Storie

di Nathan Algren

In India i cristiani si aspettano diritti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I cristiani in India hanno accolto con favore l’elezione e l’insediamento di Drupadi Murmu donna 64enne, a presidente del paese, avvenuta il 21 luglio scorso. Murmu è la primo presidente indigena e la seconda donna a ricoprire la carica più alta della nazione. E’ succeduta a Pratibha Patil, che ha ricoperto la carica per cinque anni dal 2017 . Murmu è stata candidata alla presidenza della “National Democratic Alliance “(NDA) guidata dal Bharatiya Janata Party (BJP), ed è membro del BJP. Ben 44 partiti politici hanno sostenuto Murmu nelle elezioni presidenziali, mentre 34 partiti hanno sostenuto il candidato dell’opposizione Yashwant Sinha, ex ministro delle finanze e diplomatico,

Il 25 luglio Murmu, nata nel villaggio di Uparbeda nel distretto Mayurbanj di Odisha, stato dell’India orientale, ha prestato giuramento come 15° presidente dell’India. La donna appartiene alla tribù Santali, che è la seconda comunità tribale più diffusa in India, nazione in cui si registrano oltre 700 comunità indigene riconosciute, per un complesso di oltre 104 milioni di indigeni, quasi il 9% degli 1,4 miliardi di abitanti dell’India.

Va sottolineato che nel 2017 Murmu, da governatore dello stato del Jharkhand, ha ha approvato il “Freedom of Religion Bill” una “legge anti-conversione” che rende un reato indurre una persona a convertire la propria religione, con pene detentive. La legge rende obbligatorio per ogni persona informare la polizia sulle circostanze di una conversione religiosa.

“È motivo di orgoglio che l’India abbia ufficialmente il primo presidente che proviene da una comunità tribale. Ci auguriamo che difenda i diritti delle popolazioni indigene nel Paese” sono le parole di padre Nicolas Barla, Segretario dell’Ufficio per gli affari tribali della Conferenza episcopale dell’India (CBCI).

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/07/2022
2909/2022
Ss. Michele, Gabriele e Raffaele arcangeli

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

HAPPY HOUR, L’EPIDEMIA DISTOPICA DI FERRUCCIO PARAZZOLI

Ci si sveglia un giorno a caso in una qualunque periferia dell’Occidente medicalizzato, l’Occidente iperconnesso del XXI secolo, e di colpo la bolla patinata d’onnipotenza transumanista è svanita: basta un ridicolo microrganismo, un miasma invisibile a seminare un panico atavico.

Leggi tutto

Chiesa

INDIA - Missionarie della Carità accusate di proselitismo

“Le Missionarie della Carità sono prese di mira dai nazionalisti indù. Si tratta di pura diffamazione; si vogliono diffamare e calunniare le suore e le istituzioni cristiane”.

Leggi tutto

Storie

Pakistan - 8 anni nel braccio della morte

La drammatica storia di due coniugi cattolici di Lahore arrestati con l’accusa di blasfemia, rivelatasi poi falsa.

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

Politica

PDF Firenze, ordine dei medici e il caso Gerardo Torre

PDF Firenze - Lettera aperta al Presidente dell’Ordine dei Medici di Salerno, dopo la censura al dottor Gerardo Torre:  “Signor Presidente, chiediamo le sue dimissioni immediate”

Leggi tutto

Storie

Pakistan: ancora attacchi ai cristiani

Sattar Masih e il figlio Azhar lavoravano nella villa di un proprietario terriero musulmano. Quando si sono licenziati hanno cominciato a ricevere minacce.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano