Politica

di la redazione

FAMIGLIA, FIGLI E FUTURO. LE TRE ‘F’ PER VOTARE IL POPOLO DELLA FAMIGLIA

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Politica - FAMIGLIA, FIGLI E FUTURO. LE TRE ‘F’ PER VOTARE ALLE TORNATE AMMINISTRATIVE IL POPOLO DELLA FAMIGLIA

di Nicola Di Matteo (Vice-Presidente e Coordinatore Nazionale)

Il Popolo della Famiglia arriva alle amministrative 2022 con il record di liste e candidature presentate nella sua ormai non breve storia. Rispetto alla tornata 2017, quella immediatamente paragonabile, misura il proprio radicamento in tutte le principali città italiane: allora ci presentammo solo a Monza, Verona e Padova; stavolta confermiamo la presenza in queste tre importanti città e ci aggiungiamo Palermo, Cuneo, Asti, Alessandria, Viterbo, Parma oltre al comune più popoloso delle Marche che va al voto (Jesi), della provincia di Novara (Omegna), di quella di Brescia (Desenzano), di Venezia (Mira e Mirano), di Ravenna (Riolo Terme), di Catania (Paternò) e infine di quella di Roma (Ciampino). Proponiamo poi anche tre sfide “atipiche” con candidati sindaci pidieffini in tre piccoli comuni: Averara (Bergamo), Mombello (Torino) e Ventotene (Latina). Abbiamo infine candidati esplicitamente pidieffini inseriti in altre liste a Oristano, Belluno, Taranto, Monfalcone.

Devo dire che non è stato facile prendere la consapevolezza di dover costruire con responsabilità, passione e immenso lavorio; un qualcosa di diverso per il bene delle Famiglie italiane, dei nostri figli e per il futuro degli stessi. Credevo fosse scontato che in un Paese Cristiano si difendessero i valori tradizionali. Quei valori che nel secondo dopoguerra hanno permesso all’Italia di essere una potenza mondiale fondamentale, in termini industriali, economici ed anche strategici. Invece con la partecipazione ai Family Day ci siamo resi conto che qualcosa non andava per il verso giusto e che l’Italia era sull’orlo del baratro sia in termini economici, sia di futuro delle famiglie e quindi della natalità.

Con coraggio, insieme a pochi amici del Family Day, abbiamo dato vita ad un Movimento Politico di ispirazione cristiana e presentato una delle più importanti rivoluzioni in termini legislativi: il reddito di maternità per le mamme. Perché si! Fare la mamma é un mestiere, un lavoro difficile, di pazienza e di estrema delicatezza e, noi vogliamo premiarle con 1000,00 euro al mese fino al 8 anno di età del nascituro/a.

Oggi ci troviamo in un periodo di ampio radicamento territoriale, permesso grazie all’intenso lavoro dei dirigenti locali e regionali del PdF. A cui vanno i miei più sentiti ringraziamenti e le mia più sentita riconoscenza e gratitudine per il lavoro svolto con fatica, in un mondo che ci vuol fare passare come medioevali.

Il giorno 12 Giugno ed ai ballottaggi del 22 Giugno barra il simbolo del Popolo della Famiglia e dai voce e forza alle tre ‘F’: FAMIGLIA, FIGLI, FUTURO.

Ridiamoci fiducia, respiro, facciamo camminare con forza le idee del PDF. Idee belle, giuste, gradevoli che permetteranno ai giovani e alle famiglie degli stessi un futuro di dignità. Questo perché i figli sono un investimento per un Italia che guarda al futuro.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

10/06/2022
0712/2022
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Lo scrittore, la politica ed i quattrini

Questo progetto si chiama “Rapsodia – scrittori nelle scuole” e per il 2016/2017 prevede l’incontro con Giacomo Mazzariol, giovanissimo autore di Castelfranco Veneto, che ha scritto un libro commovente sul fratello down. Il progetto, come accordo tra la scuola e le case editrici, prevede che gli autori vengano a titolo gratuito, ma in cambio almeno l’80% degli studenti presenti deve aver acquistato il libro.

Leggi tutto

Politica

La questione Giorgia Meloni

Con l’avvicinarsi del voto esiste la tendenza ad accaparrarsi più voti possibili con le promesse più disparate. Mario Adinolfi chiarisce questo scottante argomento prendendo come esempio Fratwlki d’Italua e la sua leader Giorgia Meloni

Leggi tutto

Società

Perchè aggrediscono il PDF

Noi siamo fatti oggetto di violenza continua, dai profili social imbavagliati agli spettacolini come quelli di Novara, dagli insulti sanguinosi alle quotidiane vere minacce, perché non ci siamo rassegnati ad un generico e sterile borbottio, ma l’abbiamo trasformato in azione sociale e politica. Questo proprio non ce lo perdonano. E poiché a Novara come la sera dopo a Torino come quella precedente a Terni, l’OCOM tour fa segnare solo sale piene e sold out, allora hanno alzato il livello di intimidazion

Leggi tutto

Politica

Il ruolo del PDF tra Chiesa e politica, tra rivoluzione antropologica e restaurazione

4 MARZO, AMMINISTRATIVE E NUOVO GOVERNO. IL RUOLO DEL POPOLO DELLA FAMIGLIA TRA CHIESA E POLITICA, RIVOLUZIONE ANTROPOLOGICA E RESTAURAZIONE DELLE CASTE
Relazione Incontro con monsignor D’Ercole.

Leggi tutto

Società

Avanza la pratica dell’utero in affitto

La Corte di Appello di Parigi, per la prima volta, ha accettato che una coppia di omosessuali possa adottare “di pieno diritto” (quindi senza il consenso della madre biologica) una coppia di gemelli acquistati tramite la brutale pratica dell’utero in affitto. In pratica con l’istituto della «adoption plénière», vengono tagliati in radice, anche giuridicamente, i legami dei due piccoli sventurati con la loro mamma

Leggi tutto

Politica

CON UN ATTO DI ARROGANTE IMPERIO

Ora sta ai cristiani, in Italia in particolare ai cattolici, decidere come reagire davanti a questa furibonda offensiva che nega il diritto stesso di agire come cristiani in ambito politico proclamando alcune banalissime idee che sono alla base della nostra fede. Per ognuno di noi la vita umana va difesa fin dal suo concepimento, Papa Francesco è arrivato ad affermare che “abortire è come affittare un sicario” ed è una frase che se fosse stata pronunciata da un candidato del principale partito di governo ne avrebbe comportato l’immediata espulsione con la relativa cancellazione del diritto all’elettorato passivo.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano