Chiesa

di Nathan Algren

L’India vara la tassa sugli infuencer

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Dal 1 luglio è entrata in vigore in India la “tassa sugli influencer”. Secondo quanto previsto dalle nuove direttive del Finance Act 2022, quanti promuovono prodotti sui social media pagheranno una tassa del 10% sul valore dei benefit concessi da aziende o enti. La tassa sarà trattenuta alla fonte. I benefit possono essere di qualsiasi natura: contanti, carte regalo, omaggi che superano il valore di 20.000 rupie (poco meno di 250 euro ndr). Il provvedimento si applica anche ai campioni gratuiti di medicinali forniti a ospedali e medici. Per tutti la tassazione non varrà se i prodotti verranno restituiti.

La nuova disposizione varata dal governo indiano mira ad ampliare la base fiscale nel Paese, alla luce della sempre maggiore penetrazione dei social media e l’aumento dei profitti nel settore. Secondo un sondaggio condotto nell’ottobre 2020 da Rakuten Insight quasi il 67% degli intervistati in India ha ammesso di seguire almeno un influencer sulle piattaforme dei social media, mentre solo il 12% dichiarava di non conoscere il significato della parola. Nella fascia di età compresa tra i 25 e i 34 anni, quasi il 71% degli intervistati ha ammesso di aver acquistato un prodotto sponsorizzato da un influencer. Nel 2021, il settore dell’influencer marketing in India valeva 9 miliardi di rupie indiane (quasi 110 milioni di euro ndr), ma si prevede che nei prossimi cinque anni possa crescere a un tasso del 25%, arrivando a toccare i 22 miliardi di rupie entro il 2025.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/07/2022
0110/2022
S. Teresa di Gesù bambino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Cosa fare per rimettere in piedi l’economia italiana?

I soldi per tagliare le tasse e per dare lavoro a tutti ci sono. Se capiamo come funziona la moneta (anche senza uscire dall’Euro)

Leggi tutto

Società

Rallenta la campagna vaccinale

Questa settimana, secondo gli ultimi dati del Governo, si sono registrati poco meno di 2 milioni di somministrazioni in più rispetto ai sette giorni precedenti. Molte meno di quelle segnalate nelle 3 settimane precedenti.

Leggi tutto

Storie

BANGLADESH - vescovo Rozario ed i debiti dei cristiani

Il presule ha ammonito i fedeli e le cooperative di credito, che non informando i propri membri snaturano i loro obiettivi originari

Leggi tutto

Politica

Green pass a lavoro, le criticità esposte dal Garante

Leggi tutto

Società

L’uso problematico dei videogiochi in adolescenza

Una ricerca dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr, dell’Università di Padova e della Flinders University ha rivelato come fattori socioeconomici possano influenzare il rischio di gaming problematico negli adolescenti europei. Lo studio riporta che il 20% dei giovani è ad alto rischio e che i ragazzi sono tre volte più esposti rispetto alle coetanee. Danimarca e Romania presentano rispettivamente la percentuale più bassa (12%) e più alta (30%) del fenomeno. L’Italia è al di sopra della media europea con circa il 24%. Positivo il ruolo della famiglia e delle politiche sociali. La ricerca è stata pubblicata su Addiction

Leggi tutto

Storie

Aborto: le lobby nascondono le mappe

​Mentre la maggior parte delle persone gioisce per la sentenza di scelta contro l’aborto, social, media e lobby proseguono la loro battaglia faziosa,

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano