Chiesa

di Raffaele Dicembrino

L’Angelus della Domenica delle Palme

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Cari fratelli e sorelle!

Prima di concludere questa Celebrazione, desidero salutare tutti voi, in particolare i pellegrini venuti da diversi Paesi, tra i quali numerosi giovani. A tutti, anche a quanti sono collegati tramite i media, auguro una buona Settimana Santa!

Sono vicino al caro popolo del Perù, che sta attraversando un difficile momento di tensione sociale. Vi accompagno con la preghiera e incoraggio tutte le parti a trovare al più presto una soluzione pacifica per il bene del Paese, specialmente dei più poveri, nel rispetto dei diritti di tutti e delle istituzioni.

Tra poco ci rivolgeremo alla Madonna nella preghiera dell’Angelus. Fu proprio l’Angelo del Signore che, nell’Annunciazione, disse a Maria: «Nulla è impossibile a Dio» (Lc 1,37). Nulla è impossibile a Dio. Anche far cessare una guerra di cui non si vede la fine. Una guerra che ogni giorno ci pone davanti agli occhi stragi efferate e atroci crudeltà compiute contro civili inermi. Preghiamo su questo.

Siamo nei giorni che precedono la Pasqua. Ci stiamo preparando a celebrare la vittoria del Signore Gesù Cristo sul peccato e sulla morte. Sul peccato e sulla morte, non su qualcuno e contro qualcun altro. Ma oggi c’è la guerra. Perché si vuole vincere così, alla maniera del mondo? Così si perde soltanto. Perché non lasciare che vinca Lui? Cristo ha portato la croce per liberarci dal dominio del male. È morto perché regnino la vita, l’amore, la pace.

Si depongano le armi! Si inizi una tregua pasquale; ma non per ricaricare le armi e riprendere a combattere, no!, una tregua per arrivare alla pace, attraverso un vero negoziato, disposti anche a qualche sacrificio per il bene della gente. Infatti, che vittoria sarà quella che pianterà una bandiera su un cumulo di macerie?

Nulla è impossibile a Dio. A Lui ci affidiamo, per intercessione della Vergine Maria.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

11/04/2022
0110/2022
S. Teresa di Gesù bambino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Il cardinale Koch: l’ecumenismo, “monastero invisibile”

Nel saluto rivolto al Papa dal cardinale presidente del Pontificio Consiglio per l’Unità dei Cristiani, al termine dei Vespri a San Paolo fuori le Mura, il cardinale Koch ribadisce che solo una teologia “capace di inginocchiarsi davanti al mistero” avvicinerà alla piena comunione

Leggi tutto

Chiesa

Dottrina della Fede: due sezioni con distinti segretari

Pubblicato il Motu proprio “Fidem servare” con il quale Francesco modifica l’organigramma dell’ex Sant’Uffizio separando i responsabili delle sezioni dottrinale e disciplinare

Leggi tutto

Politica

PDF contro le sanzioni applicate alla Russia

Il partito sostiene che sia una scelta troppo bellicistica e che l’Italia avrebbe dovuto usare maggiormente i canali della diplomazia

Leggi tutto

Chiesa

La Via Crucis torna al Colosseo con Papa Francesco

Pubblicato il calendario delle celebrazioni liturgiche presiedute dal Pontefice nei mesi di aprile e maggio 2022: dal viaggio a Malta fino alla Pasqua e alla Messa di canonizzazione di diversi Beati, il 15 maggio, tra cui Charles de Foucauld

Leggi tutto

Chiesa

Via Crucis: le meditazioni affidate alle famiglie

Si tratta di famiglie legate a comunità ed associazioni cattoliche di volontariato ed assistenza. e saranno sempre le famiglie a portare la croce nelle dodici stazioni

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco ai Missionari: perdonate

Nel terzo incontro con i mille sacerdoti e religiosi chiamati ad essere nel mondo segno concreto della misericordia di Dio, Francesco propone come ispirazione la figura biblica di Rut, premiata per la sua generosità disinteressata e la sua misericordia verso l’anziana suocera Noemi. “Perdonate sempre”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano