Storie

di Nathan Algren

Iraq - Antiche reliquie nella chiesa di Mar Thomas a Mosul

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Durante gli anni dell’invasione, Mosul si era aggrappata alla speranza e al ricordo delle sue radici, mentre l’attuale vescovo, il domenicano Najeeb Michaeel, faceva la spola con Erbil per salvare gli antichi manoscritti che testimoniavano la presenza cristiana nel Paese. Ora, nell’ambito dei lavori di ricostruzione della città, nella chiesa di Mar Thomas, si è trovata una ulteriore conferma degli antichissimi legami di questa terra con il cristianesimo. Durante i lavori di ristrutturazione della chiesa sono infatti stati rinvenuti una decina tra reliquie pergamene antichi appartenuti ad alcuni santi.

La chiesa di Mar Thomas è siro ortodossa. Le reliquie sono state trovate in sei contenuti in pietra, con iscrizioni in aramaico dei santi e diversi manoscritti in siriaco ed aramaico. La scoperta ha subito generato eccitazione. Mor Nicodemos Sharaf, arcivescovo siro-ortodosso di Mosul è stato subito avvisato, e questi ha a sua volta contattato il patriarca della Chiesa siro ortodossa Mor Ignace Ephrem II.

Si è provveduto subito ad inventariare le reliquie. Una di queste dovrebbe appartenere a San Teodoro, un soldato romano del III secolo, che proveniva dalla provincia di Corum, in Turchia, e che fu decapitato perché si era convertito. Poi, sono stati rinvenuti altri cinque reliquiari. Contenevano i resti di San Simone “lo Zelota”, apostolo del I secolo; di Mor Gabriel, vescovo di Tur Abdin (593 – 688); di San Simeone il Saggio (I secolo), che accolse Gesù Bambino nel tempio di Gerusalemme; le reliquie di Yoahanan Shliha, ovvero San Giovanni apostolo; di San Gregorio Bar Hebraeus (1226 – 1286), ch fu maphrien (ovvero primate regionale) della Chiesa siro ortodossa dal 1264 al 1286.

È una scoperta particolarmente importante, che permetterà di fare ulteriore luce sulla storia dei primi cristiani nella terra da cui provenivano.

Chissà quante altre sorprese verranno da queste terre martoriate dalla guerra e dalla barbarie in cui tanti cristiani hanno dimorato.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/06/2022
2801/2023
San Tommaso d'Aquino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Io quasi quasi andrei

Quarant’anni sono passati e il ricordo di Bachelet è scolorito eppure uccidere il vicepresidente del Csm fu un’impresa terroristica di altissimo livello, forse seconda per importanza istituzionale dell’obiettivo solo al sequestro e all’uccisione di Aldo Moro. L’obiettivo dei terroristi erano i cattolici impegnati in politica, un mese prima a Palermo era stato ucciso il presidente democristiano della Regione Sicilia, Piersanti Mattarella. Anna Laura Braghetti aveva partecipato all’assalto alla sede della Democrazia Cristiana di Roma in piazza Nicosia, uccidendo gli agenti Antonio Mea e Pierino Ollanu. Bruno Seghetti, che aveva già gambizzato l’esponente della Dc romana Publio Fiori e il direttore cattolico del Tg1 Emilio Rossi, sarebbe stato arrestato il 19 maggio 1980 dopo aver ucciso il 49enne assessore democristiano alla Regione Campania, Pino Amato. Era la mattanza dei cattolici, ma non se ne conserva memoria, gli stessi cattolici impegnati in politica faticano a ricordarsene. E magari stanziano centinaia di migliaia di euro per celebrare il centenario del Partito comunista italiano, come se il brigatismo rosso non appartenesse a quell’album di famiglia.

Leggi tutto

Media

La Croce, uno tra i pochissimi media liberi

La ragione astratta dunque svuota le persone e le rende più facilmente manipolabili da una scienza falsamente neutra, sempre in realtà a vantaggio dei potenti del momento. Come ritiene, pro domo sua, di poter fare a meno di una crescita libera così impone i propri canoni pseudo scientifici che spogliati appunto di vissute libere ricerche incasellano la cultura in branche specialistiche vivisezionate

Leggi tutto

Storie

Iraq - Card. Sako: nuovo anno per superare ‘divisioni

Un cambiamento che deve partire nelle famiglie, nelle chiese e nelle moschee, nelle scuole e sui media. Preservare le differenze e rafforzare valori quali “amore, tolleranza e perdono”.

Leggi tutto

Chiesa

Mediterraneo frontiera di pace

Nei giorni del Convegno, Patriarchi e Vescovi cattolici delle Chiese presenti nei Paesi che si affacciano sul Mare Mediterraneo parteciperanno anche a incontri sui Testimoni della fede legati alla storia del cattolicesimo fiorentino del Novecento, come Giorgio La Pira, il Cardinale Elia Dalla Costa, don Lorenzo Milani e don Divo Barsotti.

Leggi tutto

Chiesa

BRASILE - Vescovi: necessari “grandi e urgenti cambiamenti”

“Il quadro attuale è molto grave. Il Brasile non sta andando bene!” denunciano i Vescovi, ricordando la fame e l’insicurezza alimentare del “secondo esportatore alimentare al mondo”, l’alto tasso di disoccupazione e di lavoro informale, lo sfruttamento e il degrado della casa comune, la mancanza di rispetto per i diritti dei popoli indigeni, la persecuzione e la criminalizzazione dei leader socio-ambientali, “la fragilità delle azioni per combattere i crimini contro l’ambiente e i disastrosi progetti parlamentari contro la casa comune”.

Leggi tutto

Politica

Sinistra europea impedisce il dibattito sui cristiani perseguitati

La sinistra europea ha bocciato (244 a 231) la richiesta avanzata da un eurodeputato francese del gruppo Id, sostenuta da Ecr e Ppe, di inserire all’ordine del giorno della plenaria in corso a Bruxelles un dibattito sulla persecuzione dei cristiani nel mondo, a seguito del barbaro omicidio della studentessa nigeriana Deborah Samuel”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano