Storie

di Giuseppe Udinov

India - Statue cristiane danneggiate per una fake news

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La comunità cattolica di Guntur, nello Stato indiano dell’Andhra Pradesh, ha tenuto oggi una protesta pacifica contro la dissacrazione delle statue della Madonna, di Gesù Bambino e del Sacro Cuore di Gesù avvenuta nella notte tra il 14 e il 15 maggio in un luogo di preghiera cristiano su una collina, da tempo nel mirino dei nazionalisti indù.

Il vescovo di Guntur, monsignor. Bhagyaiah Chinnabathini, racconta l’accaduto “Hanno partecipato preti, suore, laici, fedeli di altre confessioni e persone di buona volontà, riunitesi insieme per dimostrare unità, pace e solidarietà a chi è stato vittima di questo gesto. Ci siamo ritrovati al centro intitolato a Madre Teresa per affermare pacificamente la nostra protesta”.

Come racconta il rettore del santuario, padre Bala Subash Chandra Bose, è dall’anno scorso che negli ambienti dell’hindutva circola la falsa accusa secondo cui una croce sarebbe stata innalzata al posto di un tempio indù su questa collina del distretto di Guntur. Ad alimentare la diceria è stato personalmente Sunil Deodhar, il segretario nazionale del Bjp che è anche il responsabile per l’Andhra Pradesh del partito dei nazionalisti indù: è stato un tweet diffuso dal suo account ufficiale ad accusare “la mafia cristiana” di aver costruito “una croce illegale sulla collina dove si trova il santuario di Narasimha (una divinità indù ndr)”. Già allora fu direttamente la polizia a smentire la notizia, diffondendo un video in cui si mostra chiaramente che si tratta di due colline diverse, che non hanno nulla a che fare l’una con l’altra. Eppure l’ostilità verso il luogo di culto cristiano è rimasta.

Come racconta p. Bose il terreno su cui sorge la croce è stato acquistato dai cristiani 35 anni fa e da allora i fedeli hanno iniziato a riunirsi lì per pregare. “Proprio perché i pellegrini ogni anno continuavano ad aumentare, abbiamo deciso di costruire un santuario e l’anno scorso abbiamo anche eretto la croce contro cui si sono scagliati i nazionalisti del Bjp”. Per raggiungere il santuario sulla collina i fedeli salgono un percorso con 170 gradini e all’ingresso incontrano sei statue, tra cui ci sono le tre immagini che sono state vandalizzate.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

20/05/2022
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

La Chiesa che si immischia

Nel 1982 il papa diceva ai confratelli convenuti da tutti i paesi europei, parlando del rapporto tra le Chiese locali e l’Europa: Il cristianesimo può scoprire nell’avventura dello spirito europeo le tentazioni, le infedeltà ed i rischi che sono propri dell’uomo nel suo rapporto essenziale con Dio in Cristo. Ancor più profondamente, possiamo affermare che queste prove, queste tentazioni e questo esito del dramma europeo non solo interpellano il Cristianesimo e la Chiesa dal di fuori come una difficoltà o un ostacolo esterno da superare nell’opera di evangelizzazione, ma in un senso vero sono interiori al Cristianesimo e alla Chiesa.

Leggi tutto

Media

Libro: Don Amorth continua

Le Edizioni San Paolo pubblicano un volume, a firma del giornalista Domenico Agasso, per ripercorrere e raccontare la vita del sacerdote modenese, decano degli esorcisti d’Italia e del mondo

Leggi tutto

Società

Germania: cristianesimo in numeri

Attualmente, secondo gli esiti della ricerca, il 28% della popolazione dichiara di aderire alla Chiesa evangelica e il 27% a quella cattolica. Nel 1995 i dati davano il 37% per la prima e il 36% per la seconda. L’allontanamento personale del cristianesimo si è velocizzato negli ultimi anni, con la probabilità che nel giro di breve tempo l’appartenenza alle due grandi Chiese cristiane del paese non coprirà più la maggioranza della popolazione.

Leggi tutto

Storie

Pakistan, ucciso sacerdote in un agguato

La vittima è William Siraj, colpito da due proiettili all’addome e morto sul colpo. L’altro prete ferito è stato trasferito in ospedale e non è in pericolo di vita, Nessun gruppo ha rivendicato l’agguato.

Leggi tutto

Chiesa

I vescovi filippini: ‘Non votate chi distorce la verità

Nell’anniversario dell’Edsa, la rivoluzione pacifica che nel 1986 portò alla caduta di Marcos, il presidente della Conferenza episcopale monsignor. David ha diffuso una lettera pastorale in vista delle elezioni del 9 maggio, nelle quali il figlio dell’ex dittatore è candidato alla presidenza. “Non ci può essere giustizia senza verità”.

Leggi tutto

Storie

Karnataka, nazionalisti indù contro la Bibbia

In una nuova campagna “anti-conversioni” nel mirino la Clarence High School che propone lezioni su pagine bibliche anche ai non cristiani. L’arcivescovo Machado: “Accuse false e mistificanti”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano