Storie

di Roberto Signori

Nigeria - Assalto dei militari al mercato di Eke Ututu

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Fermate ulteriori uccisioni di persone innocenti e distruzioni dei mezzi di sussistenza”. È l’appello lanciato da Mons. Augustine Tochukwu Ukwuoma, Vescovo di Orlu, nello Stato di Imo, nel sud della Nigeria, alle forze di sicurezza accusate di omicidi extragiudiziari e di aver devastato il mercato di una cittadina locale.

“Sabato 17 settembre 2022, uomini armati, presunti membri di agenzie di sicurezza del governo, hanno invaso la comunità di Orsuhiteukwa nell’area del governo locale di Orsu, nello Stato di Imo, causando la morte di alcune persone e l’incendio del mercato di Eke Ututu, che è il pilastro economico della gente del posto e delle comunità circostanti” scrive Mons. Ukwuoma.

“Ho già condannato le violenze passate” ricorda il Vescovo. “Continuo a sostenere che la vita umana è sacra e dovrebbe essere rispettata. La violenza genera violenza, in un circuito infernale. Il dialogo autentico rimane la risposta. Le mie più sincere condoglianze vanno a tutte le famiglie che hanno perso i propri cari durante questo doloroso incidente. Possano le anime di questi nostri fratelli riposare in pace”.
Mons. Ukwuoma sottolinea come l’azione dei militari, danneggiando le possibilità di sostentamento delle popolazioni locali, rischia di alienare definitivamente il loro appoggio allo Stato. “L’incendio del mercato di Eke Ututu ha aggiunto un’altra triste dimensione alla già penosa situazione. Gli abitanti della zona sono piccoli commercianti e contadini che vivono praticamente alla giornata. Vanno al mercato per vendere i loro prodotti e comprare cibo per sfamare le loro famiglie”.

“Gli autori di questa distruzione hanno pensato a quante sono le persone indigenti che dipendono dal mercato come principale fonte di sostentamento? Hanno pensato al numero di bambini che non avranno nulla da mangiare perché i loro genitori hanno perso le loro fonti di reddito? Hanno pensato alle risorse bruciate soprattutto ora in questo periodo di crisi economica? Hanno pensato al trauma psicologico che gli abitanti del luogo subiranno a causa dell’atto violento?”

Mons. Ukwuoma conclude chiedendo alle “autorità governative di indagare su questo incidente e adottare le misure necessarie per prevenire il ripetersi”. Infine, fa appello “a tutti affinché rimangano saldi nella preghiera per la pace nella nostra regione”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/09/2022
3001/2023
Santa Martina

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Mahjabin Hakimi, uccisa in Afghanistan perché amava la pallavolo

L’atroce morte di una ragazza, Mahjabin Hakimi, barbaramente uccisa in Afghanistan perché ‘colpevole’ di amare la pallavolo.

Leggi tutto

Chiesa

Etiopia - Felicità per il rilascio delle religiose

La liberazione arriva in un momento di possibile cambiamento di scenari nel grande Paese del Corno d’Africa, travolto da ormai 14 mesi da una terribile guerra iniziata nella regione del Tigray e tracimate in altre aree

Leggi tutto

Chiesa

OSTIA CAMBIA DALLA LUCE DELLA CROCE DEI GIOVANI

Venerdì 11 ore 20.30, Via Crucis dei giovani cristiani dal Porto di Ostia al Pontile. Il giovane vescovo Dario Gervasi e il responsabile dei giovani di Ostia il diacono Generoso Simeoni con tutti i ragazzi delle parrocchie

Leggi tutto

Chiesa

BRASILE - Vescovi: necessari “grandi e urgenti cambiamenti”

“Il quadro attuale è molto grave. Il Brasile non sta andando bene!” denunciano i Vescovi, ricordando la fame e l’insicurezza alimentare del “secondo esportatore alimentare al mondo”, l’alto tasso di disoccupazione e di lavoro informale, lo sfruttamento e il degrado della casa comune, la mancanza di rispetto per i diritti dei popoli indigeni, la persecuzione e la criminalizzazione dei leader socio-ambientali, “la fragilità delle azioni per combattere i crimini contro l’ambiente e i disastrosi progetti parlamentari contro la casa comune”.

Leggi tutto

Storie

Pakistan - Madre cristiana accusata di blasfemia

Shagufta Kiran è stata arrestata a luglio dell’anno scorso per aver presumibilmente fatto circolare contenuti blasfemi su Whatsapp. La prima udienza il 23 maggio.

Leggi tutto

Chiesa

Il Papa invita la comunità internazionale ad aiutare il popolo birmano

Nel post Angelus, Francesco invita la comunità internazionale a non dimenticare la popolazione birmana, a fornire l’assistenza umanitaria di base e chiede che il conflitto non tocchi i luoghi di culto, ospedali, scuole

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano