Storie

di Roberto Signori

EGITTO - I cristiani copti si preparano al “Digiuno della Vergine Maria”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

I copti ortodossi in tutto il mondo si preparano a vivere il tempo di penitenza conosciuto come «digiuno della Santa Vergine Maria», pregando con particolari intenzioni per il Patriarca Tawadros II. Il tempo di preghiera e digiuno dura 15 giorni, inizia il 7 agosto e si conclude il 22 agosto, data in cui la Chiesa copta ortodossa celebra la solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria. Nell’ultimo sermone tenuto al Cairo durante la tradizionale catechesi settimanale del mercoledì, il Patriarca copto ortodosso Tawadros II ha suggerito a tutti di approfittare del tempo di digiuno e preghiera agostano per affidarsi alla materna intercessione della Vergine Maria, da lui definita «tesoro di ogni virtù».

Nella tradizione copta, il digiuno consiste nell’escludere vino (e alcolici), olio e proteine animali (carne, pesce, uova, burro, latticini) e nel consumare solo pane, pasta, riso, olive, ortaggi e verdure (cotte o crude), frutta fresca o secca. I cristiani copti possono potenzialmente osservare tempi di digiuno più estesi rispetto a quanto avviene presso altre comunità cristiane. In un anno, i giorni in cui è prescritto o consigliato il digiuno sono 210. Inoltre, nei periodi di digiuno nessun cibo dovrebbe essere assunto dall’alba al tramonto. Queste strette regole di digiuno vengono solitamente moderate nella prassi pastorale ordinaria. Il tempo di digiuno osservato con più intensità dai cristiani copti e il “Grande Digiuno” quaresimale che precede la Pasqua. Altri tempi di digiuno, oltre al digiuno della Beata Vergine Maria, sono quelli osservati in Avvento e nel cosiddetto “digiuno di Ninive”, che precede di 3 settimane il digiuno quaresimale e si rifà al digiuno chiesto dal Profeta Giona agli abitanti di quella città corrotta.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/08/2022
2803/2023
San Sisto III papa

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Sul filo del rasoio

Una riflessione sui momenti di debolezza e sconforto che tutti noi abbiamo. Arriva il momento in cui vediamo tutto nero e veniamo sopraffatti dal dolore. Arriviamo a un punto in cui non abbiamo più margini di manovra per affrontare le difficoltà e le traversie che incontriamo nel nostro percorso. Lì accadde qualcosa che ribalta tutto, accettiamo la nostra debolezza; le difese si abbassano e possiamo far esplodere le nostre emozioni. Da lì, come liberati da un macigno che ci faceva affondare, possiamo ripartire con un nuovo Spirito. Siamo di nuovo pronti ad affrontare la vita e riprendere a vivere, consapevoli che corriamo sul filo del rasoio; però sappiamo che non siamo mai soli.

Leggi tutto

Società

Una nuova sanità?

Riflessioni di fondo sulla questione sanitaria talora vista in modo riduttivo e distorcente.

Leggi tutto

Politica

LIBANO - Elezioni, padre Zgheib; cercasi compromesso

Dalle urne delle elezioni parlamentari libanesi, svoltesi domenica 15 maggio, esce un quadro politico a rischio paralisi, segnato sia dalla frammentazione delle sigle politiche che dalla polarizzazione dei potenziali assi di alleanza contrapposti.

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - Libertà su cauzione concessa a un cristiano

“Concedere la cauzione a Stephen Maish, un malato di mente accusato di blasfemia è una mossa positiva: non si può addebitare a una persona mentalmente instabile nessuna accusa, perché la persona non ha la piena coscienza di quello che sta facendo

Leggi tutto

Media

ALLA RICERCA DELL’ INFORMAZIONE PERDUTA

Siamo di fronte ad un informazione gravemente malata, dove vale la legge della giungla in cui a primeggiare sono solamente i più forti, economicamente parlando ovviamente. Il calo delle vendite sta spingendo a strumentalizzare qualsiasi cosa, a gridare titoli spropositati, a enfatizzare scontri tra le parti in maniera indecorosa, a dare etichette ignobili verso chi la pensa, anche solo leggermente, in maniera diversa

Leggi tutto

Storie

Myanmar: basta violenze

Sono incisive le parole di monsignor Marco Tin Win, al rispetto della dignità umana e della proprietà privata dinanzi all’intensificarsi degli attacchi della giunta militare ai villaggi cattolici della regione centrale di Sagaing

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano