Storie

di Nathan Algren

Cina - È morto monsignor Wu Junwei, vescovo di Yuncheng

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Mons. Pietro Wu Junwei, vescovo della diocesi di Yuncheng (Shanxi), è morto dopo un attacco di cuore: aveva solo 59 anni.

Ordinato sacerdote nel 1990, da quando diviene vescovo nel 2010 mons. Wu si dedica all’evangelizzazione; lavora duramente anche sulla questione delle proprietà della Chiesa, oltre a promuovere l’organizzazione di classi di catechesi per i fedeli e la costruzione di nuovi luoghi di preghiera.

Da tempo mons. Wu soffriva di varie malattie a causa dei suoi sforzi per guidare la chiesa locale, soprattutto durante la pandemia da Covid-19. Egli è stato sotto una pressione inimmaginabile e il duro lavoro ha minato il suo fisico. Negli ultimi anni molti religiosi cattolici, anche giovani, sono deceduti a causa dello stress da lavoro.

Nato in un villaggio di Taiyuan (Shanxi) nel 1963, mons. Wu entra nel seminario minore nel 1982, un anno dopo la sua licenza di scuola media superiore; otto anni dopo è ordinato sacerdote della diocesi locale. Dal 1991 al 1996 è parroco di Shagou, poi fino al 2001 è responsabile degli affari diocesani. Dal 2001 al 2009 è rettore del seminario maggiore dello Shanxi.

Nel settembre 2009 è trasferito a Yuncheng. Un anno dopo è nominato ordinario della diocesi locale, consacrato con l’approvazione della Santa Sede e il benestare del governo di Pechino.

Alla Messa per la sua investitura, mons. Wu aveva espresso pubblicamente la sua gratitudine a papa Benedetto XVI per la sua nomina e la sua fiducia, e aveva giurato di “rimanere saldo e fedele al Santo Padre”. Aveva anche esortato i fedeli a seguire l’esempio di san Matteo nel rinunciare a tutto per seguire Cristo e dedicarsi alla causa dell’evangelizzazione.

Mons. Wu veniva da una fervente famiglia cattolica. Era il maggiore di sei fratelli: uno di loro diventerà poi sacerdote e una sorella suora. Il suo prozio, san Pietro Wu Anbang, ha subito il martirio durante la ribellione dei Boxer del 1899-1901: è stato canonizzato nel 2000 come uno dei 120 santi martiri cinesi.

La scomparsa del vescovo di Yuncheng arriva in un momento delicato per la comunità cattolica in Cina. La scorsa settimana è emerso che da inizio anno la polizia ha arrestato almeno 10 sacerdoti della diocesi di Baoding (Hebei).

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

11/05/2022
3001/2023
Santa Martina

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa e libri gender: l’imbroglio del Corsera

E’ vergognoso che i media più autorevoli del paese si prestino a questo gioco infame di burattinai avidi che propagandano il falso spacciandolo per vero

Leggi tutto

Politica

Cosa c’è dopo Welby, Eluana e Fabo

Tra pochi giorni il Parlamento discuterà il ddl sulle Dichiarazioni anticipate di trattamento,
ovvero sul cosiddetto “biotestamento”. Il quale non sarà che un piede di porco per introdurre subito
dopo una vera e propria legge sull’eutanasia, grazie alla quale il diritto italico regredirà di quasi
venti secoli. Dalla Chiesa ci si aspetterebbe una militanza più incisiva, ma non è detta l’ultima parola

Leggi tutto

Media

L’ Europa contesa fra transumanisti e bioconservatori

Cosa è avvenuto alla seconda festa nazionale de La Croce: cosa resta dei diritti umani nel Vecchio Continente?

Leggi tutto

Politica

Perchè il PDF serve ancora di più

Il centrodestra ha convenuto che sarà il M5S a esprimere il presidente della Camera (Roberto Fico), mentre toccherà a Forza Italia la seconda carica dello Stato (candidata probabile Anna maria Bernini). Giorgia Meloni è ridotta al ruolo di comparsa dopo aver accarezzato il sogno di diventare presidente della Camera nel solco di Fini. Si apre una stagione in cui per i cattolici ci sarà spazio solo nel segno di un’autonomia politica valoriale.

Leggi tutto

Politica

Alabama “dolce casa” di tutti noi

Quello della vita è un tema che forse è anche riduttivo considerare tale: la gratuità dell’amore da una parte, l’economicismo dello scarto dall’altra. Un tema che accende gli animi, i “rumori di fondo” dei casi-limite e delle proiezioni egoistiche, spesso pilotati da lobbies potentissime. La nuova legge, assai restrittiva in fatto di aborto, segna in realtà un passo avanti per i diritti di tutti

Leggi tutto

Chiesa

Mar Awa Royel è il 122esimo Patriarca della Chiesa assira d’Oriente

Nato 46 anni fa a Chicago, e quindi figlio della diaspora assira negli USA, David Royel è stato ordinato diacono già a 17 anni, e in seguito ha conseguito titoli di laurea in sacra teologia presso la Loyola University di Chicago (fondata nel 1870 dai Gesuiti) e presso l’University of Saint Mary of the Lake, nota anche come “Mundelein Seminary”, storico istituto incaricato della formazione teologica e spirituale dei sacerdoti cattolici dell’Arcidiocesi di Chicago

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano