Chiesa

di Nathan Algren

Cei: i fedeli tornino in presenza ai riti della Settimana Santa

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La situazione attuale del Covid 19, con l’allentamento dell’emergenza sanitaria, consente di suggerire nuovi orientamenti di prevenzione nelle parrocchie, nei seminari, nei collegi sacerdotali, nei monasteri e nelle comunità religiose. Lo si legge in una lettera della presidenza della Conferenza Episcopale Italiana. Il 31 marzo, secondo i decreti del governo nazionale, sarà considerato terminato lo stato d’emergenza. Con decorrenza 1° aprile 2022, dunque, vengono abrogate le disposizioni contenute nel Protocollo del 7 maggio 2020 per le celebrazioni con il popolo. Pur tuttavia si sollecitano tutti i fedeli a mantenere un senso di responsabilità e rispetto di attenzioni e comportamenti per limitare la diffusione del virus che in varie forme ancora circola.

Fino al 30 aprile si mantiene l’obbligo di indossare la mascherina negli ambienti al chiuso. Pertanto, nei luoghi di culto al chiuso si acceda sempre indossando quest’importante presidio sanitario. Non è invece più obbligatorio rispettare il distanziamento interpersonale di un metro, ma si esorta comunque a evitare assembramenti specialmente all’ingresso, all’uscita e nelle chiese. Altresì si consiglia di mantenere un livello alto di igienizzazione, con disinfezione delle mani, acquasantiere vuote e scambio del segno di pace, durante le celebrazioni eucaristiche, attraverso lo sguardo o un cenno del corpo. Per la distribuzione delle particole consacrate nella Comunione, i ministri continueranno a indossare la mascherina e a igienizzare le mani prima di distribuire l’Eucaristia preferibilmente nella mano. Potrà riprendere poi la pratica delle processioni e durante le celebrazioni al chiuso siano sempre assicurati il ricambio d’aria e l’igienizzazione dei locali. In presenza di sintomi influenzali o in caso di isolamento per positività al Covid-19, afferma la lettera della Cei, ci si astenga dal partecipare alle celebrazioni chi ha sintomi influenzali e chi è sottoposto a isolamento perché positivo al COVID-19.

Le medesime misure, si prescrive, vengono adottate per i riti della Pasqua, anche perchè si consente ai fedeli la partecipazione in presenza alle celebrazioni: dalla Domenica delle Palme, per lo scambio dei rami d’ulivo; il Giovedì Santo, nella Messa vespertina della “Cena del Signore”, per il rito della lavanda dei piedi; il Venerdì Santo; infine la Veglia pasquale potrà essere celebrata in tutte le sue parti come previsto dal rito.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/03/2022
0207/2022
Visitazione di Maria Santissima

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Forze dell’ordine tra vaccinazioni e tessera verde

Covid, norme confusionarie, Conestà (Mosap): «Si faccia chiarezza, A cosa serve obbligo vaccinale se a chi è a contatto con positivo non si applica quarantena?»

Leggi tutto

Storie

Vescovi filippini rifiutano le donazioni dall’industria mineraria

Ritirati i beni della Chiesa dalle società che investono in energia “distruttiva”. Il vice presidente, monsignor Mylo Hubert Vergara: “Il resto è in linea con l’enciclica di papa Francesco Laudato si’”.

Leggi tutto

Politica

Monsignor Visvaldas Kulbokas prega per l’Ucraina

Il nunzio apostolico, monsignor Visvaldas Kulbokas, rilancia l’appello del Pontefice ed esorta a non frenare il dialogo tra le parti.

Leggi tutto

Politica

Ucraina e problemi sotterranei

Viviamo in un’epoca di nuovi dominatori, finanza e big tech. Molte cose sembrano avvenire favorendo lo sviluppo del virtuale, ponendo le stesse compagini statali in forte soggezione a causa dell’imperversare del pensiero unico. Le nazioni rischiano di divenire semplici espressioni di queste dinamiche superiori.

Leggi tutto

Chiesa

Collegio San Pietro restauri e nuove intitolazioni

Prendersi cura degli studenti e dare loro ogni supporto necessario a livello materiale, culturale, spirituale

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco e l’incontro con i padri maristi

Francesco riceve i religiosi Maristi in occasione della conferenza generale ed esorta a lavorare nel campo dell’educazione dei giovani, per contrastare quella “mentalità mondana che inquina l’ecologia”, rendendola “superficiale”:

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano