Storie

di Nathan Algren

Pakistan - Libertà su cauzione al rapitore di una bambina cristiana

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

A inizio mese è stata concessa la libertà su cauzione a un uomo che ha tentato di rapire e stuprare una bambina cristiana di sette anni. Jessica Pervaiz si era allontanata dai genitori durante la cerimonia funebre di un parente quando Muhammad Sharif ha tentato di abusare sessualmente della bambina.

Al sentire le grida della figlia il padre è intervenuto chiamando la polizia, che il giorno stesso - l’8 febbraio - ha registrato il caso. Il giorno successivo Sharif è stato arrestato e ha ammesso di voler rapire la bambina.

La vicenda però non si è conclusa qui: a Pervaiz è stato intimato di ritirare le accuse altrimenti lui e la sua famiglia avrebbero subito delle conseguenze. È a quel punto che il fedele cristiano si è rivolto a Human Rights Focus Pakistan (Hrfp), organizzazione che tra le altre cose si occupa di provvedere assistenza legale alle famiglie delle minoranze religiose che devono affrontare delle cause giudiziarie.

A inizio marzo Muhammad Sharif è stato rinchiuso nella prigione distrettuale di Faisalabad, ma l’8 aprile gli è stata concessa la libertà su cauzione, anche se il giudice ha ammesso che saranno necessarie ulteriori indagini.

La famiglia Pervaiz continua a ricevere minacce di morte mentre assiste alle udienze in tribunale. Naveed Walter, presidente di Hrfp, ha spiegato che la metà delle ragazze delle minoranze religiose che vengono rapite hanno un’età compresa tra i 7 e i 15 anni.

“Il nuovo governo dovrebbe prendere provvedimenti immediati sulle questioni che riguardano rapimenti, conversioni e matrimoni forzati”, ha affermato Walter. l’esecutivo precedente, guidato da Imran Khan, aveva respinto il disegno di legge contro le conversioni forzate per l’opposizione del ministero degli Affari religiosi, che aveva definito la legge “anti-islamica”.

“Questo è il momento ideale per una nuova legislazione a favore delle minoranze - ha aggiunto l’attivista -, visto che entrambi i principali partiti del Paese sono in coalizione e in passato hanno affermato di essere a favore della protezione delle minoranze”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/04/2022
2711/2022
San Virgilio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Per Asia Bibi un futuro tutto da scoprire

L’ordine di rilascio dalla prigione di Multan - nel centro del Pakistan, dove era detenuta – viene vincolato dal governo: il portavoce del ministero degli Esteri, Muhammad Faisal, ha dichiarato che Asia Bibi “si trova in un luogo sicuro e che è ancora in Pakistan”, smentendo le notizie di una partenza della donna per l’estero. Come di concluderà questa interminabile vicenda?

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

Chiesa

Libano: cristiani in fuga. L’allarme del patriarca Joseph III

Tempi duri per i cristiani in Libano tra violenze religiose ed una crisi economica devastante che l’Europa continua ad ignorare.

Leggi tutto

Storie

Honduras - Sacerdote ucciso a colpi d’arma da fuoco

Ancora una volta il sangue dei martiri bagna la nostra terra”: queste le commosse parole di Monsignor Ángel Garachana Pérez, Vescovo di San Pedro Sula, che in un videomessaggio ha annunciato il ritrovamento del sacerdote della sua diocesi.

Leggi tutto

Storie

Faisalabad: rapita da un collega 2 mesi fa

Un nuovo caso di sequestro di una ragazza cristiana a scopo matrimonio in Pakistan. L’autore della violenza è noto e ci sono testimonianze contro di lui, ma anche le udienze in tribunale non hanno dato alcun risultato

Leggi tutto

Politica

I temi etici non sono politici?

Cosa ha provato a spiegare il Popolo della Famiglia? Che spendere decine di milioni di euro delle casse pubbliche per avviare una pratica generalizzata di selezione eugenetica finalizzata alla soppressione dei nascituri down era una scelta di stampo nazista. Il Nipt senza ombra di dubbio ha quella finalità: è stato reso gratuito in Islanda e in Danimarca a seguito del programma governativo “Down Syndrome free” ottenendo nell’ultimo quinquennio la soppressione del 100% in Islanda e del 98% in Danimarca dei nascituri down individuati dal test. Non sto a dire che per un cattolico tale comportamento e anche tale scelte politica di impiego delle risorse pubbliche dovrebbe implicare una immediata presa di distanza. Ma anche per chiunque abbia un minimo a cuore la sorte dei bambini down, al di là di qualsiasi orientamento religioso, un governatore che avvia questo tipo di “sperimentazioni” dovrebbe risultare immediatamente invotabile.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano