Storie

di Nathan Algren

Lahore, cristiano condannato a morte per blasfemia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Un tribunale di Lahore ha condannato a morte per impiccagione, in seguito all’accusa di blasfemia, il cristiano Ashfaq Masih; la sentenza risale al 4 luglio scorso ed è legata a un fatto risalente a poco più di cinque anni fa, quando Masih avrebbe - secondo l’accusa - diffamato il profeta Maometto affermando che Gesù Cristo è il solo e unico profeta.

Il 15 giugno 2017 la polizia ha aperto un fascicolo contro Ashfaq Masih, arrestato in seguito a una lite con un musulmano che si era rivolto al suo negozio di riparazione di biciclette. La famiglia dell’uomo cristiano riferisce che l’accusa di blasfemia è solo un pretesto utilizzato dal cliente, Muhammad Irfan, per non pagare il lavoro effettuato. Davanti ai magistrati Masih ha dichiarato la propria innocenza, accusando a sua volta il querelante di aver cercato di “distruggere il suo negozio”.

Dal 2017 la moglie e la figlia di otto anni aspettavano la sentenza pronunciata dal giudice aggiunto Khalid Wazir, che le ha fatte sprofondare nel dolore e nella disperazione. A dispetto dei proclami di innocenza, la giuria ha emesso la pena capitale e il timore è che possa essere eseguita o l’uomo, come avvenuto peraltro in passato, possa essere vittima di un omicidio extragiudiziale - anche in prigione - perpetrato in nome della legge sulla blasfemia.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/07/2022
2802/2024
San Romano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Pakistan - Rischia il linciaggio per (falsa) accusa di blasfemia

Ashok Kumar, operatore sanitario pakistano di religione indù ha rischiato il linciaggio in base a una (falsa) accusa di blasfemia, per aver profanato il Corano

Leggi tutto

Storie

Pakistan - Accusata di blasfemia per parcheggio negato

Un’addetta alla sicurezza dell’aeroporto internazionale minacciata dal suo superiore per aver fatto rispettare le regole. In un video divenuto virale con coraggio la donna ha sfidato il funzionario a denunciarla

Leggi tutto

Storie

Novara: a scuola crocifissi distrutti e scritte blasfeme sui muri

Scuola vandalizzata a Novara, raid di una baby gang: crocifissi distrutti e scritte blasfeme sui muri

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Cristiano accusato di blasfemia perchè posta un passo biblico

La famigerata “legge di blasfemia” in Pakistan è composta da alcuni articoli del Codice Penale: gli articoli 295 e 295a puniscono, in modo generalizzato, la blasfemia verso la religione; due controversi commi (295b e 295c), in particolare, puniscono con l’ergastolo o con le pena di morte il vilipendio all’Islam, al Corano o al Profeta Maometto. Inoltre l’onere della prova non ricade sull’accusatore ma sull’imputato. La legge è spesso strumentalizzata e tirata in ballo per vendette personali.

Leggi tutto

Storie

Burkina Faso, libera suor Tennyson

La religiosa, 83 anni, prelevata cinque mesi fa, è ora in un luogo sicuro e in buone condizioni di salute. Nessuna informazione circa i sequestrator

Leggi tutto

Politica

Mai più un soldo pubblico a questi blasfemi (e fuori dalle scuole)

Decine di migliaia di euro in meno di tre mesi quest’anno al circolo gay Cassero di Bologna. Che svolge iniziative volgari e blasfeme. Ora basta

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano