Storie

di Nathan Algren

Vescovi filippini rifiutano le donazioni dall’industria mineraria

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I vescovi delle Filippine hanno deciso di rifiutare le donazioni provenienti da industrie “distruttive per l’ambiente”, tra cui quella mineraria. Questa “politica di non accettazione” è contenuta nella dichiarazione pastorale sull’ecologia rilasciata il 28 gennaio alla fine dell’assemblea plenaria della Conferenza episcopale delle Filippine (Cbcp).

La pausa alla produzione imposta dalla pandemia “ci incoraggia a riflettere sui decenni di pratiche inquinanti che la nostra casa comune ha dovuto subire per mano dell’uomo”, si legge nel documento firmato dal presidente della Cbcp mons. Pablo Virgilio David.

“Le Filippine, ad esempio, sono state colpite da molteplici tempeste tropicali, tra cui alcune dichiarate le più mortali al mondo dal 2013 al 2021”.

La nuova politica sarà attuata in tutte le diocesi, ha poi fatto sapere il vescovo David in conferenza stampa: “La nostra gente deve essere molto critica, specialmente i nostri parroci. Anche se abbiamo diverse esigenze nel lavoro pastorale, non compromettiamo il benessere dell’ambiente”.

La recente decisione fa seguito alla scelta, presa due anni fa, di impedire che le risorse finanziarie delle istituzioni cattoliche siano investite in progetti estrattivi. “Le risorse finanziarie devono essere utilizzate esclusivamente per il bene comune, l’integrità della creazione e la gloria del nostro Creatore”, hanno spiegato i prelati.

I vescovi hanno inoltre esortato le istituzioni bancarie che finanziano l’estrazione di carbone, gas fossile o altri combustibili “distruttivi” a elaborare piani per limitare e infine eliminare il proprio coinvolgimento in tali settori. “La Chiesa intende ritirare i propri beni dalle istituzioni finanziarie e dalle società che investono in suddette attività dannose per l’ambiente entro il 2025”, hanno aggiunto.

Il vice presidente della Cbcp, monsignor Mylo Hubert Vergara, ha affermato che il testo è in linea con l’invito di papa Francesco a trattare il pianeta come la nostra casa comune: “Ci impegniamo a portare avanti gli insegnamenti dell’enciclica Laudato si ed essere portatori di speranza di fronte a una crisi ecologica, seguendo nostro Signore Gesù”,

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/02/2022
0712/2022
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Renzi, il ddl Cirinnà, la responsabilità della Chiesa italiana

Arrivano messaggi in codice alla Cei, noi proviamo a decrittarli per voi, dopo la sentenza della Corte Suprema americana

Leggi tutto

Media

L’ Europa contesa fra transumanisti e bioconservatori

Cosa è avvenuto alla seconda festa nazionale de La Croce: cosa resta dei diritti umani nel Vecchio Continente?

Leggi tutto

Società

Il primo diritto è quello a NON emigrare

La Commissione Episcopale per le Migrazioni (organo della Cei) ha emanato un documento che prende posizione sui migranti.

Leggi tutto

Chiesa

Tre martiri e 7 venerabili verso gli Altari

Pilar Gullón Yturriaga e le sue due compagne, Octavia e Olga, furono socie di Azione Cattolica, Figlie di Maria e membri delle Conferenze di san Vincenzo. Uccise in odium fidei nel 1936

Leggi tutto

Chiesa

Laos: misure del governo a protezione dei cristiani vessati e maltrattati nel Paese

In Laos il governo di Vientiane ha adottato provvedimenti per proteggere i cristiani dalle continue discriminazioni subite

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: compito del cristiano è servire

Il pensiero del Pontefice è andato anche a quanti sono radunati al Santuario di La Salette, in Francia, nel ricordo del 175.mo anniversario dell’apparizione della Madonna che si mostrò in lacrime a due ragazzi.
Le lacrime di Maria fanno pensare a quelle di Gesù su Gerusalemme e alla sua angoscia nel Getsemani: sono un riflesso del dolore di Cristo per i nostri peccati e un appello, sempre attuale, ad affidarsi alla misericordia di Dio.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano