Storie

di Roberto Signori

Nigeria - Senza sosta le violenze contro sacerdoti, chiese, congregazioni

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Ogni settimana nigeriani innocenti perdono la vita in attacchi terroristici contro luoghi di culto, case e mezzi di trasporto, e molti sono anche i feriti o rapiti. Nel fine settimana appena trascorso sono stati uccisi, in attacchi separati, altri due sacerdoti cattolici. Il primo, p. Vitus Borogo è stato ucciso sabato 25 giugno nella Prison Farm di Kaduna, e l’altro, padre Christopher Odia Ogedegbe, è stato rapito ed ucciso domenica 26 giugno mentre andava a messa ad Auchi, nello Stato di Edo.

“Si tratta del terzo attacco solo in questo mese e l’ultimo di 15 attacchi nelle 17 comunità parrocchiali quest’anno” ha affermato p. Francis Agba, parroco della Parrocchia di Sant’Agostino, nello stato di Kaduna.
I crimini contro le vittime sono stati perpetrati entrambi nelle rispettive diocesi nigeriane. Padre Vitus Borogo, era cappellano della comunità cattolica del Politecnico statale di Kaduna oltre che presidente dell’Associazione dei sacerdoti diocesani cattolici nigeriani. P. Christopher Odia, era parroco della St. Michael Catholic Church, Ikabigbo, oltre che preside della St. Philip Catholic Secondary School, Jattu. Secondo una testata giornalistica nigeriana un servitore della Messa e un vigilante locale sono stati a loro volta uccisi a colpi di arma da fuoco durante il rapimento di padre Odia.
Ad oggi risultano 900 i cristiani assassinati tra gennaio e marzo. Il Paese dell’Africa occidentale è alle prese con un’ondata di violenza da parte di bande armate che spesso compiono omicidi e rapimenti a scopo di riscatto, principalmente in comunità rurali non protette. Dal 2009, quando è emersa l’insurrezione di Boko Haram, uno dei più grandi gruppi islamisti in Africa, che ha l’obiettivo di trasformare il paese in uno stato islamico, la Nigeria vive in totale stato di insicurezza.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

28/06/2022
2102/2024
Sant'Eleuterio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Il dramma dell’elitarismo

Un aspetto paradossale, se non fosse drammatico, del nostro tempo è quello di elites che hanno sfasciato completamente la società ma quando non vengono seguite accusano il popolo di ignoranza. Non sono esse che hanno svuotato la gente della sua viva ricerca identitaria e dello scambio con una formazione, fin dalla scuola, meramente intellettualista, omologata?

Leggi tutto

Politica

PAKISTAN - Un treno speciale porta nel paese il messaggio di pace del Natale

È un momento di gioia essere qui con tutti voi, persone della comunità cristiana, alla stazione ferroviaria di Lahore, per inaugurare il ‘Christmas Peace Pray Train’

Leggi tutto

Storie

Pakistan: cristiano ucciso da un gruppo di musulmani

Il 25enne Pervez Masih è stato attaccato dopo una controversia nata nel suo negozio di videogiochi.. United Christian Council: “In Pakistan le forze dell’ordine sono impotenti e insicure”.

Leggi tutto

Storie

La Turchia in Siria ed Iraq danneggia chiese

Ankara ha lanciato l’operazione di primavera “Claw Lock” contro obiettivi curdi oltre-confine. Morto un 26enne cristiano a Khabour, i jihadisti attaccano col sostegno turco.

Leggi tutto

Storie

NIGERIA -  I veri motivi della strage nella chiesa di Owo

Leggi tutto

Storie

PARAGUAY - I Vescovi dopo l’assassinio di un giornalista

“Lo Stato deve garantire e tutelare la libertà di espressione, ancor di più in uno scenario di alta pericolosità, altrimenti avanzeranno inesorabilmente il crimine organizzato, il narcotraffico e gli atti di crudeltà”. Lo scrive la Conferenza Episcopale del Paraguay (CEP) in un comunicato diffuso ieri, 7 settembre, in merito all’assassinio di un giovane giornalista, Humberto Andres Coronel Godoy

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano