Storie

di Nathan Algren

Nicaragua: le Suore di Madre Teresa minacciate di espulsione

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il governo di Daniel Ortega, mediante il ministro degli Interni, ha ordinato sabato 25 giugno la chiusura di 101 organizzazioni non governative (ONG), tra cui l’associazione delle Missionarie della Carità, la congregazione religiosa fondata da Madre Teresa.

La domanda è stata formulata in primo luogo dal legislatore sandinista Filiberto Rodríguez, in una lettera presentata il 22 giugno all’Assemblea Nazionale. Nel documento, pubblicato dal media nazionale Confidenciál, egli presenta
Il testo, che deve essere dibattuto questa settimana, afferma che l’Associazione delle Missionarie della Carità «non ha rispettato i suoi doveri» relativi alla legge che regolamenta le OSSL, a quella sul riciclaggio di denaro sporco volta ad evitare il finanziamento del terrorismo e quello di armi di distruzioni di massa. il decreto legislativo per l’annullamento della personalità giuridica di diverse associazioni e fondazioni, domandata dalla Direzione nazionale della registrazione e del controllo delle OSSL [organizzazioni senza scopo di lucro, N.d.R.].

Il testo, che deve essere dibattuto questa settimana, afferma che l’Associazione delle Missionarie della Carità «non ha rispettato i suoi doveri» relativi alla legge che regolamenta le OSSL, a quella sul riciclaggio di denaro sporco volta ad evitare il finanziamento del terrorismo e quello di armi di distruzioni di massa.

Nel dettaglio, stando al governo, le missionarie della Carità non sono accreditate «dal ministero della Famiglia per funzionare come un asilo nido, un ritrovo per giovani ragazze e un dispensario per anziani», e non dispone «di un permesso, che dovrebbe essere concesso dal ministero dell’Educazione, per effettuare il rinforzo degli apprendistati», delle azioni caritative di cui si occupano attraverso differenti strutture. Inoltre, denuncia il governo, lo stato delle finanze comunicato al ministero dell’Interno non coincide con i documenti presentati nella supervisione.

L’Associazione delle Missionarie della Carità è stata fondata in Nicaragua il 16 agosto 1988, subito dopo la visita di Madre Teresa nel Paese e durante il primo governo di Daniel Ortega (1985-1990). Le religiose realizzano il grosso delle loro azioni caritative attraverso la Casa del Cuore Immacolato di Maria, nella città di Granada, dove adolescenti presi da contesti difficili vengono accolti e aiutati a costruire il loro futuro. Nella capitale, Managua, una casa di riposo, un progetto di sostegno scolastico per gli alunni a rischio e un asilo nido per famiglie senza risorse sono tenuti dalle Missionarie della Carità.

Le Missionarie della Carità fanno parte delle 101 organizzazioni chiuse lo scorso fine settimana dal governo del Nicaragua, e si aggiungono a più di 750 organizzazioni chiuse dal governo in questi ultimi anni, tutte col medesimo metodo volto a negare personalità giuridica. Nel maggio 2022, ad esempio, è stata la volta dell’Istituto Giovanni XXIII, legato all’Università dell’America Centrale (UCA), che aiutava circa 400mila persone con i suoi programmi di alloggio, i suoi progetti di ecologia globale e, soprattutto, di sanità. All’inizio del giugno 2022, TV Merced, una rete cattolica della diocesi di Matagalpa, è stata chiusa. Preti sono stati arrestati e vescovi minacciati.

Come in tutte le persecuzioni contro la Chiesa cattolica condotte da regimi autocratici, quello di Daniel Ortega (giunto a qualificare i Vescovi di “golpisti” e i preti di “criminali”), l’obiettivo di tali atti è di mettere a tacere e intimidire. Le Missionarie della Carità, al servizio dei più poveri fra i poveri da più di quarant’anni, negoziano con il governo per continuare a servire gli abitanti del Paese che hanno bisogno di aiuto.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/07/2022
0110/2022
S. Teresa di Gesù bambino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

La Chiesa avrà due nuovi santi

La Chiesa avrà presto due nuovi santi e cinque beati mentre tra i sei neo venerabili spicca il nome di monsignor Antonio Bello. Il Papa, ha autorizzato i relativi decreti. A essere canonizzati saranno Tito Brandsma (1881-1942) e Maria di Gesù (al secolo Carolina Santocanale 1852-1923) di cui è stata riconosciuta l’intercessione per un miracolo.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco incontra Ieronymos, primate della Chiesa ortodossa greca

Dopo gli incontri istituzionali, nel primo pomeriggio ad Atene il Papa ha incontrato Sua Beatitudine Ieronymos, primate della Chiesa ortodossa greca, riconoscendo gli errori commessi dai cattolici e invitando a ritrovare l’unità che rende credibile la testimonianza cristiana.

Leggi tutto

Chiesa

INDIA - Missionarie della Carità accusate di proselitismo

“Le Missionarie della Carità sono prese di mira dai nazionalisti indù. Si tratta di pura diffamazione; si vogliono diffamare e calunniare le suore e le istituzioni cristiane”.

Leggi tutto

Chiesa

Papa: una tragedia l’inverno demografico in Italia

Nei saluti del dopo Angelus, il Papa ha espresso la sua preoccupazione per la denatalità nella penisola che va contro il “nostro futuro”.

Leggi tutto

Storie

India e jihadisti

La Corte Suprema indiana discuterà sullo swami che chiama alle armi contro i musulmani. In due occasioni il religioso estremista indù Prabodhanand Giri aveva invitato i fedeli a dotarsi di un’arma per “ripulire” l’india dai jihadisti

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco - Dio si trova nella realtà di ogni giorno

Il Papa invita ancora a chiedersi come ci poniamo noi davanti al Signore, se come i suoi compaesani crediamo “di sapere tutto su di Lui”, pensiamo di conoscerlo bene “con le nostre idee e i nostri giudizi”, rischiando di chiuderci alle novità di Gesù e di rimanere “fissi sulle nostre posizioni”. Il Signore ci chiede “una mente aperta e un cuore semplice e quando una persona ha una mente aperta, un cuore semplice ha la capacità di sorprendersi”. Quindi indica Maria come modello di umiltà e disponibilità: che lei “ci mostri la via per accogliere Gesù”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano