unico e senza contraddittorio sulla nuova moda di una sinistra che ha dimenticato
il popolo, i lavoratori e i proletari, e che anzi si è rivolta alla demolizione della prole. Il pediatra vendoliano Paolo Sarti, consigliere in Regione, è l’artefice di questo spot LGBT già gravido di sciagure

Leggi tutto

Chiesa

Gnosticismo e pelagianesimo: le ideologie che mutilano il Vangelo

La sintesi della trasmissione di ieri su Radio Mater “Temi di Dottrina sociale della Chiesa”. Dedicata alla terza Esortazione apostolica di Papa Francesco

Leggi tutto

Politica

La terza via sulla quale deve puntare il popolarismo sturziano dopo le Europee

Impossibile pensare di indulgere – come fanno i movimenti populisti – sull’opzione di vellicare “la pancia del Paese” (cioè le sue voglie e le sue paure)

Leggi tutto

Politica

IL PDF TRA NUOVI ELETTI E NUOVE GRANDI SFIDE

La nostra sfida per un progetto politico autonomo di ispirazione cristiana che cresce e va al governo delle comunità si sposta da qui a otto mesi alle elezioni nelle grandi città  del maggio 2021. Siamo un popolo, non ci faremo trovare impreparati. Dovremo affrontare due settimane dei ballottaggi importanti in cui saremo protagonisti grazie ai risultati ottenuti a Chieti (0,6%) ma soprattutto a Matera (3,5%) e Castrovillari (11,1%). Non solo, tra due settimane il Popolo della Famiglia torna in campo anche per il primo turno delle amministrative siciliane ad Agrigento, a Tremestieri ed a Mislimeri

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano