Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Comboniane, 150 anni di missione

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il 150esimo di fondazione delle Missionarie Comboniane sarà ricordato il 14 settembre nella Casa madre, a Verona, con l’inaugurazione della mostra “Una promessa che continua”, in vista di un progetto più vasto di valorizzazione del patrimonio culturale della congregazione. A breve infatti sarà realizzato lo spostamento (da Roma a Verona) dell’Archivio Storico della Congregazione e la riorganizzazione dell’esposizione permanente degli oggetti del Museo delle Suore Missionarie Comboniane che, grazie ad un nuovo allestimento, sarà collocata in alcuni degli spazi più significativi della Casa madre e attraverso l’utilizzo delle tecnologie multimediali consentirà di poter raccontare il vissuto delle esperienze missionarie e di mostrarne la continua evoluzione.

“Una scelta che risponde anche al cambiamento dei tempi – spiega suor Luigina Coccia, superiora generale -. Il nostro Istituto subì un duro colpo quando, poco dopo la fondazione, Daniele Comboni morì. Ma la lungimiranza delle sorelle che con lui avevano condiviso la missione fece sì che questo tesoro prezioso non andasse perduto. Così, nonostante le difficoltà, e sapendo di volta in volta rispondere ai nuovi bisogni, l’Istituto è arrivato a compiere un secolo e mezzo”.

Oggi le Missionarie Comboniane nel mondo sono 1.017 appartenenti a 34 nazioni (608 europee, 248 africane, 157 americane, 4 asiatiche), l’età media è 70 anni, e questo richiede una riflessione che sarà all’ordine del giorno del XXI Capitolo Generale che si terrà in Casa madre dal 1 al 26 ottobre. “Essendo noi consorelle in un processo di diminuzione, potrebbe esserci la tentazione di ritirarci sui Paesi dove già operiamo – commenta suor Luigina Coccia -. Secondo me, invece, dovremmo riorganizzarci affinché l’Istituto continui ad espandersi in più Paesi possibile, magari con meno presenze e ampliando la collaborazione con altre congregazioni, perché riteniamo che ogni realtà umana, ogni cultura, ogni chiesa abbia molto da donarci. Ci arricchisce, non solo di nuovi membri, quindi coltivando l’interculturalità al suo interno, ma anche di nuove modalità di comprensione di chi siamo noi come missionarie comboniane oggi. Quindi, la sfida e, nello stesso tempo, il sogno, è che come comboniane possiamo continuare ad essere presenti sui quattro continenti e, perché no, anche sui cinque”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/09/2022
0202/2023
Presentazione del Signore

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Sette volti di una santità nuova e antica

L’invito alla speranza che Gesù offre ai discepoli, «perché tutto è possibile a Dio», corrisponde a tutte le storie dei sette santi canonizzati domenica in Piazza San Pietro. Che un gracile prete bresciano venga chiamato a compiti sempre più gravosi fino al ministero delle Somme Chiavi, che un vescovo reazionario si converta inciampando nella miseria di un popolo. E molto altro….

Leggi tutto

Società

Che succede?

Si fa strada una pericolosa tendenza a togliere la parola in nome di un qualcosa determinato dai soliti pochi. Tendenze a silenziare le critiche alle misure antipandemiche. Tendenze a silenziare il non politicamente corretto. Si leggono sui giornali critiche a chi dà voce alle minoranze perché essendo minoranze non devono essere aiutate ad esprimersi. Ma la democrazia non vorrebbe che anche un singolo cittadino possa dire la propria?

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: aborto e eutanasia e l’abitudine a uccidere

Il Papa: l’aborto è omicidio, la Chiesa sia vicina e compassionevole non politica A questo grido, il Papa aggiunge quello delle tante “vittime della cultura dello scarto”: “C’è lo scarto dei bambini che non vogliamo ricevere, con quella legge dell’aborto che li manda al mittente e li uccide direttamente. E oggi questo è diventato un modo ‘normale’, una abitudine che è bruttissima, è proprio un omicidio”,

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco benedice le campane “La voce dei non nati”

Sulla campana dei pro life polacchi sono incise le parole del beato Jerzy Popiełuszko, “La vita di un bambino inizia sotto il cuore della madre”, assieme al messaggio esplicito del Quinto Comandamento dato da Dio a Mosè “Non uccidere”.

Leggi tutto

Chiesa

Vaticano: arrivato l’albero di Natale

È arrivato all’alba a Roma l’albero di Natale che dal 10 dicembre illuminerà piazza San Pietro. È un maestoso abete rosso di 113 anni, alto 28 metri per un peso di 80 quintali

Leggi tutto

Chiesa

Al legislatore non chiedete “favori” ma proclamate diritti “

Al legislatore, spiega Francesco ai membri dell’Unione giuristi cattolici italiani che partecipano al loro 70.mo congresso nazionale, non chiedete “favori” ma proclamate diritti “che derivano dalla dignità umana

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano