Storie

di Roberto Signori

Napoli, 12enne aggredito da un coetaneo

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Un bambino di 12 anni è stato aggredito a Napoli da un suo coetaneo, che gli infilzato una chiave nella testa: il grave episodio è stato confermato da Rodolfo Conenna, direttore generale dell’azienda ospedaliera di rilievo nazionale Santobono-Pausilipon, come riporta Il Mattino.

Il medico si è detto «estremamente preoccupato» da una serie di fenomeni «aggressivi post covid», sostiene. «Non passa giorno senza che ci vengano segnalati episodi di violenza tra e verso ragazzini spesso anche con meno di 10 anni. Una violenza senza precedenti», fa sapere il consigliere regionale di Europa verde Francesco Emilio Borrelli.

«Voglio sottolineare – ha dichiarato Conenna nell’intervista – che purtroppo stiamo assistendo a una drammatica impennata di disturbi del comportamento tra i minori con continui episodi psicopatologici e azioni aggressive verso gli altri e anche autolesionistiche. È un fenomeno post Covid che oserei dire sta raggiungendo livelli epidemici. Siamo estremamente preoccupati».

Il ragazzo di 12 anni è stato operato per togliere l’oggetto dalla testa e ora non corre pericoli. «È arrivato ieri – spiega il direttore del Santobono, Rodolfo Conenna – nel primo pomeriggio, lo abbiamo esaminato senza scoprire danni neurologici e quindi lo abbiamo operato, togliendo la chiave, che era entrata dalla nuca. Ora è ricoverato in neurochirurgia, per l’osservazione al possibile rischio di infezione, ma non ha una situazione preoccupante».

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/05/2022
0207/2022
Visitazione di Maria Santissima

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

CEI: al via il Consiglio permanente

Bassetti sottolina come una “grave inquietudine la prospettiva di un referendum per depenalizzare l’omicidio del consenziente. Autorevoli giuristi hanno messo in evidenza serie problematiche di compatibilità costituzionale nel quesito per il quale sono state raccolte le firme e nelle conseguenze che un’eventuale abrogazione determinerebbe nell’ordinamento”. “E’ necessario ribadire che non vi è espressione di compassione nell’aiutare a morire, ma il prevalere di una concezione antropologica e nichilista in cui non trovano più spazio né la speranza né le relazioni interpersonali. C’è una contraddizione stridente tra la mobilitazione solidale, che ha visto un Paese intero attivarsi contro un virus portatore di morte, e un’iniziativa che, a prescindere dalle intenzioni dei singoli firmatari della richiesta referendaria, propone una soluzione che rappresenta una sconfitta dell’umano”, confida il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Leggi tutto

Società

Test possibili per il Green pass

Novità: ai fini della richiesta del Green pass “sarebbe possibile sostituire il test antigenico rapido con un particolare tipo di test salvare molecolare, detto di ‘pooling’”, ossia un test che analizza contemporaneamente piu’ campioni e che segnala, in ciascun gruppo esaminato, l’eventuale presenza di casi positivi per un ulteriore verifica.

Leggi tutto

Politica

Putin: il gender è come il coronavirus

Il presidente russo non teme nessuno e non frena il suo pensiero sull’ideologia gender definita “come il coronavirus”

Leggi tutto

Chiesa

Vaticano: Parolin e Peña Parra positivi al Covid

Il Segretario di Stato ha sintomi lievi, assenti invece per quanto riguarda il Sostituto.

Leggi tutto

Storie

Honduras - Sacerdote ucciso a colpi d’arma da fuoco

Ancora una volta il sangue dei martiri bagna la nostra terra”: queste le commosse parole di Monsignor Ángel Garachana Pérez, Vescovo di San Pedro Sula, che in un videomessaggio ha annunciato il ritrovamento del sacerdote della sua diocesi.

Leggi tutto

Storie

Karen, esercito birmano brucia chiesa cattolica di un villaggio

Prima di ritirarsi ha saccheggiato il complesso, appiccato un incendio e minato l’area di Dawnyaykhu dove sono in corso combattimenti con le milizie locali. Sono ben 20 gli edifici religiosi di questa regione attaccati o distrutti dai militari in poco più di un anno.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano