Storie

di la redazione

Il Sinodo di Lussemburgo e le proposte di folli aperture

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il Sinodo di Lussemburgo chiede alla Chiesa cattolica di “aprirsi” al “matrimonio” omosessuale Luxembourg Synod demands Catholic Church ‘open up’ to homosexual ‘marriage,’ women preachers è il titolo del Lifesitenews. L’articolo è scritto dal collega articolo scritto da Kennedy Hall .

La Chiesa cattolica dovrebbe essere aperta al “matrimonio” omosessuale e alle predicatrici, secondo i partecipanti alla fase diocesana del Sinodo sulla sinodalità nell’arcidiocesi di Lussemburgo.

I risultati di un sondaggio a livello diocesano contenente suggerimenti su ciò che la Chiesa dovrebbe fare secondo migliaia di cattolici lussemburghesi sono stati resi noti il 5 luglio in un rapporto di 37 pagine. Circa 4.590 dei 439.000 cattolici stimati in Lussemburgo hanno partecipato al processo sinodale.

Il rapporto è stato preparato da un’équipe di due persone ed è stato notato che non molti partecipanti hanno espresso convinzioni “contro l’accettazione dei divorziati e dei risposati… l’accettazione dell’omosessualità e l’abolizione del celibato sacerdotale”.

Il documento è organizzato in sezioni intitolate “Comunione”, “Partecipazione” e “Missione”, con ogni sezione contenente tre sottosezioni intitolate “Verso il futuro”, “Diocesi” e “Chiesa universale”.

Nella sottosezione “Chiesa universale” della sezione “Comunione”, i documenti affermano che: “La Chiesa ha bisogno di un cambiamento di visione sull’omosessualità, per aprirsi al matrimonio per tutti”.

Inoltre, la stessa sezione aggiunge che anche “l’obbligo del celibato per i sacerdoti” deve essere cambiato.

Gli intervistati hanno espresso la loro preoccupazione per il ruolo delle donne nella Chiesa e hanno suggerito che il “servizio di predicazione” sia aperto a laici donne e uomini.

È stato anche scritto che “la Chiesa deve riconoscere i suoi errori e mettersi in discussione”.

Alcuni partecipanti hanno affermato che “i dogmi e alcune tradizioni possono contribuire a una perdita di spiritualità”.

Per quanto riguarda la partecipazione, alcuni cattolici lussemburghesi hanno affermato che è necessario “superare una rigidità… affinché la liturgia diventi più viva”.

L’arcivescovo di Lussemburgo è il cardinale Jean-Claude Hollerich, SJ, un prelato che avrà un ruolo significativo quando i vescovi si riuniranno a Roma per il culmine del Sinodo sulla sinodalità nell’ottobre 2023.

Hollerich, relatore generale del Sinodo sulla sinodalità, ha dichiarato che l’insegnamento della Chiesa sull’omosessualità è “falso” e che “il fondamento di questo insegnamento non è più corretto”.

In passato il cardinale ha espresso un “grande rispetto” per il “cammino sinodale” tedesco, che è stato in parte rimproverato dal Vaticano per il timore che il processo tedesco portasse a uno scisma formale con Roma.

https://www.lifesitenews.com/news/luxembourg-synod-demands-catholic-church-open-up-to-homosexual-marriage-women-preachers/

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/07/2022
1908/2023
San Giovanni Eudes

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Preoccupazioni prive di azioni

Le conclusioni dell’assemblea generale della Cei indicano una serie di problemi, osservano l’avanzata di un’offensiva legislativa contro la famiglia, ma non offrono risposte operative

Leggi tutto

Politica

Per non finire dalla padella piddina nella brace grillina

Renzi perde contro tutti, ma ha comunque accumulato un credito personale enormemente più grande di quello di qualunque oppositore singolo. Resta la fluttuante variabile dei cattolici italiani

Leggi tutto

Politica

Confutando Spadaro e Figueroa

Il gesuita siciliano che si accredita come frontman dei consiglieri di Papa Francesco (e che con questi crediti intasca colonne di editoriale sui giornaloni) si è lasciato andare, insieme col direttore dell’edizione argentina de L’Osservatore Romano, a un’analisi sociopolitica dell’attuale quadro Usa. Stupisce l’approssimazione del testo, evasivo sui dati e apodittico sui teoremi: si può fare meglio

Leggi tutto

Politica

Su Gerusalemme tutti contro Trump e Putin

Gerusalemme, uno strappo inutilmente pericoloso.  Neppure un solo Paese, a parte Israele, sembra appoggiare Trump nella sua mossa unilaterale. Sarà la scelta giusta?

Leggi tutto

Chiesa

Dialogo oltre i populismi

Il discorso di Papa Francesco è andato a toccare motivi di forte contrasto politico tra le nazioni:  le parole del Pontefice hanno messo l’accento soprattutto sull’importanza della collaborazione fra le nazioni e della diplomazia multilaterale, che appare sempre più indebolita dal riemergere di tendenze nazionalistiche.

Leggi tutto

Storie

A tu per tu con Rosaria Radaelli

L’ostetrica Rosaria Radaelli ci parla della sua professione.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano