Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Il Papa alla delegazione dell’International Jewish Committee on Interreligious Consultations

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il Papa sottolinea l’importanza del fdialogo tra religione nel mondo con queste parole.

Cari amici!

Do il mio benvenuto a voi, leaders del Comitato internazionale ebraico per consultazioni interreligiose. La vostra organizzazione è stata creata nel 1970 con lo scopo di promuovere e accompagnare il dialogo interreligioso in tutto il mondo. Essa riunisce molte grandi organizzazioni ebraiche, con sede specialmente negli Stati Uniti d’America. Fin dagli inizi è in contatto con la Commissione della Santa Sede per i rapporti religiosi con l’ebraismo, e insieme ad essa organizza regolarmente conferenze congiunte su temi di attualità. In occasione dell’ultima vostra riunione qui a Roma, nel maggio 2019, ricordo di aver salutato il vostro gruppo all’udienza generale in Piazza San Pietro.

Nei nostri tempi turbolenti, è di grande importanza che ebrei e cristiani si incontrino, e sempre più lavorino insieme, per cercare di contrastare certe tendenze negative delle nostre società occidentali: l’idolatria dell’io e del denaro; l’individualismo esasperato; la cultura dell’indifferenza e dello scarto. Siamo chiamati a testimoniare insieme il Dio della misericordia e della giustizia, che ama e si prende cura delle persone; e possiamo farlo attingendo dal patrimonio spirituale che in parte condividiamo e che abbiamo la responsabilità di custodire e approfondire.

Le nostre tradizioni religiose ci chiedono di affrontare le discordie, le divergenze e i conflitti non in modo aggressivo, ma senza pregiudizi e con intenzioni pacifiche, al fine di trovare punti di convergenza accettabili da tutti. In ogni caso, l’odio e la violenza sono incompatibili con la nostra fede nel «Dio misericordioso e pietoso, lento all’ira e ricco di amore e di fedeltà» (Es 34,6). Ebrei e cristiani, siamo chiamati a comportarci in modo tale da assomigliare il più possibile al nostro Creatore e Padre. Questo – lo sappiamo – diventa molto difficile quando siamo fatti oggetto di soprusi e persecuzioni, come è avvenuto spesso nella storia e purtroppo avviene anche oggi. A tale proposito, colgo questa occasione per ribadire l’impegno della Chiesa Cattolica nel contrastare ogni forma di antisemitismo, soprattutto attraverso l’azione preventiva, cioè sul piano educativo, sia nelle famiglie, sia nelle comunità parrocchiali e nelle scuole, sia nelle aggregazioni laicali.

Ritornando al dialogo interreligioso, esso è un segno dei nostri tempi, un segno direi provvidenziale, nel senso che è Dio stesso, nel suo disegno sapiente, a ispirare a leaders religiosi e a tante persone comuni il desiderio di incontrarsi e conoscersi nel rispetto delle differenze religiose. Questa è una via maestra per far crescere nel mondo la fraternità e la pace. Rafforzando il dialogo possiamo resistere all’estremismo, che purtroppo è una patologia che può manifestarsi anche nelle religioni. Preghiamo il Signore di guidarci sempre più in questo cammino di dialogo e fraternità.

Cari amici, vi ringrazio della vostra visita. Che la benedizione di Dio vi accompagni e renda fruttuoso il vostro lavoro al servizio della conoscenza reciproca e della collaborazione. E, per favore, nelle vostre preghiere, ricordatevi anche di me. Grazie!

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

30/06/2022
0110/2022
S. Teresa di Gesù bambino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa - Udienza generale: “Onora il padre e la madre”

All’udienza generale, Papa Francesco riprende il ciclo di catechesi osservando che non sempre nelle società c’è l’attenzione a restituire ai nostri vecchi l’amore ricevuto, con la tenerezza e il rispetto dovuti.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco ed il Rosario contro la guerra

Papa Francesco soprattutto presenta alla Madre di Dio la tragedia vissuta dagli ucraini

Leggi tutto

Chiesa

Intervista a don Moreno Cattelan,(seconda parte)

Eccovi la seconda parte dell’intervista a don Moreno Cattelan sulla situazione in Ucraina

Leggi tutto

Storie

Accessibili i documenti del pontificato di Pio XII sugli Ebrei

Sul sito internet dell’Archivio Storico della Segreteria di Stato è possibile consultare la serie che conserva le istanze di aiuto rivolte al Papa da ebrei di tutta Europa, dopo l’inizio delle persecuzioni.

Leggi tutto

Società

Cina - Vivere nella frugalità e astenersi dalle stravaganze

“Raccogliete i pezzi avanzati, perché nulla vada perduto” (Gv 6,12): le parole di Gesù rivolte ai suoi discepoli dopo il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci, insieme all’insegnamento di Papa Francesco nella sua Lettera Enciclica Laudato si’ sulla cura della casa comune (24 maggio 2015), sono stati il filo conduttore dell’incontro che si è svolto l’8 luglio nel Seminario Maggiore dello Shaanxi, in Cina continentale, sul tema “Vivere nella frugalità ed astenersi dalle stravaganze”

Leggi tutto

Chiesa

“Che cosa cerco?”

Incontrando in Sala Clementina i ragazzi partecipanti al “Campo Alpha”, che si è tenuto in questi giorni in Molise, il Papa ricorda il suo recente Viaggio in Canada: voi e quei giovani siete uguali, vi unisce lo stesso “senso di umanità”. Come il beato Carlo Acutis rinunciate alla logica ...

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano