Storie

di Roberto Signori

Nigeria - Arresti per la strage di Pentecoste

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Non ci fermeremo finché non arriveremo in fondo all’indagine su questo crimine e vi assicuro che gli autori e i loro sponsor saranno catturati”, ha detto Adetunji Adeleye, comandante della Ondo State Security Network Agency, nota come “Amotekun Corps”, la polizia dello Stato di Ondo, nel sud-ovest della Nigeria, nell’annunciare l’arresto di alcuni sospetti in relazione al massacro di domenica 5 giugno, nella chiesa cattolica di San Francesco Saverio ad Owo Nel massacro almeno 40 persone hanno perso la vita e altre 70 sono rimaste ferite.

Il capo della polizia dello Stato di Ondo non ha fornito il numero delle persone arrestate ma ha assicurato che tutti i responsabili del massacro verranno portati di fronte alla giustizia. “Abbiamo recuperato l’ultimo veicolo utilizzato nell’operazione e abbiamo effettuato alcuni arresti. Abbiamo recuperato le armi usate nella strage che potranno essere utili alle indagini” ha detto Adeleye, confermando che gli assalitori sono giunti sul luogo del massacro su alcune moto e prima di andarsene avevano rubato un’automobile con la quale una parte degli uomini del commando era fuggita.

Il comandante della polizia non ha detto nulla sull’eventuale appartenenza degli arrestati all’ Islamic State in West Africa Province (ISWAP), la branca nigeriana dell’ISIS, che è stata accusata dal governo federale di essere responsabile della strage nella chiesa di Owo. Una tesi contestata dal Governatore dello Stato di Ondo secondo il quale non ci sono prove al riguardo. Domenica 19 giugno due chiese, una cattolica e un’altra metodista, sono state assalite a Ungwan Aku nell’area del governo locale di Kajuru, nello stato di Kaduna.

Il Presidente Muhammadu Buhari ha affermato che gli attacchi alle chiese e ai fedeli sono inaccettabili. In una dichiarazione firmata dal portavoce del presidente, Garba Shehu, Buhari ritiene che sia chiaro che esiste un progetto per mettere il Paese sotto tensione religiosa. Il Presidente Buhari ha affermato che la libertà e la diversità religiosa sono ciò che rende grande la Nigeria e ha invitato i nigeriani, cristiani e musulmani, a pregare per la pace e la concordia nazionale.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

25/06/2022
1408/2022
S.Massimiliano M. Kolbe

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Ecco la Balena Blu

Nel miserabile tentativo di azzardare un’analisi del fenomeno è ovvio che, in primo luogo, venga da puntare il dito sul gioco della Balena blu, ed è giustissimo farlo. Allo stesso tempo, però, è opportuno non dimenticare che quel gioco è un parto dei giorni nostri, un prodotto dell’odierna comunità umana globale. Il mondo non è mai stato un luogo perfetto ed ogni epoca ha conosciuto le sue nefandezze ma oggi la stupidità e la malvagità di pochi possono espandersi e amplificarsi come mai prima era stato possibile. Prendendo spunto dalla famosa e profonda riflessione di Hannah Arendt “La banalità del male” potremmo concludere che ciò che è banale nasce da menti banali e, contemporaneamente, attrae menti altrettanto banali.

Leggi tutto

Società

IL PECCATO ORIGINALE DEI NUOVI DOGMI DELL’ECOLOGISMO CORRETTO

Dietro i pur nobili intenti di alcuni ragazzini in perenne protesta per la salvezza del pianeta vi è una chiara e ben oleata macchina neo maltusiana che vuole eliminare più vita umana possibile dalla faccia della terra. I fallaci dogmi dell’ecologismo attuale.

Leggi tutto

Società

Ancora attacchi alle chiese in Niger

In Niger aumentano le minacce verso le comunità cristiane nell’indifferenza generale della comunità internazionale

Leggi tutto

Società

INDIA - Il 2021 “l’anno più violento” per i cristiani

La minoranza cristiana della popolazione indiana ha dovuto affrontare una serie di violenze spesso perpetrate da gruppi estremisti indù in tutto il paese

Leggi tutto

Politica

Alle prossime elezioni il salto di qualità

Viviamo in una cultura che induce a ritenere i valori un orpello inutile mentre solo l’autentica crescita e partecipazione delle persone può rinnovare una società sempre più spenta. Orientarsi in politica non verso mere proposte tecniche ma verso chi propone il favorire la libera, profonda, maturazione delle persone.

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Arrestato per blasfemia un giovane musulmano

La polizia di Lahore ha incriminato per blasfemia Muhammad Bilal, giovane musulmano accusato di aver dissacrato la croce della “One in Christ Church”, chiesa di Lahore, dove si raduna una comunità di denominazione pentecostale.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano